giovedì 21 settembre 2017

Segnalazione librosa: Afrodite bacia tutti

Buonasera, lettori!
Perdonate l'orario, so che di solito pubblico quando il sole è ancora alto nel cielo, ma oggi devo fare una piccola eccezione, data la quantità di impegni che ho avuto. Per le prossime settimane prometto di organizzarmi come si deve e programmare i post, in modo da non lasciarvi a bocca asciutta!
Oggi ritorno con la prima segnalazione librosa ufficiale da quando il blog è tornato attivo, presentandovi un romanzo molto originale e, a mio parere, molto interessante. Si tratta di Afrodite bacia tutti di Stefania Signorelli, edito da Prospero Editore.


Autore: Stefania Signorelli
Casa editrice: Prospero Editore
Genere: Raccolta di racconti
Formato: Cartaceo / Ebook
Numero pagine: 187
Data di pubblicazione: maggio 2017
Prezzo: 9.90€ (cartaceo) / 4.99€ (ebook)
Link d'acquistoAMAZON

Trama: Miti greci sonnecchiano, ma non troppo, in corpi contemporanei. Perché gli dèi non solo non sono morti, ma godono di ottima salute. Abitano in questi tredici racconti "caleidoscopio" Mida, che non è un re ma ha il vizio dell'oro e teme di condividerlo con gli sbarcati; Narciso, che ama solo se stesso e i selfie che lo ritraggono; Ercole, manovale malinconico con ex moglie molto a carico; Penelope, fedele a una città perduta; la bella Elena, che perde, alla lettera, la propria testa per Paride; Achille, responsabile aziendale delle risorse umane più che annoiato dalla mediocrità che lo circonda; Afrodite, sospirata da tutti (marito Efesto compreso); Pandora, che ha per vaso la propria mente e tenta invano di nasconderci ogni paura; Persefone, in crisi matrimoniale; Arianna, che ha perduto sia Teseo che il filo. E se Anchise è parcheggiato in casa di riposo, ovviamente Megera non può che essere un'ex fidanzata vendicativa quanto machiavellica.

mercoledì 20 settembre 2017

Recensione: Signora Auschwitz - Il dono della parola

Buon pomeriggio, lettori!
Ieri sono finalmente arrivati i risultati del secondo test di ammissione e sono positivi, perciò ora sto facendo tutto ciò che serve per l'immatricolazione e i vari test che mi aspettano. Perdonatemi, quindi, se sarò meno presente del solito, ma prometto di essere il più attiva possibile. Naturalmente, l'università sarà per me qualcosa di nuovo, perciò dovrò imparare a gestire bene i tempi, se voglio mantenere attivo questo angolino. Dopo questo aggiornamento sulla mia vita da studentessa, direi di passare al vero argomento di questo post: la recensione di un libro che ho letto il mese scorso, Signora Auschwitz - Il dono della parola di Edith Bruck, che ho trovato davvero interessante.


Autore: Edith Bruck
Casa editrice: Marsilio
Genere: Biografia
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 93

Trama: «Un'impacciata studentessa rivolgendomi una domanda mi chiamò "Signora Auschwitz". Luogo che abitava il mio corpo e che mi sentivo anche addosso, come una camicia di forza sempre più stretta, che negli ultimi due anni mi stava letteralmente soffocando, senza che fossi capace di liberarmene.» Ha inizio così il viaggio negli oscuri tormenti dell'anima di una "sopravvissuta", destinata a dibattersi tra i lacci di una memoria cui non si scappa e il desiderio di liberarsi del peso insopportabile di un passato che la inchioda nel ruolo di "testimone". Obbligata a rendere conto di un orrore che non si lascia raccontare e rinnova il sentimento di una perdita irreparabile, la "sopravvissuta" non può andare "oltre" e ritrovare una serena normalità, è costretta ogni volta a ricominciare da capo. Eppure al destino non si sfugge e "il dono della parola" è anche il suo eterno tormento; il dovere di non dimenticare si capovolge nella condanna a ricordare e soffrire e il desiderio di fuga riaccende un insopprimibile senso di colpa, come se il silenzio sottintendesse un vergognoso tradimento. Un racconto sul dolore della memoria, la distanza che allontana dall'indifferenza degli altri, la disperazione di fronte all'incredulità, l'eroismo necessario per raccontare l'orrore che si è vissuto. «Chi ha Auschwitz come coinquilino devastatore dentro di sé, scrivendone e parlandone non lo partorirà mai.»


RECENSIONE


Da sempre mi interesso alla Seconda guerra mondiale, al genocidio degli ebrei, e ho avuto più volte occasione di partecipare agli incontri con i sopravvissuti. Mi sono sempre seduta in una delle poltrone rosse del teatro, tra le file di poltrone in cui sedevano altre persone, altri studenti come me, e ascoltavo con interesse i racconti di coloro che erano sul palco, molto spesso affiancati da un traduttore. Mentre parlavano, cercavo di immaginare ciò che avevano passato e che ora, a distanza di anni, facevano riemergere nella loro memoria. Non mi sono, però, mai fermata a riflettere davvero se ciò che stavano facendo recava loro qualche danno. Certamente ero consapevole del dolore che quei ricordi provocavano, ma non avrei potuto immaginare quali altri sentimenti potessero provare in quelle ore di testimonianza.

Edith Bruck, nata in Ungheria in una famiglia povera, era solo una bambina quando è stata costretta a vivere l'orrore della Seconda guerra mondiale e dei lager nazisti. In Signora Auschwitz - Il dono della parola racconta dei suoi incontri con gli studenti, delle sue impressioni in quelle ore di testimonianza (domande rivoltele da alcuni alunni, comportamenti positivi e negativi da parte dei partecipanti), ma anche della sua vita in Ungheria, con una madre molto religiosa, un padre molto taciturno e lei che già da bambina iniziava ad interrogarsi sull'esistenza di Dio. Il periodo peggiore, quello nei lager, ci viene descritto attraverso i racconti delle testimonianze, toccando a volte anche questioni più delicate o altre più bizzarre. Edith stessa rimane quasi scandalizzata ascoltando le domande che qualcuno del pubblico le porge. Ci mostra le lettere che ha ricevuto da alcuni spettatori, che sono rimasti colpiti dalla sua storia o che, più semplicemente, vogliono farle sentire il loro sostegno. 
Edith, però, ci rende partecipi anche della sua situazione medica, caratterizzata da uno stress continuo, che più volte la spinge a pensare di cancellare tutti i suoi appuntamenti, di ritirarsi dal testimoniare l'orrore di cui è stata protagonista. Tutto ciò ce lo racconta in modo spigliato, senza romanzare gli aspetti più crudi e terribili di ciò che le è capitato, e cercando ancora oggi di rispondere a domande a cui non ha trovato risposta. Il messaggio che ci arriva forte e chiaro è che Auschwitz e l'esperienza nei lager non si dimenticano. Ma l'autrice vuole scavare più nel profondo, facendo capire al lettore che ciò che ha dovuto passare non è stato chiuso a chiave in un cassetto; ci fa capire che Auschwitz, oltre a lasciare segni indelebili sulla pelle, ha lasciato segni indelebili anche nella memoria, è diventato come un bambino che si porta in grembo per sempre, come un inquilino devastatore dentro di sé. Grazie a Edith Bruck, al suo punto di vista contenuto in questo piccolo volume, sono riuscita a capire meglio le emozioni, le sensazioni e i sentimenti di coloro che salgono sul palco a testimoniare e che, sebbene sia doloroso, raccontano, in modo che noi possiamo tramandare la storia alle generazioni future.

Voto
★★★★✰

sabato 16 settembre 2017

Promozione ebook: L'organizzazione segreta - Il mistero dei musicisti scomparsi di Sonia Roccazzella

Buongiorno, lettori!
Non sono solita pubblicare durante il fine settimana, ma oggi faccio un'eccezione perché è in corso una promozione da non perdere. Fino a martedì 19 settembre potrete acquistare gratuitamente la copia digitale del romanzo L'organizzazione segreta - Il mistero dei musicisti scomparsi di Sonia Roccazzella su Amazon. Scopriamo insieme qualche informazione in più sul romanzo.


Autore: Sonia Roccazzella
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Young Adult
Formato: Ebook
Data di pubblicazione: marzo 2013
Link d'acquistoAMAZON

Trama: Una storia divertente e originale, adatta a un pubblico prevalentemente femminile, in cui l'elemento di spicco è rappresentato da un intricato caso di musicisti rapiti sullo sfondo di una tenera storia d'amore che cerca di prendere il volo nel corso di tutto il romanzo, fino a sfociare in un inaspettato finale a sorpresa.
Claudio, Gioele, Danilo, Paolo e Furio sono i componenti di una storica rock band italiana esplosa in tutto il mondo a metà degli anni Novanta, successivamente sciolta a causa di problemi personali: la lite tra il cantante Claudio e il bassista Gioele, che nel corso dell'ultimo tour insieme si sono contesi la stessa ragazza.
Insieme con Luna, intraprendente giornalista della capitale, e con Brando, famoso detective che collabora con le forze di polizia di tutto il mondo, i ragazzi si ritrovano al centro di un intricatissimo caso di musicisti rapiti e di un discografico scomparso. A tenere in mano le redini delle loro sorti c'è un'organizzazione segreta, capitanata da un folle e affascinante uomo d'affari inglese, che trama per accaparrarsi i diritti delle canzoni più famose del mondo. Un'avventura decisamente rock, ambientata nel mondo della musica intesa come oggetto di affari senza scrupoli. Un colpo di scena dietro l'altro, a suon di battute divertenti e con un ampio risalto al sentimento più bello che ciascuno di noi conosce e cerca di preservare sempre e comunque: quello dell'amicizia.



La promozione è valida fino a martedì 19 settembre
E' sempre disponibile la lettura gratuita su KindleUnlimited.


L'autrice

Nata a Catania il 04/06/1975, Sonia Roccazzella ha una grande passione per la lettura dei grandi classici e la scrittura di racconti e romanzi, che scrive dall'età di quattordici anni.
L'Organizzazione Segreta (il mistero dei musicisti scomparsi) è il suo terzo libro pubblicato, uscito nel 2013 in edizione cartacea per Photocity Edizioni; nel 2016 in formato digitale per Kindle.
Il primo, Quando il Cuore Dice No, è uscito nel 2008 in edizione cartacea per Boopen Editore; nel 2016 in formato digitale per Kindle. Il secondo, La Ragazza dell'Hotel, è uscito nel 2012 in edizione cartacea per Photocity Edizioni; nel 2015 in formato digitale per Kindle. Il quarto, La Ragazza Bionda sulla Panchina, è uscito nel 2017 in edizione digitale e cartacea per Amazon.
La caratteristica principale di Sonia è la capacità di esporre in maniera fresca e leggera i suoi racconti, in modo da rendere la lettura fluida e scorrevole per tutti. Il suo obiettivo costante è studiare una forma di comunicazione d'impatto, che frase dopo frase, battuta dopo battuta, sia in grado di abbattere una delle barriere più diffuse ai giorni nostri: la repulsione dei giovani nei confronti dei libri.

venerdì 15 settembre 2017

Recensione: La strana biblioteca

Buongiorno e buon venerdì, lettori!
Siete pronti per trascorrere un tranquillo fine settimana e ricaricare le energie? Oggi vi parlo di un libro di poche pagine, che però è riuscito a coinvolgermi e suscitare in me tante emozioni. Lo avevo in lista da diverso tempo e, dato che sto cercando di recuperare tutti i romanzi di Haruki Murakami, uno dei miei autori preferiti, ho deciso di iniziare con La strana biblioteca.


Autore: Haruki Murakami
Casa editrice: Einaudi
Genere: Narrativa
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 73

Trama: Tornando a casa dopo la scuola, uno studente si ferma in una strana biblioteca. Certo, anche la sua richiesta è un po' strana. Chiede alla bibliotecaria qualche libro che possa soddisfare la sua ultima curiosità (è un bambino curioso, il nostro protagonista): la riscossione delle tasse nell'impero ottomano. La bibliotecaria lo manda alla stanza 107. Qui l'aspetta un altro bibliotecario, ancora più bizzarro della prima: "aveva la faccia coperta di piccole macchie nere, come tanti moscerini. Era calvo e portava occhiali dalle lenti spesse. La sua calvizie non era uniforme. Tutt'intorno al cranio gli restavano ciuffi di capelli bianchi ritorti, come in un bosco dopo un incendio". E davvero una ben strana biblioteca, questa! Il bibliotecario accompagna il bambino attraverso un labirinto di corridoi e stanze, finché non arrivano in una stanza dove riposa un piccolo uomo vestito con una pelle di pecora. E qui le cose si fanno brutte: il bibliotecario e l'uomo-pecora spingono il piccolo in una cella. Il bambino rischia di fare una fine terribile se non arrivasse in suo soccorso una ragazza sconosciuta...


RECENSIONE


La strana biblioteca narra la bizzarra storia di un ragazzino che, tornando a casa da scuola, si ferma in biblioteca per prendere in prestito un libro. Si tratta di un libro particolare, che tratta della riscossione delle tasse nell'impero ottomano, e viene mandato nella stanza 107. Qui lo attende uno strano personaggio, che si presenta come bibliotecario addetto alla ricerca di libri rari o poco conosciuti. Dopo averlo informato che il libro da lui richiesto non può uscire dalla biblioteca, lo accompagna nella sala lettura, in cui arrivano dopo aver percorso corridoi lunghissimi, che formano un vero e proprio labirinto. Si renderà ben presto conto di essere finito in trappola e che solo gli strani personaggi che incontrerà potranno aiutarlo.

Grazie alle parole dell'autore e alle illustrazioni di Lorenzo Ceccotti, questo piccolo volume contiene una storia tanto bizzarra, quanto magica. Presto facciamo la conoscenza dell'Uomo-pecora, che appare come un suddito con la passione per i dolci. Infatti, si preoccuperà di portare regolarmente una porzione di donuts al prigioniero. Oltre a lui, vi è un'altra presenza all'interno del labirinto: una ragazza-fantasma, che terrà compagnia al ragazzino ogni sera. Gli intenti del bibliotecario non sono per niente rassicuranti, perché in fondo siamo davvero sicuri che le biblioteche siano posti sicuri?
La narrazione riesce a far immergere il lettore nella storia e, sebbene si tratti di un libro che si legge tutto d'un fiato, ho girato l'ultima pagina domandandomi se Murakami non volesse trasmettere un messaggio con questo racconto, se forse mi stavo perdendo qualcosa. Alla fine, ho accettato la storia per ciò che è, ovvero un racconto di fantasia molto coinvolgente.
Ancora una volta, sono rimasta affascinata dallo stile dell'autore e, sebbene non si tratti di un'opera di grande spessore, ho davvero apprezzato il modo in cui mi sono sentita coinvolta e trasportata al fianco del ragazzino, conoscendo l'Uomo-pecora e la ragazzina e diffidando sin da subito di quel bizzarro bibliotecario.
Consiglio la lettura di questo libro a coloro che vogliono immergersi per un'oretta in un mondo all'apparenza normale, ma che nasconde un po' di magia al suo interno. 

Voto
★★★★✰

mercoledì 13 settembre 2017

Recensione: Il racconto dell'Ancella

Buongiorno, lettori!
Oggi per me sarà una giornata in cui l'ansia avrà un ruolo abbastanza importante, perché avrò i risultati del primo test di ammissione. Ovviamente, dita incrociate! Parlando d'altro, lo scorso mese ho finalmente attivato il servizio della biblioteca online e sono rimasta stupita nel vedere quanti titoli interessanti ci sono. Spero di riuscire a provare presto il servizio, ma oggi voglio concentrarmi su un romanzo che ho fatto riemergere dal magazzino della mia biblioteca comunale - dove era stato dimenticato dall'89 - e che racconta una storia per niente facile. Ecco la mia opinione su Il racconto dell'Ancella di Margaret Atwood.


Autore: Margaret Atwood
Casa editrice: Mondadori
Genere: Distopico
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 320

Trama: In un mondo devastato dalle radiazioni atomiche, gli Stati Uniti sono divenuti uno stato totalitario, basato sul controllo del corpo femminile. Le poche donne in grado di avere figli, le "ancelle", sono costrette alla procreazione coatta, mentre le altre sono ridotte in schiavitù. Della donna che non ha più nome e ora si chiama Difred, cioè "di Fred", il suo padrone, sappiamo che vive nella Repubblica di Gilead, e che può allontanarsi dalla casa del padrone solo una volta al mese, per andare al mercato. Le merci non sono contrassegnate dai nomi, ma solo da figure, perché alle donne non è più permesso leggere. Apparentemente rassegnata al suo destino, Difred prega di restare incinta, unica speranza di salvezza; ma non ha del tutto perso i ricordi di "prima"...


RECENSIONE


Affiancato a 1984 di Orwell, ma in una versione tutta al femminile, Il racconto dell'Ancella si apre in medias res, catapultando il lettore all'interno di un mondo, di una società, del tutto rivoluzionata. Dopo una catastrofe ecologica, che ha devastato la Terra con l'inquinamento chimico e radioattivo, negli Stati Uniti si è instaurato un regime totalitario teocratico di ispirazione biblica, la Repubblica di Galaad. Qui le donne non sono più libere come un tempo, ma il loro unico scopo è la procreazione. Quelle non fertili o troppo anziane vengono denominate "Nondonne" ed eliminate. Tutto ciò che è contro la procreazione è condannato e vietato, così come è vietata qualsiasi forma di informazione o di svago intellettuale. La Repubblica di Galaad è il luogo in cui è costretta a vivere Difred, la voce narrante del romanzo, protagonista di questa storia e donna che ancora non ha dimenticato il proprio passato e la vita di prima...

Sin dalle prime pagine, mi sono ritrovata al fianco di questa donna, il cui vero nome non sarà mai noto, ma che conosciamo come Difred, e insieme a lei ho scoperto piano piano questo nuovo mondo, la Repubblica di Galaad, e le sue leggi. L'autrice non dà mai coordinate temporali e spaziali troppo precise, ma ci assicura che c'era un prima e che ora ci troviamo nel disastroso dopo.
Difred ci accompagna nella sua quotidianità, spiegandoci perché le ancelle escono sempre in coppia, chi sono le Marte e che ruolo hanno il Comandante e la Moglie del Comandante. A tutto ciò, però, intervalla i ricordi di un passato che non è riuscita a dimenticare, come tutto è iniziato e l'ossessivo domandarsi che fine hanno fatto i suoi cari. Ci racconta come è cambiata la città in cui si trova, in cui prima i negozi erano simboleggiati da un logo o una scritta, mentre ora hanno solo l'immagine di ciò che si vende all'interno; il Muro, un luogo di tristezza e sofferenza, speranza e certezza allo stesso tempo. La Atwood è riuscita a creare una realtà distopica che fa rimanere senza fiato, non lasciando niente al caso e, sebbene tutto si riveli lentamente, creando un senso di spaesamento iniziale, si assicura che tutto venga spiegato a tempo debito dalla voce narrante. 
Ci sono due finali in questo romanzo: il primo interrompe tutto improvvisamente, lasciando il lettore con tante domande a cui non riceverà mai risposta; il secondo ci trasporta in avanti nel tempo, rivelandoci la verità nascosta dietro a quelle pagine e interrogandosi a sua volta sul destino di quella donna che, nonostante i suoi dubbi e le sue paure, si è armata di coraggio e ha affrontato il suo destino.
Rispetto a 1984, libro che ho letto e amato, Il racconto dell'Ancella fa nascere nel lettore una speranza che resta viva fino alla fine e che persiste anche una volta conclusa la lettura. Il beneficio del dubbio che ci concede la Atwood lo rende inevitabile.

Voto
★★★★✰

lunedì 11 settembre 2017

Cover Reveal: Loving the angel di Nicole Teso

Buon lunedì, carissimi lettori!
La mia settimana è iniziata con il secondo (e ultimo) test di ammissione per l'università e ora posso dedicarmi alla lettura, cosa che ho trascurato un po' nei giorni scorsi. Restando in tema libri, oggi sono felice di svelarvi la copertina e tutto ciò che riguarda il nuovo romanzo di Nicole Teso, autrice di Loving the demon, che vi avevo presentato in questo Cover Reveal e di cui avevo approfondito l'ambientazione in questo Release Party




















La copertina del suo secondo romanzo, Loving the angel, è stata realizzata dalla bravissima Pamela Fattorelli / Catnip Design. Scopriamo ora qualche informazione in più sul romanzo.


Titolo: Loving the angel
Autore: Nicole Teso
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Dark Romance
Formato: Cartaceo / Ebook
Data di pubblicazione: 28 settembre 2017

Trama: La mia vita ha raggiunto il capolinea quando sono stata rapita. Jack Evans, l'uomo che mi ha tolto tutto, non solo mi ha costretta a sopportare un dolore devastante, ma si è anche preso una parte della mia mente, piegandomi al suo desiderio. Ero convinta di potermi salvare, ma mi sbagliavo: quello era solo l'inizio.
La mia vita è finita il giorno in cui ho rapito la schiava che ora ossessiona la mia mente. Brittany Moore, l'unica donna che sia stata in grado di farmi conoscere la luce, mi sta distruggendo, facendomi impazzire giorno dopo giorno. E' giunto il momento della resa dei conti, prima che i miei demoni mi sottomettano per sempre.



La trilogia è composta da:
- Loving the demon
- Loving the angel
+ terzo romanzo a seguire


Di seguito un piccolo teaser con una citazione tratta dal romanzo.


Booktrailer

video



L'autrice

Nicole Teso nasce il 10 novembre 1996 a San Donà di Piave, una città in provincia di Venezia.
Parrucchiera di giorno e lettrice compulsiva di notte, è amministratrice di un blog letterario e ama la scrittura fin dalla tenera età. Le sue storie preferite sono popolate da protagonisti oscuri e devastati.
Loving the demon è il suo primo romanzo.
Per essere sempre aggiornato sulle novità, clicca "mi piace" alla pagina ufficiale.

venerdì 8 settembre 2017

Recensione film: The Boy

Buon venerdì, lettori!
Com'è stata la vostra settimana? Avete programmi per il weekend? Io ho finalmente fatto il primo test d'ingresso e i risultati ci saranno tra una settimana, ma non posso farmi prendere dall'ansia, perché ho un altro test da fare e sarà tra pochissimi giorni. Auguratemi buona fortuna!
Oggi vi propongo la recensione di un film horror che aveva attirato la mia attenzione quando era uscito nelle sale e che ho recuperato lo scorso mese. Tra gli attori c'è Lauren Cohan, che già conosco per il ruolo di Maggie Greene in The Walking Dead, ed ero curiosa di vederla recitare in uno scenario totalmente diverso. Ecco quindi la mia opinione su The Boy.


Regia: William Brent Bell
Cast: Lauren Cohan, Rupert Evans, Jim Norton e molti altri...
Genere: Horror
Durata: 97 minuti

Trama: Greta Evans, una giovane americana, accetta un impiego da bambinaia presso gli Heelshire, una altolocata famiglia britannica che vive in una grande villa nella campagna inglese. Quando arriva, Greta fa la conoscenza del simpatico Malcolm, che fa le consegne di alimentari nella villa e poi conosce anche gli Heelshire, una coppia piuttosto avanti negli anni, molto british e sussiegosa. Niente però che possa prepararla a quanto scopre: Brahms, il loro figlioletto cui deve fare da bambinaia, è in realtà un bambolotto a grandezza naturale. La prima reazione di Greta è una risata nervosa. L'intervento di Malcolm, che fa come se tutto fosse normale, le fa capire che forse l'atteggiamento giusto è quello di accettare la situazione come, appunto, se fosse normale. Greta comincia così ad accudire il pupazzo come un vero bambino e a prendere conoscenza delle abitudini della casa, trappole contro i parassiti comprese. Gli Heelshire si allontanano per una lunga vacanza lasciando a Greta un preciso programma da seguire riguardo a Brahms. Naturalmente, rimasta sola con Brahms, la tentazione di Greta è di trattarlo come una semplice bambola, disattendendo le regole degli Heelshire. Ma le cose non sono come sembrano.


RECENSIONE


Di certo non ci troviamo davanti al primo film con un pupazzo o bambola come protagonista. Questi oggetti inanimati sono elementi molto usati nel genere horror e riescono sempre ad inquietare lo spettatore con il solo sguardo. Devo ammettere, però, che se all'inizio mi aspettavo una storia di un certo tipo, piena di cliché ed espedienti già visti, presto mi sono dovuta ricredere.

Greta Evans è una giovane donna che sta cercando di buttarsi il passato alle spalle e ha deciso di iniziare la sua nuova vita lavorando per la famiglia Heelshire, una coppia ormai non più giovane, benestante e che nasconde un terribile segreto. Greta è stata assunta come bambinaia e il suo compito sarà badare al figlio Brahms. Appena arrivata nella lussuosa villa, Malcolm, il fattorino, la informa della peculiarità della famiglia e in particolare del figlio, ma senza svelare troppo sulla situazione a cui assisterà più tardi. Infatti, una volta arrivato il momento delle presentazioni, Greta scoppia a ridere trovandosi davanti ad un pupazzo, vestito e accudito come un vero bambino. I genitori, prima di partire per una lunga vacanza, le insegnano come badare a Brahms, quali regole seguire e in che modo scandire la giornata. Tutte regole che, se non rispettate, porteranno a conseguenze terribili e Greta lo scoprirà presto.

The Boy non è un horror che fa sobbalzare sulla sedia, ma un film ricco di mistero, di pezzi mancanti che solo proseguendo con la visione si potranno trovare.
La famiglia Heelshire ha dovuto affrontare una tragedia che fin da subito ci è nota, ma tutto ciò che vediamo e a cui assistiamo è solo la superficie dell'acqua. In questo film non c'è nulla di irrazionale o magico, è tutto perfettamente calcolato e progettato alla perfezione: la bambola che sembra animata, che se non viene trattata come si deve si vendicherà e questi due genitori che continuano a trattare quel pezzo di stoffa inanimato come un bambino vero. Greta Evans cambierà presto idea sul suo modo di agire e di trattare Brahms, ma anche lo spettatore si dovrà ricredere. Se a metà del film pensavo di sapere come sarebbe finito, a pochi minuti dalla fine avevo un'idea totalmente diversa.
Un film molto coinvolgente e calcolato in ogni dettaglio, in cui, se la bambola è un elemento già visto, la grande villa in cui è costretta a vivere isolata Greta sarà l'epicentro della tensione. Grazie a queste peculiarità, è riuscito a catturare la mia attenzione dall'inizio alla fine e a sorprendermi più volte. Se volete ricredervi sulla natura dei pupazzi, The Boy è il film che fa per voi.

Voto
★★★✰✰

mercoledì 6 settembre 2017

Recensione: Fangirl

Buongiorno, lettori!
Come avrete notato, sono finalmente tornata attiva e ho davvero tante cose di cui parlarvi. Lo scorso mese, oltre ad essere stata impegnata con lo studio e il ripasso in preparazione dei test, sono riuscita a dedicarmi alla lettura di diversi libri e a godermi la visione di qualche film - un po' di svago fa sempre bene! Oggi recupero una delle tante recensioni parlandovi di un libro che mi guardava dallo scaffale della libreria da fin troppo tempo: si tratta di Fangirl di Rainbow Rowell, che ho (al tempo) acquistato in lingua originale e letto tra luglio e agosto. 


Autore: Rainbow Rowell
Casa editrice: Pan Macmillan
Genere: Romanzo
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 480

Trama: Approdata all'università, dove la sua gemella Wren vuole solo divertirsi tra party, alcool e ragazzi, la timidissima Cath si trova sola per la prima volta e si rinchiude nella sua stanza a scrivere la fanfiction di cui migliaia di sostenitori attendono il seguito. Ma una compagna di stanza scontrosa con il suo ragazzo carino che le sta sempre intorno, una professoressa di scrittura creativa che pensa che le fanfiction siano solo un plagio, e un affascinante aspirante scrittore che vuole lavorare con lei, obbligheranno Cath ad affrontare la sua nuova vita.


RECENSIONE


Cath e Wren sono gemelle e sin da bambine hanno fatto sempre tutto insieme. Hanno condiviso emozioni, ricordi e avventure, ma è arrivato il tempo di separarsi. Sebbene abbiano scelto di frequentare la stessa università, Wren ha deciso di condividere la stanza con un'altra studentessa e Cath si ritrova per la prima volta a dover affrontare tutto da sola. La sua compagna di stanza, Reagan, non sembra così propensa a fare amicizia e tutto ciò che la fa sentire al sicuro è scrivere fanfiction sulla saga di Simon Snow, che sembra aver raggiunto una fama mondiale. Ora, però, Cath si trova all'università e dovrà decidere se rimanere nascosta nella sua stanza per tutta la durata dell'anno, oppure uscire e aprire il suo cuore a nuove persone e a nuove esperienze.

Fangirl è il secondo romanzo di Rainbow Rowell che leggo e, a differenza di Eleanor & Park, è riuscito a coinvolgermi decisamente di più. Cath è una ragazza molto timida che, a differenza della gemella Wren, che pensa solo a divertirsi e a uscire con i ragazzi, preferisce rintanarsi nella propria stanza e scrivere fanfiction. Se nella vita reale le relazioni non sono il suo forte, sul web è seguita da centinaia di persone, grazie al successo che le sue storie hanno ottenuto. Arrivata all'università, si ritrova in stanza con una ragazza più grande di lei, Reagan, che non sembra troppo entusiasta di conoscerla. Oltre a lei, c'è Levi, un amico di Reagan che passa molto tempo nella loro stanza, chiacchierando o ascoltando audio libri. E' molto simpatico e gentile, e il suo punto forte è il sorriso, che non rinuncia mai a sfoderare quando incontra qualcuno. Dopo i primi mesi passati tra lezioni e scrittura insieme a Nick, un ragazzo con cui ha deciso di condividere la passione per la scrittura, Cath inizia ad aprirsi e a permettere a Reagan e Levi di essere più di due semplici coinquilini.

Sin dalle prime pagine, mi sono sentita catapultata al fianco di Cath e leggendo non ho potuto far a meno di provare la sua stessa ansia e la sua stessa timidezza dovuta al trasferimento in un posto nuovo, senza la compagna di avventure che, fino a quel momento, era stata al suo fianco. Levi è una delle presenze fisse nella stanza di Cath, ma si tratta di una presenza senza dubbio piacevole, sebbene in un primo tempo mi sono domandata cosa ci facesse sempre lì. 
Insieme a Cath, poi, ho provato tante emozioni: dalla rabbia per il passato che riaffiora in superficie senza un perché, alla preoccupazione per il padre, alla delusione nel vedere una persona tanto cara allontanarsi così velocemente. Qualche volta ho trovato il comportamento di Wren davvero infantile ed egoista, anche se è riuscita a rimediare a qualche sbaglio nel corso della lettura. Ho tifato per Levi sin dall'inizio, anche io sono stata conquistata dalla sua empatia e generosità

La Rowell è riuscita senza dubbio a creare una storia coinvolgente e, soprattutto, senza mancanze. Anche se ad un certo punto mi sono domandata dove fosse finito il tal personaggio, o che fine avesse fatto quel progetto di cui si era parlato così a lungo, sono rimasta felicemente sorpresa nello scoprire che l'autrice aveva calcolato tutto, concludendo la storia rispondendo ad ogni punto interrogativo del lettore, chiudendo il cerchio che aveva creato. I personaggi li ho trovati molto ben delineati, sono entrata subito in sintonia con Cath (in cui ho trovato anche un po' di me stessa) e non c'è voluto molto perché succedesse anche con gli altri. La parte che ho apprezzato un po' meno è stata quella dedicata alla fanfiction di Simon Snow, che ho trovato un po' inutile, forse messa lì con il solo scopo di aumentare nel lettore la curiosità di leggere l'intera storia. Il livello di inglese è medio-basso, l'ho trovato molto scorrevole e per niente difficile, eccetto forse qualche parola di cui non conoscevo il significato.
Non so se nell'edizione italiana ci sia, ma nella mia c'è un piccolo FAQ in cui l'autrice risponde ad alcune domande dei lettori e l'ho trovata un'idea davvero carina - sapevate che il cognome di Levi è Stewart?

Se siete alla ricerca di un romanzo non troppo impegnativo, ma allo stesso tempo dolce e coinvolgente, Fangirl di Rainbow Rowell fa al caso vostro!

Voto
★★★★✰

lunedì 4 settembre 2017

Novità cinematografiche - Settembre 2017

Dove cadono le ombre

Regia: Valentina Zucco Pedicini
Cast: Elena Cotta, Federica Rosellini

Trama: Anna e Hans, infermiera e suo assistente di un istituto per anziani, l'ex orfanotrofio che li ha visti prigionieri nell'infanzia, vivono come intrappolati nel tempo e nello spazio. Dal passato riappare Gertrud e il nastro dell'orrore sembra riavvolgersi. L'istituto torna a essere ciò che era; ricovero di bambini jenisch sottratti alle famiglie, tempio di un progetto di eugenetica capitanato da Gertrud. Anna, schiava di quel luogo e di un'infanzia dolorosa che non termina mai, riprende le ricerche di Franziska, amica amata che cerca ovunque e senza sosta. Ispirato a una storia vera, a settecento storie vere.

Genere: Drammatico
Durata: 95 minuti

Al cinema dal 6 settembre


In Dubious Battle - Il coraggio degli ultimi

Regia: James Franco
Cast: James Franco, Nat Wolff, Vincent D'Onofrio e molti altri...

Trama: È il 1933 e le conseguenze della Grande Depressione si fanno ancora sentire. London è uno dei tanti lavoratori che ha speso tutto quel che aveva per raggiungere un campo di mele, insieme alla figlia e alla nuora incinta. Al suo arrivo, però, il padrone della terra dimezza il salario concordato, da due dollari ad un dollaro al giorno, una cifra che rende la vita impossibile. Mac e il nuovo arrivato Jim sono attivisti del partito (marxista-leninista), pronti ad infiltrarsi tra i raccoglitori per convincerli a scioperare e a rifiutare l'assenza di diritti e i soprusi che stanno subendo. Mac, in particolare, sembra disposto a tutto per la causa in cui crede, anche a dare una spinta agli eventi, se necessario.

Genere: Drammatico
Durata: 110 minuti

Al cinema dal 7 settembre


Miss Sloane - Giochi di potere

Regia: John Madden
Cast: Jessica Chastain, Mark Strong, Gugu Mbatha-Raw e molti altri...

Trama: Stati Uniti. Elizabeth Sloane lavora, ottenendo ottimi risultati, per un'agenzia lobbistica legata all'area conservatrice. Decide però di andarsene quando si cerca di farla aderire a una campagna di supporto alle aziende che producono armi. Si vuole infatti contrastare una proposta di legge, che ne avvii la regolamentazione dell'uso, promuovendo una campagna che solleciti le donne ad armarsi per difendere i propri cari. Sloane porta con sé la sua squadra (con qualche importante eccezione) con l'intento di agire sul fronte opposto.

Genere: Drammatico
Durata: 132 minuti

Al cinema dal 7 settembre


The Teacher

Regia: Jan Hrebejk
Cast: Zuzana Mauréry, Csongor Kassai, Peter Bebjak e molti altri...

Trama: Bratislava 1983. In una classe di liceo arriva una nuova insegnante, Maria Drazdechová, la quale, dopo essersi presentata, fa una particolare richiesta agli allievi. Ognuno di loro dovrà alzarsi e dire quale lavoro fanno i genitori. Mesi dopo viene convocata proprio una riunione dei genitori perché qualcuno ha denunciato un fatto grave: l'insegnante, appellandosi al suo stato di vedova, si fa fare lavori gratis da genitori e studenti. In cambio arrivano suggerimenti per l'interrogazione o buoni voti. La preside chiede ai genitori di assumere una posizione chiara in materia.

Genere: Commedia
Durata: 102 minuti

Al cinema dal 7 settembre


Leatherface

Regia: Julien Maury e Alexandre Bustillo
Cast: Lili Taylor, Stephen Dorff, Angela Bettis e molti altri...

Trama: Quattro adolescenti violenti, scappati da un ospedale psichiatrico, rapiscono una giovane infermiera e la portano con loro in un viaggio all'inferno inseguiti da un poliziotto altrettanto squilibrato in cerca di vendetta. Uno dei ragazzi è destinato a vivere eventi tragici e una serie di orrori che distruggeranno la sua mente per sempre trasformandolo in un mostro noto come Leatherface, o Faccia di cuoio.

Genere: Horror
Durata: 90 minuti

Al cinema dal 14 settembre





Barry Seal - Una storia americana

Regia: Doug Lima
Cast: Tom Cruise, Sarah Wright Olsen, Jayma Mays e molti altri...

Trama: Basato sulla storia vera dell'omonimo pilota truffaldino, Barry Seal - Una storia americana vede Tom Cruise nei panni dello scaltro aviatore prestato al contrabbando con l'America centrale. Licenziato dalla compagnia di volo per cui lavora, il talentuoso Barry Seal viene scoperto e reclutato dalla CIA per una delle operazioni sotto copertura più rischiose della storia degli USA. L'ex pilota di linea si reinventa trafficante d'armi per il governo, trafficante di cocaina per il cartello di Medellìn, guidato dal criminale colombiano Pablo Escobar, e informatore per la DEA. Il film segue le vicende realmente accadute, le incredibili peripezie di un uomo astuto e assetato di ricchezza, mentre sfugge, rifugge e inganna la legge americana.

Genere: Thriller

Al cinema dal 14 settembre


In questo angolo di mondo

Regia: Sunao Katabuchi
Cast: Non, Megumi Han, Yoshimasa Hosoya e molti altri...

Trama: Tratto dal fumetto di Fumiyo Kouno (e da lui anche sceneggiato), il film d'animazione racconta la storia di Suzu e Kure, Hiroshima, durante la Seconda Guerra Mondiale. La protagonista è infatti una giovane giapponese che va in sposa a un ufficiale della marina militare di stanza a Kure. Qui incontrerà una nuova famiglia, una nuova città ed il suo nuovo mondo. Il film ha vinto il prestigioso premio Animation of the Year alla quarantesima edizione del Japan Academy Prizes.

Genere: Animazione
Durata: 129 minuti

Al cinema dal 19 settembre




Valerian e la città dei mille pianeti

Regia: Luc Besson
Cast: Dane DeHaan, Cara Delevingne, Clive Owen e molti altri...

Trama: Nell'anno 2740, Valerian e Laureline sono Corpi Speciali incaricati dal governo di mantenere l'ordine in tutto l'universo. Seguendo gli ordini del loro comandante, Valerian e Laureline si imbarcano per una missione nella città intergalattica di Alpha, metropoli in continua espansione e dimora di migliaia di specie diverse provenienti da ogni angolo della Galassia. Questa importante e storica città, è sotto l'attacco di un nemico sconosciuto. Valerian e Laureline dovranno combattere contro il tempo per trovare l'origine di questa forza maligna e fermarla prima che distrugga il nostro universo.

Genere: Azione
Durata: 137 minuti

Al cinema dal 21 settembre


L'inganno

Regia: Sofia Coppola
Cast: Colin Farrell, Nicole Kidman, Kirsten Dunst e molti altri...

Trama: In piena Guerra di Secessione, nel profondo Sud, le donne di diverse età che sono rimaste in un internato per ragazze di buona famiglia danno ricovero ad un soldato ferito. Dopo averlo curato e rifocillato costui resta confinato nella sua camera attraendo però, in vario modo e misura, l'attenzione di tutte. La tensione aumenterà mutando profondamente i rapporti tra loro e l'ospite.

Genere: Drammatico
Durata: 91 minuti

Al cinema dal 21 settembre





Noi siamo tutto

Regia: Stella Meghie
Cast: Nick Robinson, Taylor Hickson, Ana de la Reguera e molti altri...

Trama: Maddy è una ragazza di diciotto anni piena di vita. La sua vita cambia rapidamente quando, a causa di una malattia, è costretta a vivere solo dentro casa. Il suo desiderio di vivere e provare le gioie della vita è inarrestabile e, quando inizia una relazione a distanza con il vicino di casa, la sua vita subirà ancora una volta un brusco stravolgimento. I due rischieranno tutto pur di avere la possibilità di amarsi.

Genere: Drammatico
Durata: 96 minuti

Al cinema dal 21 settembre




Jukai - La foresta dei suicidi

Regia: Jason Zada
Cast: Natalie Dormer, Taylor Kinney, Yukiyoshi Ozawa e molti altri...

Trama: La storia è ambientata nella leggendaria foresta Aokigahara, un vero luogo in Giappone dove le persone si suicidano. Si racconta di una giovane donna americana che arriva in Giappone in cerca della sorella gemella misteriosamente scomparsa. Nonostante gli avvertimenti di tutti di non allontanarsi dal percorso, osa entrare nella foresta per scoprire la verità sul destino di sua sorella, solo per confrontarsi con le anime tormentate dei morti che predano chiunque incroci il loro percorso.

Genere: Horror
Durata: 95 minuti

Al cinema dal 28 settembre


Madre!


Regia: Darren Aronofsky
Cast: Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Michelle Pfeiffer e molti altri...

Trama: Un gruppo di ospiti si presenta a casa di un uomo e una donna. Il loro arrivo disturba la quiete della casa e mette alla prova la loro relazione.

Genere: Horror
Durata: 120 minuti

Al cinema dal 28 settembre

Novità letterarie - Settembre 2017

Buongiorno e ben tornati sul blog, lettori!
Come state? Avete trascorso delle belle vacanze? Io sono rimasta in città e, nonostante il caldo insopportabile, ho viaggiato in tantissimi posti grazie ai libri, miei fedeli compagni di vita. Nei prossimi giorni ve ne parlerò in modo più approfondito, ma oggi è tempo di novità, perciò scopriamo insieme cosa ci attende nelle librerie e al cinema questo mese.

Il mare dove non si tocca

Autore: Fabio Genovesi
Casa editrice: Mondadori
Genere: Romanzo
Numero pagine: 324

Trama: Fabio ha sei anni, due genitori, e nove nonni. Nove, perché è l'unico bimbo della famiglia Mancini, e i tanti fratelli del suo vero nonno - uomini solitari, impetuosi e pericolosamente eccentrici - se lo contendono per portarlo a caccia, a pesca e coinvolgerlo in mille altre attività assai poco fanciullesche. Così Fabio cresce senza frequentare i suoi coetanei, e il primo giorno di scuola sarà un concentrato di sorprese scioccanti: i suoi compagni hanno molti giocattoli e pochissimi nonni, e si divertono tra loro con giochi strani dai nomi assurdi - nascondino, rubabandiera, moscacieca. E infine, la scoperta più allarmante di tutte, sulla sua famiglia grava una terribile maledizione: tutti i maschi che arrivano a quarant'anni senza sposarsi impazziscono. I suoi nonni-zii sono lì a testimoniarlo. Per fortuna accanto a lui ci sono anche un padre taciturno ma affettuoso, la mamma, la nonna e una ragazzina molto saggia che va in giro vestita da coccinella. Una famiglia caotica che pare invincibile, finché qualcosa di totalmente inatteso accade e sconvolge ogni equilibrio. Giorno dopo giorno, dalle elementari fino alle medie, Fabio cercherà il sempre precario equilibrio tra un mondo privato popolato di storie, pieno di avventure e animato d'immaginazione, e il mondo là fuori, confinato in mille regole opprimenti e dominato dalla legge del più forte. Tra inciampi, amori improvvisi e incontri straordinari, in un percorso di formazione rocambolesco, poetico e stralunato, Fabio capirà che le stranezze sono il nostro inesauribile tesoro di unicità, e giungerà a scoprire la propria vocazione di narratore perdutamente innamorato della vita.

L'uscita è prevista per il 5 settembre



Adesso e per sempre

Autore: Sarah Dessen
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo rosa
Numero pagine: 352

Trama: Louna, figlia di una famosa wedding planner, ha assistito a ogni sorta di matrimonio: sulla spiaggia, dentro palazzi storici, in favolosi alberghi e club. Ne ha visti così tanti che è diventata un po' cinica e difficilmente riesce a pensare che molte di quelle coppie vivranno "per sempre felici e contente". Anche perché il suo primo amore è finito in modo tragico: il ragazzo che amava è morto in circostanze tragiche. Quando Louna incontra, proprio a un matrimonio, un ragazzo affascinante, allegro e spensierato, ma che le sembra il tipico donnaiolo, cerca di tenerlo a debita distanza. Ma Ambrose non ha alcuna intenzione di lasciarsi scoraggiare, perché crede di avere incontrato l'unica ragazza con cui davvero vuole stare. I fan di Sarah Dessen ameranno questa storia ricca di ironia, romanticismo e con un finale lieto ma anche imperfetto... proprio come la vita!

L'uscita è prevista per il 7 settembre



La colonna di fuoco

Autore: Ken Follett
Casa editrice: Mondadori
Genere: Romanzo a sfondo storico
Numero pagine: 912

Trama: Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti.
Discendente Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, la figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra.
Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l'Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno.
Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque.
In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso.

L'uscita è prevista per il 12 settembre



Il tradimento

Autore: Elle Kennedy
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo
Numero pagine: 384

Trama: Allie Hayes è in crisi. Dopo estenuanti tira e molla, la lunga storia con il suo ragazzo è giunta al capolinea. A peggiorare le cose c'è la preoccupazione per il futuro, visto che non ha la più pallida idea di ciò che farà dopo il college. Niente panico: Allie è una tipa tosta che sa reagire, anche se a modo suo. Una mattina, complice una serie di coincidenze e qualche bicchierino di troppo la sera prima, si ritrova a letto con il playboy del campus. È stata solo una notte bollente da archiviare il prima possibile? Lei ne è sicura, mentre non la pensa così Dean Di Laurentis, stella della squadra di hockey locale. Dean è abituato ad avere – e a lasciare – le ragazze che vuole, senza rimorsi e senza rimpianti. E ora vuole lei, Allie, e farà di tutto per farle cambiare idea sul suo conto. Solo che il destino ci mette lo zampino e a poco a poco però accade qualcosa di inaspettato che sconvolgerà le vite di entrambi...

L'uscita è prevista per il 14 settembre



Quell'appuntamento segreto a Parigi

Autore: Caroline Bernard
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo rosa
Numero pagine: 416

Trama: Parigi, 1928: Vianne sogna di diventare una botanica e di lavorare nel prestigioso Jardin des Plantes di Parigi. Quando a un certo punto s'innamora di un pittore emergente, David Marlowe Scott, e si immerge con lui nell'abbagliante atmosfera bohémienne frequentata dall'avanguardia francese, la fortuna sembra sorriderle. Non solo diventa la musa di David, ma conosce anche quello che presto sarebbe diventato il direttore dell'Istituto botanico, che è in cerca di un'assistente. Vianne viene assunta, realizzando così il suo sogno. L'arrivo della guerra, però, porterà distruzione non solo nella vita di una nazione, ma anche in quella privata di Vianne e David... Molti decenni dopo, Marlène è a Parigi, per festeggiare con Jean-Louis l'anniversario di matrimonio. Si trova al Museo d'Orsay quando s'imbatte in un dipinto, Dopo il ballo, di David Marlowe, in cui è ritratta una donna che le assomiglia come una goccia d'acqua. Chi è quella donna? Marlène cerca di far luce sulla sua identità, fino a scoprire la storia di Vianne, il suo legame con lei e un passato che nessuno le ha mai raccontato...

L'uscita è prevista per il 14 settembre



Tutto cambia - Cazalet Vol. 5

Autore: Elizabeth Jane Howard
Casa editrice: Fazi Editore
Genere: Romanzo
Numero pagine: 650

Trama: E alla fine sono arrivati gli anni Cinquanta. Quando la Duchessa viene a mancare, porta via con sé gli ultimi frammenti di un mondo che sta scomparendo: quello della servitù in casa, della classe sociale, della tradizione. È il mondo in cui i Cazalet sono cresciuti. Louise, ormai divorziata, resta invischiata in una relazione pericolosa, mentre Polly e Clary faticano a conciliare il matrimonio e la maternità con le loro idee e ambizioni. Hugh e Edward, ormai sessantenni, si sentono mal equipaggiati per questo mondo moderno; mentre Villy, da tempo abbandonata dal marito, alla fine deve imparare a vivere in maniera indipendente. Ma sarà Rachel, che ha sempre vissuto per gli altri, a dover affrontare la sfida più difficile... A Natale tutte le vicende convergono, e una nuova generazione Cazalet si ritrova a Home Place. Solo una cosa è certa: niente sarà mai più lo stesso.

L'uscita è prevista per il 18 settembre



Le venti giornate di Torino

Autore: Giorgio De Maria
Casa editrice: Frassinelli
Genere: Giallo
Numero pagine: 156

Trama: Le venti giornate di Torino erano iniziate il 3 luglio di dieci anni prima: la siccità, l'insonnia collettiva, i cittadini che vagavano come fantasmi per le strade del centro storico, le grida misteriose, le statue che sembravano aver preso vita, e soprattutto una orribile catena di omicidi. Poi, dopo venti giorni, tutto era finito, all'improvviso, come era cominciato. E nessuno aveva più voluto parlare di quella storia. Dieci anni dopo, un anonimo investigatore dilettante decide di indagare per scrivere un libro su quella vicenda. Perché l'insonnia di massa? E chi erano, e da dove venivano, le mostruose figure di cui troppe testimonianze raccontano? E soprattutto, che nesso c'era tra quanto accadde e la biblioteca che era stata aperta presso la Piccola Casa della Divina Provvidenza? Una biblioteca assai strana, dove non si trovavano i testi pubblicati dagli editori, ma scritti di privati cittadini, che rivelavano i loro pensieri più intimi e profondi, molto spesso terribili, e li mettevano in condivisione con altri cittadini come loro. Non passerà molto prima che il protagonista si renda conto che quella orribile stagione si è conclusa solo in apparenza, e che le forze oscure che avevano scatenato quei drammatici giorni di violenza cieca sono ancora presenti e vigili. Un romanzo inquietante, profetico in modo inspiegabile, principale opera di un autore ingiustamente dimenticato.

L'uscita è prevista per il 19 settembre



La sposa era vestita di bianco

Autore: Mary Higgins Clark, Alafair Burke
Casa editrice: Sperling & Kupfer
Genere: Thriller
Numero pagine: 360

Trama: Ecco venire la sposa, tutta vestita di luce raggiante e bella, risplende davanti a lui.
Laurie Moran, la produttrice televisiva che ha inventato il programma Under Suspicion, può ben dirsi soddisfatta: grazie alla sua trasmissione, due omicidi irrisolti hanno trovato un colpevole e il suo successo ha dato nuovo lustro all'emittente per cui lavora. Laurie si sta quindi preparando alla riunione con il suo capo, pronta a presentargli tre cold case da investigare tra i quali scegliere il nuovo soggetto di Under Suspicion. Quando però arriva in ufficio, carica dei dolci della nuova pasticceria francese del Rockefeller Center per i suoi assistenti, ad accoglierla c'è solo il loro imbarazzo. Infatti, i due non sono riusciti a fermare la donna che ha chiesto di incontrarla senza appuntamento e che si è infilata nel suo studio con la forza della convinzione e delle lacrime. Laurie sarebbe decisa a liberarsene, ma la storia che Sandra, la bellissima signora che trova seduta sul suo divano, le racconta, la convince di avere per le mani il suo nuovo caso. Sandra le chiede di cercare la figlia Amanda, sparita cinque anni prima alla vigilia del matrimonio, senza lasciare alcuna traccia. La stampa l'ha ribattezzata la Sposa Fuggitiva, liquidando la sua scomparsa in modo frettoloso. Troppo frettoloso, secondo Sandra, che rivela a Laurie inquietanti dettagli sulla vita di Amanda, riportando alla luce vecchi rancori e gelosie che covavano da tempo sotto la cenere. Tra il testimone, la damigella d'onore e l'ex fidanzato, Laurie dovrà districare una matassa molto complicata.

L'uscita è prevista per il 19 settembre



La bambina che guardava i treni partire

Autore: Ruperto Long
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo a sfondo storico
Numero pagine: 384

Trama: Francia, 1940. La seconda guerra mondiale è ormai alle porte e i Wins, ebrei di origine polacca, rischiano di essere deportati. Alter, lo zio, è partito per la Polonia nel tentativo di salvare i suoi familiari, ma è stato preso e rinchiuso nel ghetto di Konskie. Il padre della piccola Charlotte vuole evitare che la sua famiglia subisca lo stesso destino, così si procura dei documenti falsi per raggiungere Parigi. Ma dopo soli quarantanove giorni si rende conto che la capitale non è più sicura e trasferisce tutti a Lione, sotto il governo collaborazionista di Vichy. Charlotte a volte esce di casa, e davanti ai binari guarda passare i treni carichi di ebrei deportati. Ben presto suo padre si rende conto che nemmeno Lione è il posto giusto per sfuggire alle persecuzioni e paga degli uomini perché li aiutino a raggiungere la Svizzera. Un viaggio molto pericoloso, perché durante un incidente i Wins si trovano molto vicini alla linea nazista... Una fuga senza sosta, di città in città, per scampare al pericolo, sostenuta dalla volontà ferrea di un padre di salvare a tutti i costi la propria famiglia.

L'uscita è prevista per il 28 settembre


Volevo essere la tua ragazza

Autore: Meredith Russo
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Romanzo
Numero pagine: 320

Trama: Amanda Hardy si è appena trasferita, e nella nuova scuola non conosce ancora nessuno. Vorrebbe farsi dei nuovi amici, ma ha un segreto, e per mantenerlo non deve dare troppa confidenza a nessuno. Almeno questo è il suo proposito. Ma quando incontra il dolce e accomodante Grant, Amanda non può fare a meno di lasciarlo entrare, poco alla volta, nella sua vita. Man mano che trascorrono il tempo insieme, Amanda si rende conto di quante cose si sta perdendo nel tentativo di tenere al riparo il proprio cuore. Giorno dopo giorno si ritrova a voler condividere con Grant tutto di se stessa, compreso il suo passato. Ma è terrorizzata all'idea che, una volta saputa la verità, il ragazzo non sarà in grado di vedere oltre, e si allontanerà per sempre. Qual è il terribile segreto che Amanda non vuole rivelare? Un nome: Andrew. È il nome con cui Amanda era conosciuta nella vecchia scuola e nella vita che ha rinnegato. Ma davvero la verità può avere un prezzo così alto?

L'uscita è prevista per il 28 settembre