venerdì 15 dicembre 2017

Cover Reveal: Vincent di Kristen Kyle

Buon venerdì, lettori!
Sapete già come trascorrerete il fine settimana? Io questa sera andrò al cinema con un'amica per vedere il tanto atteso remake di Assassinio sull'Orient Express, basato sul romanzo di Agatha Christie, e naturalmente le mie aspettative sono alle stelle. Prima però voglio proporvi il Cover Reveal del nuovo romanzo Vincent, della serie Men of Honor di Kristen Kyle, in uscita il prossimo mese. 

















Titolo: Vincent
Autore: Kristen Kyle
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Mafia Romance
Serie di appartenenza: Men of Honor #2
Formato: Ebook
Data di pubblicazione: 15 gennaio 2018
Prezzo: 2.99€ (prezzo di lancio 0.99€)

Trama: Sono nato per essere un re, ma non mi sono piegato al mio destino. Mi sono impegnato per guadagnare quel privilegio. Ho combattuto per essere il migliore.
In quella lotta la mente è sempre stata la mia arma più affilata, il cuore un ostacolo da eliminare. Ho vinto.
Ogni guerra, tuttavia, ha i suoi costi, e io ho commesso un errore che ha distrutto la mia famiglia.
Da allora le mie notti sono turbate dagli incubi, i miei giorni avvelenati dal pentimento e dal rancore.
Ora, però, ho finalmente la possibilità di conquistare la pace.
La donna che ha mi ha rovinato la vita è tornata dal passato in cerca di protezione.
Ha trovato la morte.
Ma la morte è un dono da concedere ai giusti, la vendetta è la condanna dei traditori.
Mariana Hernández pagherà per ogni suo peccato, implorerà la salvezza e invocherà la sua fine.
Non avrò pietà, perché in me non c'è un briciolo di misericordia.
Perché non conosco perdono.
Scenderò all'inferno pur di farmi giustizia.
E Mariana verrà con me.


Il romanzo contiene scene di sesso esplicite e tratta contenuti delicati. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole. Men of Honor è una serie di romanzi autoconclusivi.

La serie:
- Nikolaj
- Izabella
- Vincent
- Vasilij (estate 2018)





Booktrailer

 


L'autrice

Kristen Kyle ama la lettura, i gatti e il vino caldo. È cresciuta guardando Il Padrino e Scarface e ha sempre saputo che prima o poi avrebbe scritto un Mafia Romance. Che gusto c'è nel descrivere un "man of honor" senza parlare del suo cuore? Nikolaj è stato il suo romanzo d'esordio.
Facebook / Instagram / Goodreads

giovedì 14 dicembre 2017

Release Blitz: Il colore del caos di Giovanna Roma + Giveaway

Buonasera lettori, come state?
Perdonate l'orario, ma oggi è stata una giornata ricca di cose da fare e riesco solo ora a sedermi davanti al PC. Mi rallegro pensando che domani sarà l'ultimo giorno frenetico, poi finalmente inizieranno le vacanze di Natale e, studio a parte, spero di avere qualche oretta in più da dedicare al blog e alle mie passioni.
In questo periodo ho preso parte a tante iniziative, tra cui la presentazione del nuovo romanzo di Giovanna Roma, Il colore del caos. Siete curiosi? Allora bando alle ciance e scopriamo insieme di cosa si tratta e ricordate di partecipare al Giveaway per provare a vincere una copia cartacea autografata!

















Titolo: Il colore del caos
Autore: Giovanna Roma
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Forbidden Romance
Formato: Cartaceo / Ebook
Numero pagine: 398
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2017
Prezzo: 2.99€ (ebook)

Trama: Lui indossa jeans e tatuaggi. Io una divisa scolastica.
Lui ha un lavoro che ama, io una vita che odio.
Scott Turner è uno stronzo ventisettenne. Io, Allison Newborn, ammetto di essere una sedicenne difficile da gestire. Gli sono caduta tra capo e collo e per questo crede di dettare le regole. Certo, continua a ripetertelo. Abbandonata al lusso di una vita agiata, con due genitori sempre presi da sé stessi, è difficile obbedire agli ordini.
Tutto in lui gli urla di starmi lontano.
Tutto in me prega di combattere dei sentimenti che dovrei rinnegare.
Non abbiamo scelta, siamo costretti a trovare l'armonia in questo caos.
A volte gli incontri avvengono nel tempo sbagliato.
Ci trasformano per sempre.
Ci costano tutto.
Cos'altro può accadere a un amore proibito?

Aggiungilo alla tua Wishlist su Goodreads!


ESTRATTO


Lui è poco più grande di lei ed è assunto per le prime ore della serata, quando passano i clienti più tranquilli. Dopo l'ottimo lavoro che ha mostrato di non saper svolgere, dovrò licenziarlo. Dannazione, è arrivata fino in ufficio. Sarò costretto a cercarmi un nuovo nascondiglio.
«Mi dispiace, signor Tur-»
«Fuori, Joseph» ordino con un tono di ghiaccio. Annuisce e abbassa il capo. Sospetto non abbia recepito appieno il messaggio. «E porta via le tue cose. Non ti aspetto domani.»
Sgrana gli occhi su di me. Sta per ribattere, quando una vocina interviene. «Non sfogarti con lui.»
Trascino l'attenzione sulla mia ragazza proibita, il suo pugno ancora stretto intorno al pomello della porta. Non si cura di disturbarmi a lavoro, né si spaventa dell'uomo incazzato dietro la scrivania. Il mare sommergerà l’isola, prima che si accucci tremante in un angolo o si lasci intimidire.
Il mio umore cambia drasticamente, così come la concentrazione. Dai programmi per la nottata con Rachel, passo al momento in cui ho strappato Alli dal sedile di quella macchina.
«E da quando prendi decisioni al Devilish Kings?» Le vado sotto a muso duro, infuriato di non avere più un posto tranquillo in questa città. Ignoro la sua ritrosia. Per quanto mi combatta e si comporti da adulta, lei sarà sempre sotto di me. «C'è il tuo nome scritto da qualche parte?» Può abbaiare e mordere finché avrà fiato, non farà che alimentare lo scontro tra noi.
«È una questione di giustizia.»
Parla di giustizia con me? «È un concetto relativo. Per me non è giusto che tu vada in giro da sola, per te che io licenzi chi non sa svolgere il suo lavoro.»
Due occhi scaltri viaggiano dai miei alla bottiglia. «Hai bevuto.» Storce il naso sotto il mio respiro.
Con un cenno del mento ordino a Joseph di lasciarci. «La scuola non ha avvisato che oggi fosse la “giornata al lavoro col papà”.»
«Scott...»
Mi impongo di vagare con lo sguardo altrove, di ignorare il richiamo di Allison. Questa guerra non conosce tregua.
Voglio spaventarla.
Voglio alzarle la gonna.
Voglio che mi stia alla larga.
Voglio farla mia nel senso carnale del termine e voglio tutte queste cose da troppo tempo. Sono aggrovigliate in un nodo nello stomaco. Fantasie che non dovrebbero mai abitare la mente di un tutore. Mi trascinano verso uno stato primordiale, dove io sono l'uomo e lei il frutto proibito che non posso fottere.
«Ho un favore da chiederti.»

Booktrailer


Bookspot




Della stessa autrice

       http://giovannaroma.blogspot.it/p/adam.html                   http://giovannaroma.blogspot.it/p/razov.html

                                                

Giveaway


Il colore del caos è online, siete pronti a stringerlo tra le mani? Voglio dare l'occasione di vincere una copia cartacea autografata del romanzo. 
Il giveaway durerà dal 12 al 18 dicembre, quindi per tutto il Release Blitz.


Ecco come partecipare:

- Mettere "Mi piace" alla pagina facebook dell'autrice;
- Mettere "Mi piace" al suo post fisso;
- Taggare nei commenti del post fisso tre tuoi amici e digli perché vorresti leggere Il colore del caos.
- BONUS da 100 punti: commentate il post con la foto (o link diretto) della vostra recensione per uno dei miei romanzi su Amazon.




Desiderate accedere a estratti, booktrailer, eventi e teasers esclusivi per questo e i prossimi romanzi? Entrate in Giovanna Roma's News e scoprirete le novità prima dei vostri amici, discuterete con altre lettrici e seguirete in diretta i miei lavori.
Ringrazio tutti i fantastici Bloggers letterari per il loro immancabile sostegno 

L'autrice

Sono nata e cresciuta in Italia e viaggiato sin da bambina. I generi che leggo spaziano tra thriller, psicologia, erotico e dark romance. Anche quando un autore non mi convince, concedo sempre una seconda possibilità, leggendo un altro suo libro. Sono autrice dei romanzi La mia vendetta con te, il suo sequel Il Siberiano, lo storico Il patto del marchese e la serie dark "Deceptive Hunters".

Blog / Instagram / Pinterest / Youtube / Amazon / Facebook / Google + / Twitter / Goodreads

mercoledì 13 dicembre 2017

Blogger Recognition Award

Buongiorno lettori!
Finalmente sono riemersa dalle pagine di storia e posso dedicarmi di nuovo al blog. Sono davvero dispiaciuta per la piega assunta dai contenuti pubblicati negli ultimi tempi, sono la prima che cerca di evitare la monotonia, ma questa volta non sono stata brava nel mantenere la promessa e vi siete trovati a leggere una presentazione di un romanzo dietro l'altra. D'ora in poi cercherò di migliorare, anche perché nel frattempo ho accumulato qualche tema o argomento che voglio condividere con voi.
Tra questi vi è il Blogger Recognition Award, per il quale la dolcissima Duille di Steli d'erba mi ha nominata lo scorso mese e che oggi finalmente recupero. Vediamo subito in cosa consiste questo bellissimo premio!


  • Ringraziare il blogger che ti ha nominata
Ringrazio con tutto il cuore Duille, una ragazza meravigliosa che pubblica post sempre molto interessanti sul suo blog, Steli d'erba. Se ancora non lo conoscete, cosa ci fate ancora qui? Correte a visitarlo e a scoprire tutta la genialità di questa ragazza!

  • Scrivere un post per mostrare il proprio riconoscimento
Purtroppo quest'anno l'anniversario del blog è passato in sordina, ma oggi ho l'occasione di ringraziare voi lettori - e se potessi vi abbraccerei uno ad uno - che mi seguite, chi dall'alba dei tempi, chi solo di recente, e mi sostenete. Ogni commento, ogni segnale di fumo che ricevo da voi in risposta, mi scalda il cuore, perché è sempre un piacere condividere con voi la mia passione più grande, la lettura, e ricevere un parere da parte vostra, anche solo un piccolo pensiero che mi permetta di entrare in contatto con voi. Un grazie speciale va anche alle colleghe e ai colleghi blogger con cui condivido questa avventura nella blogosfera, a tutti coloro che sono stati così gentili da aiutarmi o che hanno scelto di condividere i loro progetti con me. A tutti voi dico grazie 

  • Raccontare la nascita del proprio blog
Non vorrei risultare prolissa o ripetitiva, perciò vi dirò soltanto che Cinebooks Blog è nato nel lontano autunno 2014 dal consiglio di due mie care amiche e dalla mia voglia di iniziare a condividere con qualcuno, con qualche amante dei libri come me, i pensieri su ciò che leggevo o avevo letto, per confrontarmi e scoprire tanti nuovi titoli (che hanno allungato e allungano ogni giorno di più la mia Wishlist). Il blog ormai fa parte della mia quotidianità, della mia vita, e spero di potermene occupare ancora per lungo tempo, perché se una cosa ti rende felice, ne vale la pena.

  • Dare consigli ai nuovi blogger
Anche in questo caso, per evitare di dilungarmi fino a diventare noiosa, concentrerò tutto in tre magici punti, che spero possano essere d'aiuto a coloro che si immergono per la prima volta in questa avventura.
Il primo consiglio che sento di darvi è di avere le idee chiare su ciò di cui parlerete con i vostri lettori, ma soprattutto di scegliere qualcosa che davvero vi appassiona, di cui parlereste per ore. Scegliete qualcosa che conoscete, che amate, ma di cui non vi stanchereste mai di imparare aspetti nuovi, anche piccoli dettagli. Fatto questo, la seconda cosa da tenere ben a mente è la preparazione: preparate/programmate in anticipo qualche post, giusto per muovere i primi passi e non ritrovarvi ogni volta ad affrontare l'ansia da pagina bianca, e potete fare lo stesso per la grafica e simili, in modo da dare un'identità al vostro angolo di web. Mi raccomando, quando apportate cambiamenti, ricordatevi di chiudere il blog al pubblico (e ovviamente rimetterlo visibile una volta terminata la modifica)!
Per iniziare vi serve solo una spruzzatina di determinazione per portare avanti il vostro progetto e modellarlo sempre più in base alle vostre idee, perché non c'è niente di più triste di un blog abbandonato a se stesso.

  • Nominare altri 15 blogger ai quali vuoi passare il riconoscimento
Penso che molti blog siano già stati nominati per questo riconoscimento, però spero di non arrivare troppo tardi nominando questi magnifici sette:



Questo era tutto per oggi, spero di aver rimediato un pochino alla monotonia delle scorse settimane con questo post chiacchiericcio! Prima di salutarvi, vi ricordo che è ancora possibile partecipare al Gossip Contest 2017 di Libro del Cuore, di cui trovate tutte le informazioni in questo post, sul loro sito e nel video che vi lascio qui sotto. Correte ad iscrivervi se non lo avete ancora fatto!

lunedì 11 dicembre 2017

Release Blitz: Io sono l'usignolo di Emanuela Navone

Buongiorno e buon lunedì, cari lettori!
In questo momento sarò probabilmente alle prese con l'esame di storia, ma spero che per voi sia un momento di minore tensione e che questo post possa incuriosirvi.
Oggi, con un giorno di ritardo, vi voglio presentare Io sono l'usignolo di Emanuela Navone, un thriller molto intrigante di cui potrete leggere un piccolo estratto più in basso. Prima però scopriamo qualche informazione in più sul romanzo.




Titolo: Io sono l'usignolo
Autore: Emanuela Navone
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Thriller
Formato: Ebook
Numero pagine: 330
Data di pubblicazione: 10 dicembre 2017
Prezzo: 2.99€
Link d'acquistoAMAZON

Trama: Chi è Florian Chevalier e perché ha bruciato la casa del sindaco di Val Salice? Questo si domanda il giornalista Rubino Traverso, intenzionato a scoprirne di più e sorpreso che nessuno voglia raccontare nulla. Quando, proseguendo le ricerche, inizia a ricevere disegni bizzarri e strani messaggi intimidatori, capisce la verità non deve venire a galla. Che cosa nascondono gli abitanti di Val Salice?
In un agosto spazzato dal vento, Rubino scoprirà a poco a poco che perfino un piccolo paese sperduto fra i monti liguri ha i suoi scheletri nell'armadio. E dovrà scoprire quali. Cosa sei disposto a perdere pur di conoscere la verità?


ESTRATTO

Lunedì 21 agosto 2000

Il trasloco a Val Salice iniziò sotto i peggiori auspici.
Primo punto: appena partiti dovemmo tornare indietro perché Rossana aveva dimenticato il valigiotto con creme, detergenti e qualsiasi orpello con cui donne come mia moglie si divertivano in bagno.
Secondo punto: partiti per la seconda volta, dovemmo di nuovo tornare indietro perché Stella non trovava Lalla e se non aveva la sua bambola di pezza rischiava di patire l'autostrada.
Terzo punto: Oscar, il gattone rosso e pigro, decise che non amava più la gabbietta e dovemmo farlo uscire, con la conseguenza che passò il viaggio disteso sulle cosce di Rossana, emettendo di tanto in tanto un miagolio di vero dolore.
Morale: arrivammo a Val Salice due ore dopo il previsto, sotto un temporale di quelli che ti annegano appena metti un'unghia fuori, Rossana e Stella nervose e io più sudato di quando, al mare, mi ostinavo a non prendere sdraio e ombrellone perché non mi andava di sborsare ventimila
lire. Ciliegina sulla torta, appena scendemmo dalla BMW, infagottati sotto giacchette leggere prese
alla spicciolata in una valigia, Stella iniziò a starnutire.
Di per sé, qualche starnuto non è grave, ma essere sposati con Rossana De Simone equivaleva a
una delle Grandi Tragedie.
Le hai portate le medicine? No che non le hai portate, vero? E adesso come facciamo diavolo adesso le verrà la febbre e non hai portato le medicine e se si sente male bisogna chiamare
l'ambulanza andare al pronto soccorso che poi l'ultima volta siamo stati lì ore. Neanche il tempo di scaricare i bagagli che dovetti fiondarmi in auto e cercare una farmacia in quel paesino sperduto tra i monti liguri. Così iniziò la mia nuova vita lontano dalla città. E mentirei se dicessi che ero elettrizzato.

Il campanello suonò mentre la porta si apriva. Mi sfregai le mani l'una contro l'altra, intirizzito nel giubbotto leggero. Le scarpe di tela filtravano l'aria come ciabatte da mare. Feci due passi. File di scaffali di legno ospitavano un melting-pot di medicinali, mentre dietro il bancone, una vecchia credenza conteneva piccole brocche forse dipinte a mano. In un angolo, una vecchia bilancia si incastrava tra due depliant che promettevano la migliore soluzione alla tosse secca e spiegavano perché fosse nocivo fumare in gravidanza.
La farmacia di Ca' Tonda, paesino minuscolo vicino a Val Salice, era un pot-pourri di scatoline colorate. Se avessi avuto dietro la mia reflex, mi sarebbe piaciuto catturare qualche sfumatura, un verde smeraldo, un rosso mattone o un bianco panna.
La donna dietro il bancone batteva sui tasti del registratore di cassa e parlottava tra sé. Al suono del campanello, alzò lo sguardo. «Buonasera» cinguettò.
«Buonasera.» Mi avvicinai con le mani in tasca.
«Freddino, vero?»
«Già.»
La donna diede una rapida occhiata al registratore di cassa. Il pollice e l'indice grattavano pigramente il mento. «Oggi il buon Charlie non ne vuole sapere di funzionare.»

Dovevo avere un'espressione stupita perché la donna scoppiò a ridere.
«Charlie è il nome che ho dato al registratore» spiegò.
«Ah.»
«Che cosa desidera?»
«Del paracetamolo. Mia figlia ha un forte raffreddore e mia moglie teme le venga la febbre.»
La farmacista annuì e uscì dal bancone. Una piccola botte in camice bianco. «In questo periodo è
facile ammalarsi» disse mentre rovistava in uno scaffale. «Turisti?»
«Ci siamo trasferiti oggi a Val Salice.» Assunsi una delle mie migliori espressioni scocciate per
troncare il dialogo. Non avevo di certo tempo da perdere in inutili chiacchiere.
La farmacista terminò la ricerca su uno scaffale e passò all'altro. «Un posticino accogliente, vero?»
Tentativo fallito.
«Sa che è stato quasi raso al suolo da un incendio?»
In meno di un secondo, la mia espressione scocciata diventò incuriosita. «Non lo sapevo.» Fissai la donna con vivo interesse.
La farmacista pescò una confezione di paracetamolo nascosta tra un flacone di sciroppo per la tosse e un detergente intimo. Caracollò verso il bancone e vi posò la medicina. «Successe vent'anni fa.» Scosse la testa. «Una vera tragedia.»
Posai una banconota da ventimila lire accanto al registratore di cassa. Lo sguardo della farmacista sembrava afflitto, ma dietro si scorgeva qualcosa, una specie di forte desiderio, un'aspettativa. dai chiedimi cosa successe ti prego. Stetti al gioco.
«Che cosa successe?»
La donna parve gonfiarsi come un palloncino. Si allungò verso di me e mise una mano sulla bocca. «L'incendio distrusse la casa del sindaco e si propagò per metà del paese. Montignani, sua moglie e suo figlio non ce la fecero.» Tamburellò le dita sul bancone. «Aveva appena vent'anni, quel povero ragazzo. Morire così... Che destino ingiusto.»
Presi il flacone di paracetamolo. «È stato un incidente?»
I grandi occhi da lontra della farmacista mi guardavano fissi. «Certo che no. Florian Chevalier. L'usignolo.» Si diede un colpetto sulla tempia. «Un pazzo.» Armeggiò ancora qualche istante con il
registratore. «Non è serata, vero, Charlie?»
«Usignolo?» Mi stava prendendo in giro?
«Così si faceva chiamare. Non so il motivo.» Risatina civettuola.
«Perché lo ha fatto?» Misi la medicina nella tasca dei jeans.
La donna fece spallucce. «Lo chieda agli abitanti di Val Salice.» Riprese ad armeggiare con il registratore di cassa. «Le scoccia se non batto lo scontrino?»
Feci un saluto smozzicato. Non mi scocciava. Uscii.
Oh, se lo avrei chiesto. Lo avrei chiesto di certo.
Quella palla con il camice addosso non sapeva che le tragedie erano il mio pane quotidiano.
Rubino Traverso, giornalista e fotoreporter: questa è roba per te.


L'autrice

Emanuela è nata a Genova e vive in un paesino sperduto sui monti proprio sul confine con il Piemonte. Scrive da quando era una bambina, e da allora ne è passata di acqua sotto i ponti. È cresciuta a pane e Stephen King, e gran parte della sua esistenza l'ha trascorsa leggendo i suoi horror e i fantasy della Bradley, Tolkien, Goodkind e autori meno famosi.
Nel 2014 ha finalmente ottenuto la laurea dopo anni di lacrime e sangue e si è trovata nel mondo reale e ha scoperto che era pieno di denti aguzzi. È diventata assistente editor per Edicolors, una casa editrice specializzata in narrativa per l'infanzia; poi, cedendo allo smisurato ego che la divora, ha deciso di diventare freelance.
Vive in una grande casa circondata da gatti — prima o poi diventerà come la gattara dei Simpson. Oltre alla scrittura, adora la musica metal e la fotografia. La trovate spesso in giro per i boschi con la sua fedele reflex e la testa sulle nuvole.
Ha pubblicato, sempre come self, il breve Prontuario di editing e il racconto Reach, contenuto anche nella raccolta a scopo benefico Only Hope.

venerdì 8 dicembre 2017

Cover Reveal: Dimmi chi sei di Nicole Teso

Buon venerdì di festa, lettori!
State addobbando casa o per voi il Natale è ancora lontano? Per me tutto è rimandato a dopo lunedì, ovvero dopo l'esame di storia, però ho in mente qualche decorazione per rendere la mia stanza più natalizia. Oggi però parliamo di libri e in particolare del romanzo protagonista di questo Cover Reveal a cui ho preso parte con molto piacere. Scopriamo insieme Dimmi chi sei di Nicole Teso.


Titolo: Dimmi chi sei
Autore: Nicole Teso
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Romance / Erotic-Suspence
Data di pubblicazione: gennaio 2018

Trama: E se uno sconosciuto ti offrisse una nuova identità, chi vorresti essere?
Mi chiamo Mercy Stone ed ero convinta di sapere tutto di me. 
Avevo un lavoro, l'amica migliore del mondo e una famiglia che si faceva in quattro per me. In una notte la mia vita cambiò per sempre. 
Venni aggredita, ma uno sconosciuto dallo sguardo magnetico accorse in mio aiuto. Non sapevo niente di lui. L'unica cosa certa era l'attrazione inspiegabile che nutrivo nei suoi confronti. 
Così, la verità venne a galla.
Così, scoprii chi ero davvero.




Booktrailer


L'autrice


Nicole Teso nasce il 10 novembre 1996 a San Donà di Piave, una città in provincia di Venezia.
Commessa di giorno e lettrice compulsiva di notte, è amministratrice di un blog letterario e scrittrice per passione. Ama qualsiasi genere di storia, purché intensa e popolata da protagonisti dall'animo oscuro. Loving the demon e Loving the angel sono i suoi primi due romanzi.
Per essere sempre aggiornato sulle sue pubblicazioni iscriviti al sito web o metti Mi piace alla sua pagina ufficiale.