mercoledì 10 maggio 2017

Recensione: Big Little Lies

Buongiorno e buon mercoledì, lettori!
Oggi vi propongo una nuova recensione riguardante le serie TV e vi dico la mia su Big Little Lies, la miniserie targata HBO e basata sul'omonimo romanzo di Liane Moriarty, che in sole sette puntate e con il suo cast esplosivo è riuscita a trovare un posto nel mio cuore.



Ideatore: David E. Kelley
Regia: Jean-Marc Vallée
Cast: Reese Witherspoon, Nicole Kidman, Shailene Woodley e molti altri...
Genere: Commedia drammatica / Thriller
Anno: 2017

Trama: Celeste, Madeline e Jane sono tre amiche di Monterey, sulla costa californiana, alle prese con quei problemi che molte mogli e madri affrontano ogni giorno. Mentre Celeste subisce gli abusi del marito, Madeline soffre perché la figlia sta crescendo accanto alla nuova compagna del suo ex. La single Jane, da poco arrivata in città, è invece sulle tracce del padre di suo figlio. Le vite solo in apparenza perfette di ognuna si ritrovano a un bivio quando il caso di un misterioso e brutale omicidio avvenuto durante una riunione dei genitori nella scuola frequentata dai figli irrompe nella loro loro quotidianità.

RECENSIONE


Accade sempre così, le cose belle durano sempre troppo poco, e quando Big Little Lies è arrivata alla fine, mi sono chiesta per un attimo che cosa avrei fatto il mercoledì sera senza il mio appuntamento fisso. Con un cast eccezionale, questa miniserie ha superato di gran lunga le mie aspettative, inizialmente non troppo alte, ma come ho presto imparato, qui nulla è come sembra.

Celeste, Madeline e Jane sono tre donne e madri che vivono sulla costa californiana, a Monterey. Celeste, avvocato che ha smesso di esercitare per dedicarsi alla famiglia, è costretta a subire gli abusi del marito; Madeline, un lavoro part time e un nuovo marito, deve affrontare e accettare che sua figlia maggiore, Abigail, non è più una bambina e che ha costruito un legame con la nuova compagna di suo padre, Bonnie. Infine c'è Jane, una giovane madre single che si è appena trasferita a Monterey per ricominciare e costruire un futuro migliore per suo figlio e per se stessa.
Le tre donne diventano subito amiche e, confessando i propri segreti e il proprio passato, affronteranno insieme i problemi ai quali devono far fronte ogni giorno, come mogli e come madri.

Big Little Lies, come vi dicevo, mi ha davvero stupita, superando le mie aspettative. Inizialmente non mi aveva coinvolta molto, la trovavo una serie carina, ma nulla di entusiasmante. Ho cambiato idea dopo aver visto i primi tre o quattro episodi, rendendomi conto che volevo assolutamente sapere cosa sarebbe successo nella puntata successiva. Il mistero che sta alla base dell'intera storia - un brutale omicidio avvenuto durante una cena di beneficenza per i genitori nella scuola frequentata dai loro figli - inizia, puntata dopo puntata, ad infittirsi e piano piano, attraverso spezzoni di interrogatori e flashback, si riesce a ricostruire ciò che è successo quella notte.
Tutte e tre le donne protagoniste nascondono un segreto e, se sulle prime Madeline ci sembra una snob e pettegola, Celeste un'amica fedele ma riservata, e Jane la ragazza in fuga, presto scopriremo ciò che ognuna di loro nasconde e quale grande segreto condivideranno.
E' una serie che permette allo spettatore di immergersi nella vita quotidiana di queste tre donne, vedendo i problemi che devono affrontare ogni giorno e diventando quasi la quarta presenza nel gruppo. Coinvolgente ed intrigante, Big Little Lies ha centrato l'obiettivo, risultando davvero piacevole e riuscendo, in soli sette episodi, a creare un rapporto con lo spettatore che non mi aspettavo.

Voto
★★★★★

Nessun commento:

Posta un commento