venerdì 31 marzo 2017

Come leggo un libro: i miei 5 modi di affrontare una nuova lettura

Buon pomeriggio e buon venerdì a tutti!
Finalmente il fine settimana è alle porte, perché in questi giorni, non so come, ero sempre di fretta e almeno oggi posso sedermi davanti al PC e dedicarmi al blog. Come promesso, vi propongo un post chiacchiericcio dedicato ai modi di affrontare la lettura di un libro. Sarà una cosa scontata, ma non tutti affrontiamo la lettura di un libro nello stesso modo e penso sia curioso scoprire le abitudini di ognuno di noi. Ecco quindi i miei 5 modi di affrontare la lettura di un libro.



La scelta di una nuova lettura è al tempo stesso entusiasmante e difficile. Occorre capire quale genere si avvicina di più al nostro umore del momento o semplicemente di quale libro abbiamo bisogno. Vogliamo avventurarci in un classico? Oppure abbiamo bisogno di una lettura che ci distragga per un po' da tutte le preoccupazioni della vita quotidiana? Come dicevo, non sempre è facile scegliere il prossimo libro che leggeremo. Per quanto mi riguarda, molto spesso scelgo la lettura in base alla stagione in cui ci troviamo. I libri che raccontano una storia più leggera e solare solitamente li rimando all'estate, mentre per quelli ambientati in stagioni fredde o i thriller, molto spesso aspetto il periodo invernale. La scelta del libro è solo il primo passo verso l'avventura in cui saremo trascinati grazie all'autore. Ma come inizio e proseguo la lettura?

Lettura a ruota libera, ergo niente programmi o imposizioni
Ci sono persone che programmano le proprie letture, imponendosi di leggere un tot di pagine o di capitoli al giorno. Altre, invece, leggono senza alcuna regola e tra queste rientro io. Se il libro che sto leggendo mi coinvolge, mi piace e il tempo libero che ho a disposizione me lo permette, lo finisco nel giro di poco tempo. Nel caso in cui la storia non mi intrighi in modo particolare, procederò a ritmo più lento. 

Il piacere di godersi la storia 
Se decido di iniziare la lettura di una trilogia o, caso più raro, di una serie, so già che dedicherò le future settimane ai volumi successivi. Come sapete, preferisco aspettare che vengano pubblicati tutti i volumi di una serie per poi comprarli e leggerli uno dietro l'altro, perciò raramente intervallo la lettura con altri libri. 

Un libro alla volta, grazie!
Non ho mai letto più di un libro alla volta, anche se molte persone lo fanno e per questo le ammiro molto. Questa scelta è dovuta al fatto che se leggessi più di un titolo alla volta confonderei le storie e i personaggi, finendo solo per aver una gran confusione in testa. Una piccola eccezione, però, può esserci nel caso si tratti di un romanzo e di una raccolta di racconti. In quel caso, riesco a leggerli parallelamente.

La speranza è l'ultima a morire
Purtroppo può capitare che un libro non ci prenda per niente e noi ci ritroviamo a procedere a rilento, sperando che qualcosa accada e che la storia migliori. Nel mio caso, sono quasi sempre determinata a terminare il libro, anche se non mi piace o non mi prende. Detesto lasciare i libri a metà, ma devo ammettere che qualche volta è capitato.


Allora lettori, voi come affrontate una nuova lettura? Quali abitudini avete? Lasciate i libri a metà o siete anche voi determinati ad arrivare all'ultima pagina? Fatemelo sapere in un commento, io vi auguro un weekend pieno di letture! Ci rileggiamo nel prossimo post!

martedì 28 marzo 2017

Segnalazione librosa: L'incensiere

Buon pomeriggio, lettori!
Sono un po' di corsa, ho iniziato proprio questa settimana il mio programma di ripasso di alcune materie che rientreranno nel test d'ingresso e ho ancora tante cose da fare prima di sera, perciò perdonatemi se non mi dilungo troppo. Oggi voglio presentarvi il romanzo di un giovane autore emergente e se siete amanti dei romanzi di fantascienza e con un pizzico di storia, allora non potete proprio lasciarvelo scappare. Scopriamo insieme L'incensiere di Valerio Dalla Ragione.


Autore: Valerio Dalla Ragione
Casa editrice: Lettere Animate Editore
Genere: Fantascienza/Storico
Formato: Cartaceo (a breve anche in ebook)
Numero pagine: 382
Data di pubblicazione: 11 gennaio 2017
Prezzo: 16.50
Link d'acquistoAMAZON / IBS

Trama: Con vostra grande sorpresa vi scoprite essere lo scomodo bersaglio della classe dominante della vostra città, una città dove centotrenta milioni di persone vivono con lo spettro di un conflitto che potrebbe annientare le loro esistenze. Mentre la corruzione dilagante ingloba la vita politica e un monarca semi-umano getta le fondamenta di una nuova società, la morte a cui vi hanno predestinato potrebbe non essere la vostra unica opzione: dimore imperiali oltre la via della seta, autostrade informatiche, etnie robotiche sepolte dal tempo e cerimonie del tè in un pomeriggio d'autunno si mostreranno nel campo delle vostre possibilità. Fra i riflessi distorti di una metropoli dormiente e le notti di delirio nella ferocia di un'altra epoca, vi chiederete se le domande sulla vostra vita e quello che vi circonda valgano la pena di essere poste.


ESTRATTO

Ciò che voleva fare era in realtà molto più difficile di mettere sottosopra l'intero sistema di comunicazione dati della capitale Selène: doveva avventurarsi in un'altra sfera dati. Prese un minuto per prepararsi psicologicamente e fisicamente: non lo aspettava un lavoro tanto semplice. Quando fu pronto, si catapultò sulla tastiera olografica e generò un migliaio di ponti falsi alla rete reduiense per depistare quello vero, quello con cui avrebbe fatto il salto. Gli amministratori della rete reduiense se ne accorsero subito, forse aiutati da qualche bot, ma nel frattempo il monakhòs si era già intrufolato, come un comune spettatore, nel via vai dei dati che svolazzavano per Redui. Riuscì a mascherare il suo ponte facendolo passare attraverso il satellite in orbita Spejl, e da lì a una delle tante sonde reduiensi inutilizzate dall'inizio della guerra. Dalla sonda riuscì ad aggrapparsi alle frequenze della colonia reduiense Iod così che figurasse come un semplice navigatore informatico della colonia. Una volta che fu dentro la rete reduiense, fece breccia negli archivi e nelle piazze virtuali con altri codici ben più complessi: non capitava di rado che dovesse immettere il fattoriale di numeri a cinque cifre nel giro di pochi minuti, chiavi d'accesso che spesso cambiavano più in fretta di quanto lui potesse scrivere. Dopo qualche decina di tentativi, riuscì a rendersi completamente invisibile anche lì e poté permettersi di rilassarsi per un momento. Aprì una delle cosiddette “autostrade”, dei vecchissimi canali di trasferimento dati riguardanti unicamente la comunicazione fra privati che gli inventori della rete informatica reduiense, un millennio prima, avevano creato, ma che con il tempo non erano stati cancellati né modificati quando altre forme più avanzate di trasferimento dati furono introdotte. Le autostrade rimanevano allora come sepolte nell'archeologia virtuale di Redui, in quanto non avevano più alcuna utilità, ma erano ancora perfettamente funzionanti: Lav Pat'Nab era vicino come nessuno mai ai gangli della comunicazione privata reduiense. Leggeva insoddisfazione, molto disagio e malessere diffuso, e dovette concentrarsi sul suo obiettivo: riuscì a rintracciare dei frammenti, dei barlumi della rete privata di una famiglia distrutta da tempo. Si agganciò agli estremi della figlia, che figurava ancora come una bambina – ma che Lav Pat'Nab sapeva benissimo non essere più tale – e si lasciò trasportare dalla corrente. Come un topo si divincolò fra gli altri canali in cui rischiava di rimanere invischiato, e giunse infine alla porta d'accesso al terminale di quella bambina cresciuta. Si prese il suo tempo, si massaggiò le tempie e gli occhi.
Entrò, violentando i sistemi di difesa informatici, e strinse in pugno ogni macchina, ogni schermo, ogni lampadina che facesse capo a quel computer. Ma, di nuovo, non era lì per rompere macchine o bruciare lampadine: accese lo schermo che riteneva fosse quello più interessante e la relativa videocamera. Limmagine di Euerghete gli si materializzò davanti agli occhi. I capelli lisci, mori e squadrati della Vestale maggiore erano sempre gli stessi di un tempo. Euerghete si girò verso lo schermo acceso e a sua volta vide il monakhòs stringere l'ologramma della tastiera di fronte a lei.

L'autore

Toscano, classe '95. Dopo essermi diplomato al Liceo Classico F. Petrarca di Arezzo, sono studente di laurea triennale in economia alla Copenhagen Business School. L´incensiere è il mio secondo romanzo - il primo, Selène, è stato pubblicato nel 2015 da Lettere Animate Editore. Coltivo la composizione al pianoforte e la lingua cinese nel tempo libero.

venerdì 24 marzo 2017

Recensione: Fear The Walking Dead - Season 2

Salve lettori e buon venerdì!
Perdonate la mia assenza, ma questa settimana non ho avuto un momento libero e solo ora riesco a sedermi davanti al PC per scrivere questa recensione che ho rimandato per troppo tempo.
Aspettando la terza stagione, vi lascio il mio pensiero sulla seconda, che è risultata un po' traballante, ma tutto sommato coinvolgente.



Creatori e produttori esecutivi: Robert Kirkman, Gale Anne Hurd, Greg Nicotero, David Alpert, Dave Erickson
Cast: Kim Dickens, Cliff Curtis, Frank Dillane, Alycia Debnam-Carey e molti altri...
Genere: Apocalittico/Drammatico/Azione
Anno: 2016

Trama: Ambientata a Los Angeles, la serie segue le vicende di una famiglia allargata che comprende Travis, insegnante divorziato con un figlio e Madison, consulente scolastica e i suoi due figli durante le prime fasi dell'apocalisse zombie.

RECENSIONE


Continuiamo a seguire Travis e la sua famiglia nella continua fuga dai vaganti, ritrovandoli dove li avevamo lasciati al termine della prima stagione, ovvero sullo yacht con Strand. Dopo qualche divergenza a bordo, decidono di attraccare nella baia di un isola vicina, e vengono accolti da una famiglia di sopravvissuti. Le loro vite continuano a dividersi tra terra, dove cercano cibo e qualsiasi cosa possa essere utile per la loro sopravvivenza, e mare, in cui avvengono strani incontri.
In Messico trovano rifugio presso la tenuta di Thomas Abigail, in cui vi è la credenza che i vaganti non siano davvero morti e che quindi torneranno in vita. Oscuri segreti si nascondono in questo luogo e, una volta superati tutti gli ostacoli, la famiglia di Travis si ritrova divisa, perché Nick decide di non seguirli. Da qui in poi la storia continua seguendo le vite dei protagonisti ora divisi, ma ciò che li attende è qualcosa di inaspettato e ancora lontano dalla vera salvezza.

Come vi dicevo, questa seconda stagione di Fear The Walking Dead ha presentato degli alti e bassi. Vi è senza dubbio più azione, ma anche una vera e propria crescita di alcuni personaggi. Nick, che è sempre stato una mina vagante, decide di lasciare la sua famiglia, unendosi ad una Colonia di superstiti che cercherà in ogni modo di mettere in salvo. Chris, che non aveva conquistato i cuori degli spettatori fin dall'inizio, subito fa grandi passi avanti, compiendo azioni che ci fanno capire che in qualche modo ha accettato il nuovo mondo in cui è costretto a vivere e che tutto ciò implica dei sacrifici. Ma quando il padre Travis tenta di riavvicinarlo, dopo un primo momento di successo, capiamo che ciò che li attende non è nulla di buono e che Chris rimane sempre un ragazzino che preferisce fare di testa sua. Se nella prima stagione avevamo fatto fatica ad entrare in sintonia con alcuni personaggi, qui la cosa non varia di molto. Alicia e Madison continuano a restare caratteri neutri, senza nulla da dire, mentre Strand, nato come carattere misterioso, viene lasciato fin troppo in disparte. Una location ricca di azione è l'albergo apparentemente vuoto in cui si rifugiano Victor, Madison e gli altri. Anche in questo caso, sebbene vi siano numerosi colpi di scena, tutto si svolge troppo velocemente, come se lo scopo del gruppo fosse vagabondare e non stabilirsi da qualche parte. Il finale di stagione, oltre ad aver dato soddisfazione ad alcuni spettatori, lascia intendere che la strada da percorrere è ancora piena di ostacoli e che, nonostante ci siano più superstiti di quanti ci si aspettasse, non tutti sono disposti a collaborare.
Purtroppo ci sono stati anche dei punti che mi sono sembrati solo una brutta copia della serie madre e quella che doveva essere una storia differente, si è rivelata molto più simile all'originale del previsto. Chi ha seguito The Walking Dead saprà che anche il gruppo protagonista sperimentò un modo per passare inosservato tra i vaganti, ricoprendosi di sangue infetto, ma questo escamotage è usato troppo spesso nello spin off, facendo risultare gli zombie solo un disturbo di poco conto. La decisione di dividere i protagonisti non l'ho trovata così male, ho preferito di gran lunga seguire Nick alla Colonia, che Alicia e Madison all'hotel. In conclusione, questa seconda stagione non è stata malaccio, mi è piaciuta e l'ho seguita con entusiasmo, ma alla fine mi sono ritrovata a dubitare sul suo svolgimento. Poteva essere fatta meglio? Potevano focalizzarsi di più su certi aspetti ed essere più originali su altri? Io credo proprio di sì.

Voto
★★★✰✰

venerdì 17 marzo 2017

Segnalazione librosa: Ritratto di dama

Buon venerdì, cari lettori!
Come state? Ma soprattutto, come procedono le vostre letture?
Io in questi giorni ho una voglia matta di comprare nuovi libri, soprattutto in inglese, ma purtroppo devo rinunciare, potendo solo sfogliare il romanzo che ha attirato la mia attenzione l'ultima volta che sono andata in libreria e che ho dovuto lasciare sullo scaffale - sigh!
Oggi, però, sono felice di presentarvi il romanzo di una mia concittadina, Giorgia Penzo, intitolato Ritratto di dama


Autore: Giorgia Penzo
Casa editrice: CartaCanta
Genere: Romanzo
Formato: Cartaceo (presto anche in ebook)
Numero pagine: 153
Data di pubblicazione: 6 marzo 2017
Prezzo: 13.00 €
Link d'acquistoAMAZON

Trama: Il viaggio di due anime che si amano da sempre e che combattono per incontrarsi, una favola metropolitana dalle atmosfere parigine. Notte di San Lorenzo. Seduta su una panchina di fronte a Notre Dame una ragazza sembra aspettare qualcuno. Guillaume, studente di Storia dell'arte, la nota da lontano. Incrocia il suo sguardo e ha un sussulto: è identica alla famosa Belle Ferronnière ritratta da Leonardo da Vinci. Con una immediata complicità, dal Point Zéro inizia la loro passeggiata attraverso la Ville Lumière. I due parlano di ciò di cui è fatta la vita: arte, fato, desideri, morte. Ma soprattutto d'amore. A un passo dall'alba, la ragazza svela a Guillaume il suo segreto...


L'autrice


Giorgia Penzo (Reggio Emilia, 1987) è laureata in Giurisprudenza e appassionata di storia, mitologia classica, cinema e arte. Nel 2013 pubblica una duologia urban fantasy (Red carpet e Asphodel, Editrice GDS) che riscuote grande successo. Si autodefinisce una nerd, nata nel posto sbagliato, nell'epoca sbagliata e laureata nella facoltà sbagliata. Forse per questo il suo blog conta circa 6.000 iscritti e il suo profilo Twitter 18.000 follower.

lunedì 13 marzo 2017

5 manie del bibliofilo

Buongiorno, amanti dei libri!
Oggi voglio proporvi un argomento che, se siete bibliofili come me, vi toccherà personalmente. C'è chi coltiva la passione per i libri sin da bambino, da quando impara a leggere, mentre altri scoprono questo meraviglioso passatempo solo anni più tardi. Che voi apparteniate alla prima o alla seconda categoria, poco importa, perché se vi ritenete dei bibliofili, allora come tali avrete anche qualche mania che mettete sempre in pratica quando avete davanti un libro. Io mi ritengo tale e oggi vi confesso le mie 5 manie da bibliofila.


Alcune persone leggono di tanto in tanto, qualche libro veloce e leggero per distrarre la mente. Altri, invece, sono dei veri e propri divoratori, con una vera passione per la lettura e il mondo dei libri. Io mi sono ritrovata catapultata tra pagine e parole stampate all'età di sei anni, quando a scuola mi hanno insegnato a leggere e scrivere. Ero molto curiosa di conoscere meglio questa cosa che mi permetteva di mettere una lettera dopo l'altra fino a formare una parola di senso compiuto, addirittura una frase o un intero paragrafo, così mi esercitai fin da subito, leggendo prima libri di favole, poi passando a storie più lunghe e complesse. Ad un certo punto, credo verso i dodici anni, ho iniziato a maturare delle manie riguardanti i libri che ancora adesso mi appartengono e che fanno alzare gli occhi al cielo a mia madre ogni volta che mi accompagna in libreria.

1. Al momento dell'acquisto, il libro deve essere perfettamente integro
Capita, purtroppo, che alcune copie di un libro abbiano pagine spiegazzate, copertine martoriate o qualche difetto, perciò  metto sempre a confronto i libri della pila che mi interessa, in modo da trovare quello più integro. Questa mania non vale per i libri presi in prestito in biblioteca, perché passando di mano in mano è inevitabile che si rovinino. Se invece mi viene prestato un libro, lo tratto come se fosse mio, perciò state tranquilli che tornerà a casa sano e salvo.

2. Uso segnalibri, fogli e fogliettini, ma assolutamente NON faccio le orecchie alle pagine
Devo confessare che da piccola mi importava ben poco dell'integrità fisica delle pagine dei libri della biblioteca e, vedendo che già qualcuno in precedenza aveva fatto le orecchie alle pagine, mi dicevo che non si sarebbe notato così tanto se le avessi fatte anche io. Con il tempo, forse perché avevo abbandonato la biblioteca e iniziato ad acquistare libri, ho dato molta più importanza a questo aspetto e da allora non oso nemmeno immaginare di fare le orecchie alle pagine!
Altra cosa che non faccio e non ho mai fatto, ma che molti fanno, è piegare a metà il libro. Assolutamente da evitare!

3. Non scrivere/sottolineare i libri, ma usare un apposito block notes/agendina per annotare frasi o citazioni
Anche in questo caso non sono senza peccato, perché ho dovuto sottolineare - l'ho fatto a matita leggera leggera - 1984 di Orwell, su cui ho basato la mia tesina di maturità. Ho provveduto poi a cancellare tutti i segni con molta cura e attenzione, ma vi garantisco che quella è stata la prima e unica volta. Non potrei mai sottolineare con l'evidenziatore, o ancora peggio, con la biro un libro, ma ci sono persone che lo fanno e quando le vedo sgrano inevitabilmente gli occhi. 

4. Avere i libri della stessa serie tutti uguali
Come sapete, detesto aspettare l'uscita del volume successivo di una serie, preferisco di gran lunga aspettare di più e comprarli una volta pubblicati tutti, così posso leggerli uno dietro l'altro e godermi di più la storia. Ebbene, questa piccola grande attesa mi permette di avere non solo tutti i volumi in blocco, ma anche della stessa edizione. E' una mania che ho anche quando compro libri dello stesso autore, cerco sempre di trovarli della stessa collana. Una volta, però, qualcosa di terribile è capitato: sono tornata a casa dopo aver comprato qualche libro e mi sono ritrovata con L'altra metà del mondo della Zevin ben più alto di La misura della felicità. I due volumi convivono da diverso tempo vicini, sullo stesso scaffale, e io mi sono messa il cuore in pace, pur non capendo il perché di due altezze così diverse, essendo pubblicati dalla stessa casa editrice e con lo stesso tipo di copertina.

5. Tolgo sempre le fascette dal libro
Ora ditemi, quanto sono scomode e inutili quelle maledette fascette, che non fanno altro che riportare il numero di copie vendute o avvisare che il tal libro è primo in classifica tra i best sellers?
Che dire, ogni volta che compro un libro, appena arrivo a casa la prima cosa che faccio è togliere e buttare quell'inutile pezzo di carta.

Cari lettori, queste erano le mie principali manie in fatto di libri. Cosa ne pensate? Siete d'accordo?
Fatemi sapere quali sono le vostre, che cosa vi fa venire i brividi e cosa, invece, tollerate di più.
Ora scappo, ci rileggiamo presto qui sul blog!

mercoledì 8 marzo 2017

Novità cinematografiche - Marzo 2017

Logan - The Wolverine

Regia: James Mangold
Cast: Hugh Jackman, Patrick Stewart, Richard E. Grant e molti altri...

Trama: El Paso, 2029. Sono 25 anni che non nascono più mutanti e quelli che sono sopravvissuti sono degli emarginati, in via di estinzione. Logan/Wolverine vive facendo lo chaffeur e la sua capacità di rigenerazione non funziona più come un tempo, mentre il Professor X ha novant'anni e il controllo dei suoi poteri psichici è sempre meno sicuro. Quando una donna messicana cerca Logan per presentargli una bambina misteriosa di nome Laura, nuove attenzioni e nuovi guai cominciano a raggiungere i mutanti.

Genere: Azione
Durata: 135 minuti

Al cinema dall' 1 marzo.


La legge della notte

Regia: Ben Affleck
Cast: Ben Affleck, Elle Fanning, Brendan Gleeson e molti altri...

Trama: Veterano della Prima Guerra Mondiale, Joe Coughlin diventa un criminale nell'America del proibizionismo. Figlio del capo della polizia di Boston, ripudia il genitore e la buona educazione per trovare il suo posto nella guerra tra irlandesi e italiani. Tra fiumi di champagne, club fumosi e banditi che volano dai tetti coi loro Borsalino, deruba i primi e finisce per lavorare per i secondi. Indeciso sul suo status, Joe è a disagio nei panni del gangster e usa con riluttanza la pistola, si innamora di Emma Gould, la pupa del boss che non gradisce, lo pesta e lo condanna a morte. A salvarlo è l'intervento del padre, che non fa sconti, consegnandolo ai suoi uomini e alla prigione. Scontata la pena accetta la proposta di Maso Pescatore, padrino mafioso che lo spedisce a Tampa a contrabbandare alcol. Di nuovo innamorato, questa volta di una bellezza locale, i suoi affari sono intralciati dal Ku Klux Klan, dal fanatismo religioso di una giovane (ma)donna e dalle ambizioni paterne di Pescatore. Per guadagnarsi una vita di giorno questa volta dovrà mettere mano alle armi e abbracciare la legge della notte.

Genere: Noir
Durata: 128 minuti

Al cinema dal 2 marzo.


God's Not Dead 2

Regia: Harold Cronk
Cast: Jesse Metcalfe, David A.R. White, Ray Wise e molti altri...

Trama: L'ambientazione si sposta dal college del primo God's Not Dead all'aula di un tribunale, dove un'insegnante di liceo, Grace Wesley, viene chiamata in giudizio per aver fatto proselitismo in classe, rispondendo alla domanda di una studentessa sulla figura storica di Cristo. Per l'accusa, rappresentata da uno dei più prestigiosi avvocati americani tale accadimento dovrà servire a creare un precedente finalizzato alla rimozione di ogni argomentazione di fede dai luoghi pubblici. La difesa, affidata ad un giovane avvocato di ufficio, con poca esperienza ma di grande determinazione, riserverà numerosi colpi di scena.

Genere: Drammatico
Durata: 120 minuti

Al cinema dal 2 marzo.


La luce sugli oceani

Regia: Derek Cianfrance
Cast: Michael Fassbender, Alicia Vikander, Rachel Weisz e molti altri...

Trama: Su una remota isola australiana, negli anni successivi alla Prima guerra mondiale, il guardiano del faro Tom e sua moglie Isabel, vedono cambiare le loro vite quando il mare spinge fino a loro una barca alla deriva con un morto e una neonata. Tom and Isabel sono una coppia già provata da due aborti e un bambino nato morto. Dopo le prime resistenze di Tom, i due decidono di crescere la neonata e di chiamarla Lucy.

Genere: Drammatico
Durata: 133 minuti

Al cinema dall'8 marzo.


Il diritto di contare

Regia: Theodore Melfi
Cast: Taraji P. Henson, Octavia Spencer, Janelle Monáe e molti altri...

Trama: Tre donne afro-americane, Katherine Johnson, Dorothy Vaughn e Mary Jackson lavorano alla Nasa e sono le menti brillanti che hanno messo a punto il primo programma di missioni spaziali che ha portato uomini come l'astronauta John Glenn in orbita. Il film racconta la loro storia, su quanto i loro studi abbiano influito a contrastare gli stereotipi razziali.

Genere: Drammatico
Durata: 127 minuti

Al cinema dall'8 marzo.


Autopsy

Regia: André Øvredal
Cast: Brian Cox, Emile Hirsch, Olwen Catherine Kelly e molti altri...

Trama: Grantham, Virginia. Nello scantinato di una casa teatro di un misterioso duplice omicidio viene trovato anche il cadavere di una giovane donna. Nessuno sa chi sia e perciò viene denominata Jane Doe, nome generico. L'esperto medico legale Tommy Tilden, assistito dal figlio Austin, è incaricato di eseguire l'autopsia di Jane Doe per individuare le cause della morte, che sono ignote. Il corpo è in condizioni perfette, senza alcun segno evidente di ferite o ecchimosi. Che cosa quindi ha ucciso la ragazza? Questo è il mistero che padre e figlio devono svelare attraverso l'autopsia. Polsi e caviglie risultano fratturati, gli occhi grigi, la lingua recisa. Una mosca, inoltre, esce dal naso di Jane. Più procede l'analisi, più il mistero si infittisce in un clima di orrore che non può che sfociare nell'orrore vero e proprio. E intanto, fuori, è in arrivo una tempesta epocale.

Genere: Horror
Durata: 86 minuti

Al cinema dall'8 marzo.


Kong - Skull Island

Regia: Jordan Vogt-Roberts
Cast: Tom Hiddleston, Samuel L. Jackson, John Goodman e molti altri...

Trama: 1973. All'indomani del ritiro delle truppe americane dal Vietnam, due scienziati sui generis convincono Washington a finanziare una missione segreta alla scoperta di un'isola nel sud del Pacifico. Quando gli elicotteri superano la nube tempestosa che nasconde l'isola al mondo esterno, fanno ben presto conoscenza con un gigantesco gorilla, venerato come un dio e chiamato Kong.

Genere: Azione
Durata: 118 minuti

Al cinema dal 9 marzo.


La Bella e la Bestia

Regia: Bill Condon
Cast: Emma Watson, Dan Stevens, Luke Evans e molti altri...

Trama: La celebre fiaba La Bella e la Bestia torna sul grande schermo in una nuova rivisitazione live-action dell'indimenticabile classico d'animazione Disney del 1991. La storia racconta il fantastico viaggio di Belle, giovane donna brillante, bellissima e dallo spirito indipendente che viene fatta prigioniera dalla Bestia e costretta a vivere nel suo castello. Nonostante le proprie paure, Belle farà amicizia con la servitù incantata e imparerà a guardare oltre le orrende apparenze della Bestia scoprendo l'anima gentile del Principe che si cela dentro di lui.

Genere: Fantasy
Durata: 123 minuti

Al cinema dal 16 marzo.


La cura dal benessere

Regia: Gore Verbinski
Cast: Dane DeHaan, Jason Isaacs, Mia Goth e molti altri...

Trama: Un impiegato viene mandato a salvare il suo capo che è rimasto bloccato in un'europea "wellness spa" ma presto si rende conto di essere intrappolato e scopre che la struttura ha uno scopo più sinistro del provvedere ai bisogni salutari dei suoi pazienti. La Goth interpreterà una paziente di lunga data che è ignara dei piani oscuri che il direttore della spa ha in serbo per lei.

Genere: Thriller
Durata: 145 minuti

Al cinema dal 23 marzo.



Ghost in the Shell

Regia: Rupert Sanders
Cast: Scarlett Johansson, Michael Pitt, Juliette Binoche e molti altri...

Trama: Basato sul marchio di fantascienza di fama internazionale, Ghost in the Shell segue la saga di Major, un singolare ibrido umano-cyborg delle operazioni speciali a capo della task force d'elite Section 9. Dedicato a contrastare i più pericolosi criminali ed estremisti, Section 9 affronta un nemico il cui unico obiettivo è eliminare gli sviluppi di cyber tecnologia della Hanka Robotic.

Genere: Azione
Durata: 102 minuti

Al cinema dal 30 marzo.

Novità letterarie - Marzo 2017

Buongiorno, lettori!
So che ormai non ci speravate più, ma non mi sono dimenticata delle novità che marzo, iniziato già da una settimana, porta con sé. La primavera in arrivo mi mette sempre di buon umore, speriamo che questo mese abbia in serbo per noi tanti titoli interessanti.

Vampiro in pigiama

Autore: Mathias Malzieu
Casa editrice: Feltrinelli
Genere: Narrativa
Numero pagine: 176

Trama: La scoperta di avere una grave malattia del sangue sconvolge la vita di Mathias Malzieu. Un anno intero in bilico fra la vita e la morte è raccontato in un intenso diario in cui l'autore segue le tappe di questa esperienza, che lo porta a subire un trapianto. Con la stessa leggerezza e ironia di Jack e Tom Cloudman, gli eroi dei suoi romanzi precedenti, l'autore narra in prima persona le cure mediche ricevute, le degenze negli ospedali, gli incontri di grande impatto emotivo in quei luoghi freddi e asettici, ma soprattutto mette a nudo i sentimenti provati, dal dolore fisico alla rabbiosa gioia di vivere, dall'amore per i cari e per l'adorabile Rosy al piacere di assaporare le piccole cose quotidiane: il sole, il vento, una Coca-Cola ghiacciata, la visione di un film, il gusto di un bacio. Il desiderio di creare, di fare musica, di promuovere la sua pellicola "Jack e la meccanica del cuore", che uscirà a ridosso della diagnosi, terranno accesa la straordinaria vitalità di questo eterno bambino, che non rinuncia alle sue galoppate in skateboard né ai suoi sogni. Stoico e coraggioso come un cavaliere Jedi, affronterà questa battaglia, rinascendo per una seconda volta, grazie al sangue di un cordone ombelicale.

L'uscita è prevista per il 2 marzo.


Ferro e sangue

Autore: Liza Marklund
Casa editrice: Marsilio
Genere: Giallo
Numero pagine: 384

Trama: Sono passati quindici anni da quando Annika Bengtzon ha messo la sua prima firma sulla Stampa della sera, con tanto di foto accanto all'articolo sull'omicidio di Josefin Liljeberg, la ragazza che lavorava al club Studio Sex; una morte di cui nessuno è ancora ufficialmente responsabile. Sempre in prima linea nella ricerca della verità, Annika da allora non ha mai smesso di scrivere di casi irrisolti, mossa dall'ostinazione che la spinge a esporsi a qualsiasi rischio in nome di un radicato senso della giustizia. Ma ora che la vita comincia a funzionare, il suo mondo così faticosamente conquistato rischia di crollare. Non solo ci sono progetti per smantellare la testata per cui lavora ma, in aggiunta, la sorella Birgitta, dopo averle inviato una serie di messaggi inquietanti, è scomparsa. Tra un passato che ritorna minaccioso e un presente carico di tensione, l'irriducibile reporter della Stampa della sera si ritrova coinvolta in un’indagine che la costringe a un duro confronto con la famiglia e con se stessa, obbligandola ad affrontare una volta per tutte le conseguenze del drammatico gesto compiuto in gioventù che ha sconvolto la sua vita. Un'inchiesta, l'ultima, dove ritornano con forza i temi a lei più cari: l'amore per il giornalismo, la lotta in difesa delle donne, la solidarietà verso la parte debole della società.

L'uscita è prevista per l'8 marzo.


Nel guscio

Autore: Ian McEwan
Casa editrice: Einaudi
Genere: Romanzo

Trama: Una donna, Trudy, suo marito John Cairncross, editore e poeta, e l'amante di lei, Claude, agente immobiliare senza troppi scrupoli. Un triangolo destinato a concludersi nel sangue quando Trudy e Claude decidono di uccidere John, per impadronirsi della sua prestigiosa e decadente casa di famiglia. L'unico testimone del loro crimine è il narratore della storia, il bambino che Trudy sta per mettere al mondo; che non può vedere eppure è in grado di sentire ogni cosa. Attraverso le sue sensazioni, le sue ipotesi e i suoi dubbi scopriamo che Claude è il fratello di John; comprendiamo i dettagli del delitto e soprattutto i passi falsi dei due complici. Perché anche il crimine che sembra perfetto rivela qualche crepa. E sarà proprio quel testimone improbabile che, come un detective o un novello Amleto, si farà giustizia facendo emergere il dettaglio che incastra gli assassini.

L'uscita è prevista per il 14 marzo.


Una perfetta sconosciuta

Autore: Alafair Burke
Casa editrice: Piemme
Genere: Thriller
Numero pagine: 380


Trama: Immagina che la polizia arrivi a casa tua e ti mostri una foto in cui tu - con i capelli di quel tuo rosso inconfondibile, il tuo cappotto blu - stai baciando un uomo. Peccato che quell'uomo sia stato trovato morto trentuno ore prima, e tu non ricordi di averlo mai baciato. Anzi, lo conoscevi appena. Era il tuo nuovo capo, l'uomo che ti aveva dato in gestione la galleria per conto di un misterioso proprietario. Il lavoro dei tuoi sogni: ti era sembrato troppo facile, troppo bello per essere vero. Eppure tutto era andato liscio, la galleria esisteva davvero, avevi firmato un contratto regolare. Adesso, però, guardando quella foto capisci che non c'era niente di regolare. Niente di facile. Perché là fuori qualcuno sta cercando di incastrarti, anche se non riesci a immaginare il motivo. Qualcuno che sa molte cose di te. E che forse ti è molto vicino... In questo thriller in cui nulla è come sembra, Alice Humphrey vede crollare intorno a sé, come un castello di carte, ogni certezza. Compresa quella più importante: la sua stessa innocenza.

L'uscita è prevista per il 14 marzo.


Il silenzio della morte

Autore: Helen Durrant
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Thriller
Numero pagine: 256

Trama: Nel parco giochi del complesso di case popolari di Hobfield, nel nord dell'Inghilterra, viene fatta una macabra scoperta: un sacchetto con delle dita mozzate, roba da impressionare anche il più navigato tra gli investigatori. Ma i due detective a cui è stato affidato il caso, l'ispettore Tom Calladine e il sergente Ruth Bayliss, non hanno tempo per la paura, e devono mettersi sulle tracce dell'assassino prima che tutto il quartiere venga sopraffatto dalla violenza. Potrebbe trattarsi di un regolamento di conti inscenato dal boss della droga Ray Fallon, ma l'istinto suggerisce a Calladine che il caso che ha per le mani è qualcosa di molto peggio, qualcosa che non ha ancora un nome. Riusciranno i due detective a rintracciare l'assassino prima che qualcun altro venga ucciso e che la stampa dia notizia di altri crimini dai contorni raccapriccianti? Calladine, Bayliss e il resto della loro squadra battono con perizia tutte le piste, in una continua corsa contro il tempo, fino a ritrovarsi su un sentiero che passa pericolosamente vicino a casa...

L'uscita è prevista per il 16 marzo.


Il nostro dolcissimo segreto

Autore: Nicole Williams
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo
Numero pagine: 320

Trama: Clara Abbot e Boone Cavanaugh sono stati inseparabili. Hanno vissuto una storia fatta di baci appassionati e tante promesse, intensa come solo un amore adolescenziale sa essere. Pensavano che nulla avrebbe mai potuto mettersi fra loro. Poi sono cresciuti, e si sono dovuti confrontare con la realtà: non erano fatti per stare insieme. Troppo diversi i loro caratteri, troppo diverse le loro famiglie. Boone era un ribelle con una madre alcolizzata, Clara una ragazza tutta buone maniere, figlia maggiore del magnate del petrolio di Charleston. La loro favola era destinata a finire. Quando Boone ha lasciato Clara, lei si è imposta di dimenticarlo e di rifarsi una nuova vita in California. Entrambi sono andati avanti. Finché un giorno, dopo sette anni, Clara lo rivede in occasione del matrimonio di sua sorella. Che cosa prova per lui? Rabbia? Indifferenza? Pena? E cosa prova lui? Forse c'è un modo per scoprirlo, ma deve rimanere assolutamente un segreto...

L'uscita è prevista per il 16 marzo.


Non è stata colpa mia

Autore: Leah Mercer
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo
Numero pagine: 288

Trama: Sono passati due anni da quando Zoe ha perso il suo bambino in un incidente e quel ricordo la tormenta ogni giorno. Se avesse stretto di più la presa, se fosse stata più rapida, forse avrebbe potuto salvarlo. Sa che non è stata colpa sua, Edward gliel'ha ripetuto mille volte, ma le parole amare del marito subito dopo la tragedia non possono essere cancellate e hanno scavato in profondità nell'animo di Zoe. Edward vorrebbe che insieme trovassero la forza per andare avanti, ma è stanco di essere tagliato fuori, stanco di vedere sua moglie crogiolarsi nel dolore. Un weekend a Parigi potrebbe essere la loro ultima occasione per riconciliarsi, ma le cose non vanno come previsto: Zoe e Edward si perdono ancora prima di uscire dalla Gare du Nord. Soli e smarriti, dovranno ritrovarsi, ma è ancora possibile?

L'uscita è prevista per il 16 marzo.


L'amore addosso

Autore: Sara Rattaro
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Romanzo
Numero pagine: 240

Trama: «La verità è quasi sempre una storia raccontata a metà.»
Una giovane donna attende con ansia fuori da una stanza d'ospedale. È stata lei ad accompagnare lì d'urgenza l'uomo che ora è ricoverato in gravi condizioni. È stata lei a soccorrerlo in spiaggia, mentre passava per caso, dice. Non dice – non può farlo – che invece erano insieme, che sono amanti. Lo stesso giorno, in un'altra ala dell'ospedale, una donna è in attesa di notizie sul marito, vittima di un incidente d'auto. Non era con lui al momento dell'impatto; non era rintracciabile mentre la famiglia, da ore, cercava di mettersi in contatto con lei. E adesso, quando la informano che in macchina con il marito c'era una sconosciuta, non sembra affatto stupita.
La prima donna è Giulia. La seconda è ancora Giulia. E il destino, con la sua ironia, ha scelto proprio quel giorno per fare entrare in collisione le due metà della sua vita: da una parte, quella in cui è, o sembra, una moglie fortunata e una figlia devota; dall'altra, quella in cui vive di nascosto una passione assoluta e sfugge al perbenismo di sua madre – alle ipocrisie, ai non detti, a una verità inconfessabile. Una verità che perseguita Giulia come una spina sotto pelle; un segreto che fa di lei quell'essere così tormentato e unico, luminoso e buio; un vuoto d'amore che si porta addosso come una presenza ingombrante, un caos che può soltanto esplodere. Perché l'amore è una voce che non puoi zittire e una forza che non puoi arrestare. L'unica spinta che può riportarti a ciò che sei veramente.
Sara Rattaro torna con L'amore addosso, una storia potente e sincera, che parla di famiglia e amore, amicizia e desideri inafferrabili. Una storia che mette a nudo gli alibi dietro cui ci nascondiamo per paura di ferire o essere giudicati, le bugie che diciamo per amore ma che solo un amore vero potrà poi perdonare. L'amore addosso è un romanzo in cui è la nostra stessa vita a raccontarsi tra le pagine e le emozioni ci arrivano dritte al cuore.

L'uscita è prevista per il 21 marzo.


La ragazza del dipinto

Autore: Ellen Umansky
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo
Numero pagine: 352

Trama: Vienna, 1939. Mentre lo spettro della guerra terrorizza l'Europa, i genitori di Rose Zimmer cercano disperatamente un modo per lasciare l'Austria. Non riuscendoci, decidono di salvare almeno la loro giovane figlia. Rose viene così affidata a degli sconosciuti e portata in Inghilterra. Sei anni più tardi, quando la guerra è finalmente terminata, Rose tenta di ricostruire la propria vita devastata: si mette quindi alla ricerca di un quadro di Soutine, appartenuto alla madre, e al quale la donna era legatissima. Dopo essersi trasferita a Los Angeles e aver trascorso lì la propria vita, Rose si imbatterà nuovamente nelle tracce di quel dipinto, diventato per lei quasi un'ossessione, e in Lizzie Goldstein, che ne è entrata in possesso dopo di lei. Tra Lizzie e Rose nasce un'amicizia inaspettata, destinata però a interrompersi bruscamente quando le due donne si troveranno di fronte a una verità dolorosa: un segreto che ha a che fare con il quadro di Soutine e che è rimasto nascosto per tanti anni... Una prosa cristallina per una storia che parla di nostalgia, dolore, perdita e perdono.

L'uscita è prevista per il 23 marzo.


La figlia dello stregone

Autore: Terry Brooks
Casa editrice: Mondadori
Genere: Fantasy
Numero pagine: 324

Trama: Come sogno, come magia, così si enunciano le leggende meravigliose di Shannara. Nella ricostruzione prodigiosa della vasta città di Arishaig, nel carisma malvagio di Arcannen Rai, nella vertiginosa altezza della Torre della Fenice, nell'amore struggente che lega Paxon e Leofur Rai, nel sublime Canto Magico che tutti gli elementi controlla, nella micidiale potenza delle armi a raggi ustori, nell'indifferente crudeltà di uno Sleath, e ancora nella misteriosa sparizione di Crysallin e nelle ombre paurose che accerchiano la Fortezza dei Druidi. Con l'avventura estrema della luminosa Leofur, con la sua lotta all'ultimo sangue con il suo potente Padre, Terry Brooks ci consegna il terzo e ultimo libro dei "Difensori".

L'uscita è prevista per il 28 marzo.

lunedì 6 marzo 2017

Recensione: Orgoglio e Pregiudizio

Buon pomeriggio, lettori!
Finalmente ho un attimo di tempo per recuperare una recensione in arretrato e direi che non c'è modo migliore di iniziare una nuova settimana, che parlando di un libro tanto bello quanto famoso. 
Come sapete, ho partecipato al progetto di Susy, che oltre a tirarmi fuori da un momentaneo blocco del lettore, mi ha permesso di leggere un romanzo che rimandavo da troppo tempo. Come vi avevo promesso, oggi vi parlo di Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen.


Autore: Jane Austen
Genere: Romanzo rosa
Formato: Ebook
Numero pagine: 365

Trama: La signora Bennet cerca affannosamente di sistemare le cinque figlie con un buon matrimonio. E quando in una tenuta vicina arriva Fitzwilliam Darcy, ricco e misterioso, burbero ma affascinante, la società locale va in fibrillazione. Chi non si lascia ammaliare è la seconda delle sorelle Bennet, Elizabeth. Intelligente e spiritosa, non desidera passare la vita tra un ballo, un tè e pettegolezzi insignificanti. Elizabeth sogna l'amore, e forse proprio l'ombroso Darcy è l'uomo giusto... Orgoglio e Pregiudizio è il capolavoro della Austen, un irresistibile ritratto della società inglese all'alba del Romanticismo, una storia d'amore raccontata con grazia e sottigliezza psicologica.


RECENSIONE


Elizabeth Bennet è una ragazza intelligente e spigliata. Vive con la sua famiglia a Longbourn, nell'Hertfordshire, ed è la secondogenita di Mr. e Mrs. Bennet. Ha un forte legame con la sorella maggiore Jane, molto bella e dall'animo gentile, mentre è più distaccata dalle tre sorelle minori, Mary, Catherine e Lydia. Un giorno, nel vicinato, arriva una faccia nuova e Mrs. Bennet fa di tutto per scoprire di chi si tratta. E' Mr. Bingley, un giovanotto di bell'aspetto che ha affittato la tenuta di Netherfield. Dopo un incontro iniziale, vengono tutte invitate al ballo a Netherfield e lì avranno modo, in particolare Jane, di approfondire la conoscenza con Mr. Bingley.
Quest'ultimo è sempre accompagnato da un caro amico, Mr. Darcy, che sin da subito mostra un carattere sprezzante e orgoglioso. La sua attenzione viene inaspettatamente attirata da Elizabeth, che si rivolge a lui con modi gentili, ma senza favoritismi, come invece le altre persone sono solite fare. Lei, però, viene subito frenata dal pregiudizio che ha di lui, considerandolo troppo egoista e orgoglioso per rivolgere l'attenzione ad una ragazza come lei. Tra lacrime e ripensamenti, riusciranno le sorelle Bennet a soddisfare il desiderio della madre di vederle maritate?

Jane Austen, sin dalle prime pagine, trasporta il lettore all'interno della storia. Ci presenta subito la famiglia Bennet, composta da Mr. Bennet, un uomo capace, ma che non si prende troppo sul serio, e Mrs. Bennet, una bella donna, ma non molto intelligente, il cui peggior difetto è l'impertinenza.
Jane ed Elizabeth sono le sorelle maggiori, più intelligenti e ragionevoli rispetto alle tre minori, senza dubbio più ingenue e avventate.
Jane, dolce e gentile, rimane molto delusa dalla decisione di Mr. Bengley di lasciare Netherfield senza darle una spiegazione, né una speranza. Elizabeth, invece, incontrerà fin troppo spesso Mr. Darcy, la cui presenza non è affatto gradita, almeno all'inizio.
La sua idea e i suoi sentimenti su questo gentiluomo cambieranno gradualmente, grazie agli avvenimenti e alle spiegazioni che riceverà.
L'ambientazione si sposta da Longbourn a Londra, da Pemberley a Rosings, sempre in ambienti signorili ed eleganti. Oltre all'immediato coinvolgimento, ho adorato il modo in cui la Austen descrive e sostiene i suoi personaggi durante tutto il romanzo, rendendoli più reali grazie ad una descrizione a tutto tondo. Abbiamo la possibilità di vederli in momenti di gioia, ma anche di tristezza e angoscia per il futuro che li attende. Riesce a far sembrare Elizabeth e Jane tanto piacevoli, così come Mrs. Bennet e Lydia davvero insopportabili.
Nonostante la moltitudine di personaggi, il lettore non viene distratto dalla storia e non si crea alcuna confusione. Lo stile della Austen è davvero piacevole, scorrevole e coinvolgente, descrittivo al punto giusto, tanto da far desiderare di continuare la lettura senza fermarsi mai.
Questo è stato il primo romanzo che ho letto di questa autrice e vi assicuro che mi sto ancora chiedendo che cosa stessi aspettando a leggerlo, perché ho atteso così tanto.
Oltre che di straordinario successo, anche di straordinaria bellezza, Orgoglio e Pregiudizio è una perla da non perdere. 

Voto
★★★★★

sabato 4 marzo 2017

Qualcosa è cambiato: nuova grafica + nuovo modo di fare blogging

Buongiorno e buon sabato a tutti!
Come state? Vi state rilassando e gustando questo meritato fine settimana?
Come avrete potuto notare, Cinebooks Blog ha cambiato veste grafica. Ebbene sì, era da qualche tempo che stavo progettando e lavorando a qualcosa di nuovo, ho cambiato più volte idea e alla fine ho messo insieme qualcosa che mi soddisfa. Ho optato per un tema semplice, minimalista proprio come piace a me, ma con un tocco di colore più delicato rispetto al precedente e anche più primaverile/estivo, dato che ormai la bella stagione è alle porte. Ma ho anche cambiato un aspetto più tecnico del blog, che mi riguarda da vicino: il modo di fare blogging. 
Quando ho aperto il blog, mi sono basata sulle strutture di quelli già esistenti. In questo modo, ho potuto seguire una linea guida che mi permettesse di fare ordine nella mia mente e strutturare il blog in modo più ordinato e sensato. Naturalmente, questo ha portato alla creazione di rubriche, post più o meno simili a quelli che si vedevano in giro, perché si sa, quando si è nuovi si cerca sempre di uniformarsi agli altri per non essere la pecora nera del gruppo. 
Piano piano, mese dopo mese, ho imparato a muovermi da sola, cambiando qualche aspetto qua e là e inserendo idee e progetti che la mia mente aveva partorito. Ho cambiato la programmazione, da quasi giornaliera a tre volte a settimana, perché mi faceva sentire più libera e organizzata.
Ma un giorno ho capito che tutto ciò mi stava diventando troppo stretto. La creazione di rubriche mensili come Bookish Talk e Bookish Advice mi costringevano a parlare di argomenti più chiacchiericci solo nei giorni prestabiliti, mentre avrei voluto parlarvi di quello che mi balzava in mente all'improvviso e che desideravo condividere con voi. Allora mi sono fermata un attimo e mi sono chiesta: E' davvero questo che voglio? E' giusto che io costringa me stessa a rispettare scadenze o appuntamenti che nessuno mi impone, se non io stessa, in un blog mio?
E la risposta è stata: NO.
Per chiarirmi le idee ho chiesto consiglio a Veronica, che ringrazio davvero tanto per la comprensione e per la spinta che mi ha dato a seguire la mia idea - il tuo sostegno è stato importante, thank you ❤ 
Spesso sento dire che quando si apre un blog, o un canale You Tube, o qualsiasi cosa personale sul web, bisogna essere se stessi. Sembra facile, vero? Beh, non sempre lo è.
Quando si entra in un ambiente nuovo, muovere i primi passi è sempre un po' difficile. Non si sa bene cosa fare, se quello che si pubblica va bene oppure no, ma sono cose che si migliorano con il passare del tempo. Dopo due anni e mezzo, ho finalmente capito come sentirmi me stessa. Questo piccolo spazio chiamato Cinebooks Blog è mio, è frutto del mio impegno e ho il diritto di scrivere e condividere con voi ciò che più mi piace. I libri, il cinema e le serie TV sono la mia passione e non bisogna imporsi limiti nel parlare delle proprie passioni, nel fare ciò che più ci piace.
Quindi eccomi qui, a presentarvi la nuova grafica del blog e il cambiamento nel mio modo di fare blogging. D'ora in poi troverete meno rubriche, più post chiacchiericci o riflessioni personali su libri, film e serie TV, perché è ciò di cui voglio parlare con voi.

Ora penso sia giunto il momento di salutarci, c'è ancora del lavoro da fare dietro le quinte e non posso rimandare. Vi auguro un buon fine settimana, ci rileggiamo lunedì con un nuovo post!

venerdì 3 marzo 2017

Segnalazione librosa: Hermanos

Salve lettori e buon venerdì!
Oggi voglio presentarvi il romanzo di due giovani autori, Alessandro Bogani ed Edoardo Pozzoli, a mio parere davvero interessante. Hermanos è un romanzo western dal sapore duro e dalle tinte forti, esattamente come l'epoca in cui è ambientato, dove una persona con in mano un'arma poteva fare una grande differenza. Un libro coinvolgente ed emozionante per un genere che ancora oggi continua ad affascinare le persone. 

Autore: Alessandro Bogani ed Edoardo Pozzoli
Casa editrice: Inspired Digital Publishing
Genere: Romanzo Western
Formato: Ebook
Numero pagine: 243
Data di pubblicazione: 23 settembre 2016
Prezzo: 1,99 €

Trama: America, fine dell'ottocento. Un pistolero eccellente poco riflessivo e molto esuberante, uno stratega infallibile e di poche parole, un ex-soldato americano pavido e pigro ed un medico senza le giuste qualifiche, ognuno in cerca della propria strada, si ritrovano in fuga dall'Arizona verso il Messico. Ricercati con l'accusa di furto di un carico d'oro sia dall'esercito Americano che da quello Messicano e con la certezza della fucilazione in caso di cattura, si trovano costretti a mettersi sulle tracce dei veri responsabili che li hanno volontariamente cacciati in quella spiacevole situazione. Una volta scoperta la destinazione dei lingotti e dei veri ladri, il gruppo avrà ancora il coraggio di cercare vendetta per la falsa accusa e di impossessarsi dell'oro? 

Acquista il libro oraAMAZON / KOBO / GOOGLE PLAY / iBOOKS / STREETLIB STORE

Gli autori

Alessandro Bogani nasce nel 1995 in provincia di Milano, ha conseguito il diploma di maturità scientifica ed è attualmente iscritto al corso di laurea in Scienze e Tecniche Psicologiche. L'interesse per la letteratura si manifesta con forza durante gli ultimi anni di liceo, tanto da far nascere in lui il desiderio di sperimentare in prima persona il mestiere dello scrittore. Ha un debole per la fantascienza di Asimov e per quei libri dal sapore "terroso" come La strada, Il buio oltre la siepe e Furore, ma il suo sogno è di sperimentare e rivisitare quanti più generi letterari possibili, dal western alla fantascienza, confrontandosi con essi da scrittore per conoscerli meglio. Oltre alla letteratura, le sue passioni sono la musica, la cinematografia e la fisica, interessi che spesso s'intrecciano e vanno a contaminare ciò che scrive.  

Edoardo Pozzoli nasce nel 1995 a Desio, una cittadina vicino alla metropoli milanese. Attualmente è iscritto al corso di laurea in Economia e gestione dei beni culturali, all'Università Cattolica di Milano. Sogna un'Italia che sappia valorizzare al massimo i suoi beni culturali, dai parchi archeologici alle mostre di arte contemporanea, cercando di dare un valido contributo a questa causa. Amante di gran parte dei generi letterari sin da piccolo, ha sempre avuto una predilezione per quello storico/narrativo, spaziando dalle epoche antiche fino a quelle più contemporanee. Appassionato di cinema, si è affacciato da qualche anno al mondo dei fumetti Bonelli, e spera di far tornare il genere western italiano nella vita degli italiani, con uno stile audace e moderno.