sabato 31 dicembre 2016

2016: Best Books, Movies and TV Series

Buongiorno lettori, buon ultimo giorno dell'anno!
Eh sì, siamo arrivati al 31 dicembre e per me il tempo è passato così in fretta che ancora fatico a credere che tra meno di 24 ore saremo già nel 2017.
Come ogni anno, ho deciso di proporvi un recap di questo 2016, parlandovi dei titoli migliori che ho letto e guardato. Quest'anno si aggiungono anche le serie TV, che non fanno che aumentare. Negli ultimi mesi si è aggiunto un nuovo titolo alla lista, Timeless, una storia con al centro i viaggi nel tempo, che mi sta piacendo davvero tanto.
Ma torniamo al recap del 2016. Quest'anno non ho letto molto, come potete notare dalla mia Reading Challenge di Goodreads ho letto solo una ventina di libri, ma devo ammettere che, nonostante i pochi titoli, ne ho letti di davvero meravigliosi. E' stato il primo anno in cui ho partecipato alla Reading Challenge e ciò mi ha dato modo di vedere, per la prima volta, quanti libri ho letto in un anno. Di solito leggevo senza tenere il conto, ma con questa sfida mi trovo davvero bene e penso proprio di partecipare ancora. Ora scopriamo i titoli che mi hanno emozionata, coinvolta e che sono senza dubbio entrati a far parte dei miei preferiti - cliccando sul titolo potrete leggerne la recensione completa.


Trilogia di Miss Peregrine e i bambini Speciali di Ransom Riggs » Questa trilogia l'ho cominciata all'inizio dell'anno e l'ho amata dal primo all'ultimo volume. Composta da La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, Hollow City e La biblioteca delle anime, racconta una storia avvincente ed originale, in cui mi sono immersa completamente sin dalle prime pagine. Ho amato le caratteristiche di Miss Peregrine e dei bambini speciali, sono entrata in sintonia e ho legato con ognuno di essi, aiutata anche dalle fotografie d'epoca inserite qua e là nella storia.  Una trilogia che ha avuto molto successo e che vi consiglio di recuperare, non ve ne pentirete!

Il cavaliere d'inverno di Paullina Simons » In questi mesi so di avervene parlato fino all'esaurimento, ma non potevo non citare questa storia meravigliosa. Si tratta di una trilogia, di cui io ho scelto il primo volume come uno dei migliori libri dell'anno, perché è quello con cui ho conosciuto Tatiana e Alexander, che mi ha guidata per le strade di Leningrado e che mi ha coinvolta a tal punto che mi sembrava di vivere la carestia, il freddo e la guerra al fianco di una ragazzina di soli diciassette anni.
Tutti e tre i volumi sono meravigliosi, coinvolgenti e pieni di imprevisti, peripezie e, sopratutto, amore. Non pensate all'amore mieloso e sdolcinato, per carità! Qui si tratta di amore vero, quello tempestato da mille difficoltà, vissuto a km di distanza, senza sapere se l'altro sta bene, ma solo con la speranza nel cuore. Se ancora non l'avete letta, correte a recuperarla, perché sono certa che porterete anche voi la storia di questi due giovani innamorati nel cuore.

All the bright places di Jennifer Niven » Purtroppo non sono riuscita a leggere in inglese tanto quanto avrei voluto, ma questo unico titolo l'ho trovato davvero bellissimo - tradotto in Italia con il titolo Raccontami di un giorno perfetto. La storia di Finch e Violet, due adolescenti che imparano a conoscersi piano piano dopo il loro incontro sul tetto della scuola, è molto coinvolgente ed emozionante. Si affrontano temi delicati come la morte di una persona cara e il suicidio, ma si è spettatori anche di un'amicizia che nasce, giorno dopo giorno, grazie alla collaborazione e al sostegno reciproco. Una lettura molto scorrevole, che mi ha emozionata e spezzato il cuore, ma che sento di consigliare a tutti voi, perché ciò che vi lascerà sarà molto più di ciò che vi aspettate.

Scrivimi ancora di Cecelia Ahern » Primo titolo con cui mi sono avvicinata a questa autrice e che mi ha sorpresa. Questo romanzo epistolare racconta la storia di due amici, Alex e Rosie, che si conoscono sin da bambini e che un giorno il destino separa. Alex si trasferisce in un'altra città, in un altro continente, ma promette alla sua migliore amica di rimanere in contatto. Il lettore segue la loro storia attraverso gli scambi di lettere, SMS ed email, vedendoli crescere e cambiare nel tempo. E' stata una lettura molto piacevole, scorrevole e coinvolgente, che mi ha fatto conoscere una bravissima autrice di cui spero di leggere altri lavori molto presto.

Lombra di Edward Carey » Sebbene si tratti dell'ultimo volume della trilogia degli Iremonger, questo si è rivelato il più coinvolgente e ricco di azione. Edward Carey ha creato una storia davvero originale e fuori dall'ordinario, costellandola di bellissime illustrazioni, rendendola scorrevole e intrigante. I primi due volumi mi sono piaciuti, ma nel corso della storia si può notare un crescendo di azione e coinvolgimento che culmina in Lombra. Se ancora non avete letto e conosciuto gli Iremonger, vi consiglio di rimediare, immergendovi nella Londra ottocentesca che sta per essere affrontata dalla famiglia più potente della città.

I racconti degli Speciali di Ransom Riggs » Seguendo l'ordine cronologico delle letture, l'ultimo titolo che si è meritato cinque stelline è la raccolta di racconti che segue alla trilogia di Miss Peregrine. Ogni storia racconta le vicende degli Speciali, di chi era un semplice contadino o di chi, invece, viveva a palazzo. Vi sono racconti che spiegano meglio la storia delle ymbryne, dei loro poteri e del loro ruolo nel mondo Speciale. E' stata una lettura davvero piacevole, in cui ogni racconto è rappresentato dalle bellissime illustrazioni di Andrew Davidson. Che dire, super consigliato!


Alice attraverso lo specchio » Avendo amato il primo film, non potevo di certo perdermi il seguito. Ritroviamo Alice, cresciuta e diventata una navigatrice esperta, che scopre il passaggio che le permette di tornare nel Paese delle Meraviglie. Tornata in questo magico mondo, però, scopre che il Cappellaio Matto ha perso la sua Moltezza e rischia di spegnersi. Toccherà a lei viaggiare nel tempo ed impedire che il Cappellaio si spenga definitivamente. Questo seguito mi è piaciuto moltissimo, ha mantenuto lo stile del primo film e, sebbene sia abbastanza evidente l'uso della computer grafica, mi ha coinvolta e intrigata dall'inizio alla fine. Non posso far altro che consigliarvelo e poi c'è Johnny Depp!

The Hateful Eight » Facciamo un salto indietro nel tempo e incontriamo cacciatori di teste e sceriffi. Una volta arrivati all'emporio di Minnie, però, si scopre che nessuno è chi dice di essere. Tarantino propone un'altra meravigliosa pellicola che mi ha fatto dubitare di ogni personaggio, sorprendendomi quando meno me lo aspettavo e non facendomi affatto pesare quei 167 minuti. 

Io prima di te » Ho visto questo film senza aver letto il libro, ma l'ho adorato e voglio assolutamente recuperare il romanzo di Jojo Moyes. Coinvolgente, toccante e divertente, questo è Io prima di te. Louisa Clark è una ragazza solare e stravagante, che non si lascia abbattere dal caratteraccio di Will, un ragazzo costretto sulla sedia a rotelle di cui lei deve prendersi cura. La drammaticità della storia è spezzata da battute comiche e penso sia uno degli aspetti che ho più apprezzato. Come ho detto, non ho ancora letto il libro, ma sono decisa a recuperarlo. Intanto, però, vi consiglio caldamente il film!

The Danish Girl » Altro film che ho avuto occasione di guardare quasi per caso e che ho trovato stupendo. Racconta la storia di Einar, un artista che lentamente scopre di non trovarsi a suo agio nel proprio corpo. La moglie Gerda, anche lei artista, è determinata ad aiutare il marito e non si lascia abbattere dalle difficoltà. Vengono affrontati temi molto delicati, che purtroppo ancora oggi alcune persone faticano ad accettare. Una storia emozionante, piena di forza e determinazione, che mi ha conquistata. Spero di recuperare presto il libro, ma anche in questo caso, per ora, vi consiglio il film.


The Walking Dead » Ancora non dico nulla sulla settima stagione, che ci lascia con il fiato sospeso fino a febbraio, ma posso dire di aver amato la sesta stagione - era inevitabile, io amo ogni stagione! Il punto forte, a mio parere, è stato l'ingresso di Negan nell'ultimo episodio, che ha fatto senza dubbio crescere la tensione e aumentare la curiosità negli spettatori. Ho notato una maggiore somiglianza con il fumetto rispetto alle stagioni precedenti e, che dire, mi ha tenuta come sempre incollata allo schermo, coinvolgendomi ed entusiasmandomi ad ogni puntata.

Quantico » Questa serie, conosciuta grazie alla fantastica Jen, mi ha coinvolta sin dalla prima puntata, facendomi desiderare per mesi di entrare nell'FBI  - il sogno è stato interrotto dopo aver visto i requisiti impossibili da soddisfare. Ad ogni modo, Alex Parrish è una ragazza determinata e forte, che decide di entrare nell'FBI per scoprire la verità su suo padre. Lo spettatore segue i mesi di formazione in accademia e, in seguito, la missione sul campo. Alex dovrà superare diversi ostacoli, ma è determinata a scoprire la verità, così come lo è lo spettatore. La storia è ben strutturata, riesce a tenere alto il livello di coinvolgimento, senza avere punti morti. Se ancora non conoscete questo gioiellino di serie TV, vi consiglio caldamente di recuperarlo al più presto!

22.11.63 » Questa serie evento basata sul romanzo di Stephen King mi ha totalmente conquistata. Anche in questo caso non ho letto il libro - è tra i titoli che voglio assolutamente recuperare -, ma è entrata senza dubbio tra le mie serie preferite. Ho amato James Franco nei panni di Jake Epping, l'avventura in cui si immerge e il finale. Questa serie è stato puro coinvolgimento, sorpresa e, perché no, anche una lezione di storia, sebbene si tratti di una storia per lo più inventata. L'ho talmente amata, che non posso far altro che consigliarvela!

American Horror Story - Roanoke » Questa stagione di AHS si è appena conclusa e presto ne troverete la recensione sul blog. Per il momento vi posso dire che è quella che più ho apprezzato, che mi ha coinvolta e incuriosita, risultando più ricca di horror e con meno di contenuti volgari.
Non sono mai stata così entusiasta di vedere una stagione di AHS come in questo caso. E' riuscita a sorprendermi, rivelandosi alla fine una storia più grande e complessa di quanto risultasse all'inizio. Vi consiglio di darle una possibilità!


Eccoci giunti alla fine di questo lunghissimo recap con i migliori titoli del 2016!
Sono certa che il nuovo anno porterà con sé altrettanti titoli meravigliosi, ma prima di salutare questo 2016 fatemi sapere quali sono i libri, i film e le serie TV che avete preferito, che avete guardato con entusiasmo e amato. Io vi auguro di salutare il nuovo anno che sta per arrivare con gioia e serenità, sperando che abbia in serbo solo cose belle. Ci rileggiamo nel 2017, stay tuned!

domenica 25 dicembre 2016

3 tipologie di non-lettori che non sopporto

Buona domenica e buon Natale a tutti voi, cari lettori!
Nonostante sia festa e io mi stia godendo il pranzo, alias grande abbuffata, con la mia famiglia, non poteva mancare l'appuntamento mensile con la rubrica librosa più chiacchiericcia del blog.
Ho pensato e ripensato a quale argomento proporvi, i consigli li rimando all'anno nuovo, poi mi sono detta che non sarebbe male chiedere - anche se un po' in ritardo, lo so! - al caro vecchio Babbo un piccolo regalo che farebbe vivere meglio la lettrice che c'è in me.
Oggi condivido con voi 3 tipologie di non-lettori che non sopporto e da cui cerco di stare il più alla larga possibile. 


1. Ma cosa leggi i libri, tanto è meglio il film!
Questa è una delle frasi che più mi fa innervosire e spesso devo contare fino a mille per non rispondere male a chi l'ha appena pronunciata. Capisco che non a tutti possa piacere la lettura, però mi sembra un po' da presuntuosi dire, senza ombra di dubbio, che qualsiasi film tratto da un libro è meglio di quest'ultimo. Chi pronuncia questa frase, poi, vuole trasmetterci un messaggio, una domanda, ben più profondi, che ogni lettore riesce a cogliere perfettamente: perché perdi tempo a leggere libri?
Ed è forse questa l'aspetto che mi fa più arrabbiare. Come puoi, tu, persona che si rifiuta di leggere anche la più piccola cosa e il cui vocabolario è ridotto al minimo sindacale, dire che leggendo si perde tempo? Se lo pensi, non posso farci nulla, ma le tue motivazioni ti assicuro che non reggeranno.

2. Ah, siamo in una libreria?
Questa è una tipologia che ho scoperto solo di recente, in prossimità del Natale, quando tutti si organizzano e vanno a fare compere. Ero in libreria, girovagavo tranquillamente tra gli scaffali e le sezioni alla ricerca di qualche titolo interessante, e all'improvviso mi ritrovo ad ascoltare una conversazione telefonica che mi ha lasciata allibita. La ragazza al telefono stava dicendo alla persona all'altro capo - presumo sua madre - dove si trovava e la frase che mi ha lasciata più spiazzata è stata Sì, siamo qui in questa libreria, non do bene dove, si chiama *** o qualcosa del genere.
Voi vi starete chiedendo cosa c'è di strano, magari non si ricordava il nome della libreria, ma il fatto è che nella mia città c'è solo una libreria, quella. 
Si poteva notare benissimo che la ragazza in questione - e compagnia di amici pure - non erano lettori e, sinceramente, non sapevano nemmeno dove e cosa cercare. Prima di continuare la mia ricerca, ho solo pensato Povera persona lettrice!

3. Ho letto Il trono di spade di Tolkien! No, veramente è di Martin...
Forse sarà capitato anche a voi di incontrare qualche non-lettore che si è imbattuto nella sua prima vera lettura: ha preso un libro, lo ha letto dalla prima all'ultima pagina e magari gli è anche piaciuto.
Che sollievo, direte voi, magari adesso si avvicinerà alla lettura! Sì, lo spero anche io, però il mio entusiasmo e la mia speranza vengono spezzati quando, parlando con il soggetto in questione del libro che ha appena concluso, afferma con convinzione l'autore, sbagliandolo totalmente.
Su certi libri, magari quelli di autori nuovi o non molto conosciuti, capisco che lo si possa ignorare, ma su quelli più famosi o i classici no - se non sei sicuro dell'autore e non vuoi causare un collasso al lettore che hai davanti, omettilo.


Queste erano le 3 tipologie di non-lettori che ho incontrato negli ultimi tempi e spero di non essere stata l'unica. Spero di avervi strappato un sorriso, fatemi sapere quali sono le vostre - sono molto curiosa!
Io vi saluto, vi auguro ancora una volta di passare un felice Natale e di mangiare tante cose buone, al prossimo appuntamento con Bookish Talk!

venerdì 23 dicembre 2016

Pausa natalizia - Buone feste a tutti!

Buonasera, cari lettori!
Come state? Siete alle prese con gli ultimi preparativi per il Natale o, come la sottoscritta, fate parte dei ritardatari che domani correranno di negozio in negozio alla ricerca del regalo perfetto?
Ad ogni modo, vi auguro buona fortuna, io spero di sopravvivere alla folla che mi inghiottirà!

Questo secondo post del giorno non è comune, infatti sapete quanto io preferisca pubblicare una sola volta al giorno, però non potevo lasciarvi senza salutarvi come si deve.
Cinebooks Blog, che festeggia il suo secondo Natale online, si prende una meritata pausa natalizia
In questi anni non ho fatto pause estive o per festività, forse perché non ne sentivo il bisogno o forse perché non ero così impegnata con il blog. Quest'anno, però, oltre alla pausa di un mese lo scorso giugno a causa degli esami - quanto mi siete mancati! -, ho deciso di sospendere per qualche giorno la pubblicazione di recensioni e quant'altro per godermi le vacanze natalizie.
Inoltre, per me quest'anno il Natale sarà diverso dal precedente, poiché lo festeggerò con la mia famiglia, tutti riuniti per il pranzo del 25 dicembre. 

Il 2016 sta per giungere al termine, ma io sono determinata a concludere per tempo la mia lettura, anche se so già che non completerò la Reading Challenge di Goodreads.
Quest'anno non sono stata molto brava, ho letto una ventina di libri soltanto, ma spero di rifarmi l'anno prossimo, magari con l'aiuto di qualche sfida!
Le vostre letture, invece, come sono andate? Siete soddisfatti o, come me, cercherete di fare meglio nell'anno nuovo?

Come vi ho accennato prima, il blog sarà in pausa da domani, 24 dicembre, fino al 2 gennaio.
Durante questa settimana mi dedicherò senza dubbio alla lettura, alla stesura di nuovi post e, naturalmente, mi godrò le feste con i miei parenti.
Sul blog, però, vi aspettano due post programmati: il 25 dicembre l'appuntamento con la rubrica Bookish Talk e il 31 dicembre con il Best & Worst del 2016.

Per qualsiasi cosa, se avete bisogno di un consiglio o semplicemente volete fare quattro chiacchiere, mi trovate, come sempre, alla mail cinebooksblog@gmail.com,  sui social in cui sono attiva - Facebook / Instagram / Twitter - e non dimenticate di diventare membri de Il salotto dei lettori su Goodreads!

Penso di avervi detto tutto, spero che questo post mezzo chiacchiericcio vi sia piaciuto e vi auguro con tutto il cuore di passare un buon Natale, buone feste e di condividere la vostra felicità con i vostri cari. Spero che il caro vecchio Babbo sia stato gentile con voi (e con me!), in fondo siamo stati bravi e buoni, e che vi porti ciò che più desiderate! 

🎄 BUON NATALE E BUONE FESTE, LETTORI! 🎅

Recensione: I racconti degli Speciali

Buon pomeriggio, lettori!
E' già venerdì, il weekend di Natale è alle porte e io ancora non ci credo. Il tempo è davvero volato questa settimana e ora non resta che prepararci a pranzi e cene che ci faranno rotolare! 
Prima di salutarvi e augurarvi buone feste, voglio parlarvi di un libro che con il Natale non ha nulla in comune, ma che io ho trovato davvero perfetto come lettura del mese. Si tratta della raccolta di racconti degli Speciali di Ransom Riggs, che ha racchiuso in questo volume tutti i più importanti racconti con cui gli Speciali sono soliti intrattenersi e che le ymbryne raccontano loro.
Non vi dico altro e vi lascio alla recensione!

Autore: Ransom Riggs
Casa editrice: Rizzoli
Genere: Fantasy
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 224

Trama: Quella degli Speciali è una storia antica, che comincia molto prima dell'arrivo di Miss Peregrine; è una storia che riecheggia mi-steri e stravaganze, ed è custodita in questa raccolta di racconti curata proprio da uno Speciale, Millard Nullings, il ragazzo invisibile ospite della casa di Miss Peregrine. All'interno di queste storie dal retrogusto fiabesco, e talora venate da un'atmosfera gotica, si muovono personaggi fantastici, spesso spaventosi, ma anche divertenti e assolutamente bizzarri: una principessa squamosa dalla lingua biforcuta; una ragazzina spericolata, amica degli incubi; un ragazzo capace di parlare al mare; e una strampalata comunità di facoltosi e raffinati cannibali. Tutti ci accompagnano in un singolare viaggio agli albori della società degli Speciali, trasportandoci nella sala macchine di un universo parallelo e affascinante. Superbamente illustrata dai disegni di Andrew Davidson, I racconti degli Speciali è un'antologia che non può mancare nella biblioteca di tutti i fan di Miss Peregrine, e che catturerà per sempre chi ancora non lo è. Qui, fra queste pagine, ogni storia è un mondo, lo stesso mondo che Jacob, Emma e la loro multiforme comitiva di ragazzi e bambini attraversano nelle fantastiche avventure della trilogia di Ransom Riggs.

RECENSIONE


Quando ho letto dell'uscita di questo volume della trilogia, che originariamente volevo acquistare in lingua originale, ma dopo aver visto il prezzo ho cambiato idea, ho fatto i salti di gioia, anche perché avevo da poco terminato la lettura de La biblioteca delle anime.
Ebbene, dopo averlo finalmente avuto tra le mie mani, l'ho iniziato praticamente subito. Cosa vi posso dire? Non esiste una trama, essendo una raccolta di racconti dovrei parlarvi della storia di ognuno, ma non penso sia giusto, perdereste la magia della scoperta.
Così ho pensato di parlarvene a grandi linee, sottolineando gli aspetti che ho amato e quelli che non ho apprez... no aspettate, non ce ne sono!
I racconti degli Speciali racchiude in sé dieci racconti, oltre alla prefazione di Millard Nullings, il ragazzo invisibile che avevamo conosciuto nella trilogia e che ritroviamo nei panni di curatore della raccolta. Ogni storia ha una morale e, pur avendo come protagonisti degli Speciali, si possono applicare anche nella vita reale. Se guardo l'elenco delle storie, non credo di essere in grado di sceglierne una e dirvi che è la mia preferita. Certo, alcune come La donna che era amica dei fantasmi e La ragazza che domava gli incubi mi sono piaciute davvero molto, ma tutte mi sono piaciute davvero molto, perciò non farò nessuna classifica.
Pur essendo una raccolta destinata a tutti, anche a coloro che non hanno letto la trilogia di Riggs, ho notato che le storie sono narrate in modo più esplicito, come accadrebbe nella realtà, e che alcune contengono particolari macabri e scene che le persone più facilmente impressionabili potrebbero non apprezzare del tutto. Io vi ho avvisati, ma non credo sia giusto accantonarlo solo per questo!
La narrazione è senza dubbio molto scorrevole e coinvolgente, non si perde nella descrizione dei particolari, ma ogni storia riesce comunque a prendere forma nella mente del lettore.
Ogni racconto è preceduto e rappresentato da un'illustrazione di Andrew Davidson, che ho adorato. La grafica del libro l'ho trovata magnifica, ben curata e non troppo invasiva. La copertina, poi, è meravigliosa.
Una lettura che bramavo da tempo, che ho trovato perfetta per questo mese e grazie a cui ho riscoperto il piacere dei racconti. E' un libro molto veloce, poco più di duecento pagine, e se non volete leggerlo tutto d'un fiato come ho fatto io, potete intervallare una lettura più impegnativa con qualche racconto. 
Senza dubbio una delle migliori letture dell'anno!


Voto
★★★★★

mercoledì 21 dicembre 2016

Curiosity Time: 5 curiosità letterarie sul Natale

Buon primo giorno d'inverno, readers!
In questo pomeriggio di sole - che non ci dispiace, dato che ieri ha piovuto tutto il giorno -, con la mia influenza che non ne vuol sapere di andar via, vi propongo un nuovo appuntamento con la rubrica Curiosity Time, che ho pensato di fare a tema natalizio. Vi svelo, dunque, 5 curiosità letterarie dedicate proprio a questo periodo dell'anno, riguardanti i grandi autori, ma sono solo!

🎄  5 CURIOSITA' LETTERARIE SUL NATALE  🎄


1. L'Orso Paddington acquistato grazie ad uno slancio di commozione
Michael Bond, il creatore di questo famoso orsetto, ne acquistò uno nel 1956. L'autore, avendo visto il pupazzo solo sullo scaffale di un negozio di giocattoli, dato che era l'ultimo rimasto, si lasciò commuovere e lo acquistò nel giorno della Vigilia di Natale.

2. Il Grinch era già apparso
Questa creatura verde, che odia il Natale con tutta se stessa, non ha debuttato nel 1957 con la pubblicazione del libro del Dr. Seuss. Infatti, un grinch aveva già fatto la sua comparsa due anni prima, nel 1955, in una poesia composta da 32 versi, intitolata The Hoobub and the Grinch, pubblicata sulla rivista Redbook.

3. Dickens alle prese con i problemi economici
Il suo famoso racconto, Canto di Natale, risalente al 1935, non gli permise di risolvere i suoi problemi economici. Nonostante avesse venduto seimila copie nel giro di cinque giorni e il prezzo fosse accessibile ai lettori, l'autore volle a tutti i costi che il libro fosse confezionato con una copertina rossa molto costosa.

4. Babbo Natale proviene da una poesia
Il nostro amato Babbo non è stato creato dalla Coca Cola, sebbene molti dicano che sia così, ma è nato grazie ad una poesia, Una visita di San Nicola, pubblicata in forma anonima nel 1823 e che è stata attribuita a Clement Clarke Moore. In questa poesia, da cui la Coca Cola ha ripreso gli elementi che caratterizzano Babbo Natale, si possono trovare i nomi delle otto renne che trainano la slitta. Rudolph venne aggiunta in un secondo momento da Robert L. May, nel 1939.

5. Harper Lee ha scritto Il buio oltre la siepe grazie a un regalo di Natale
Questa famosa scrittrice ha iniziato a scrivere dopo aver ricevuto da un amico, come regalo di Natale, un anno di salario, a patto, però, che lei lasciasse il suo lavoro e si dedicasse alla scrittura.


Fonti


Queste erano le 5 curiosità letterarie sul Natale e su alcuni classici di questa festività che più hanno catturato la mia attenzione. Ce ne sarebbero altre, ma le tengo per l'anno prossimo, che ne dite?
Spero che questo appuntamento vi abbia tenuto compagnia e fatto conoscere dei piccoli dettagli che non conoscevate, fatemi sapere cosa ne pensate e quali curiosità a tema natalizio avete appreso in questi anni!

lunedì 19 dicembre 2016

Recensione: Vietato leggere all'Inferno

Salve a tutti e buon lunedì, cari lettori!
Come state? Come procedono le vostre letture? Io non sono al massimo della forma, già da ieri sera accusavo i sintomi dell'influenza e oggi non sto per niente bene. Farò di tutto per combatterla, a Natale voglio stare bene e godermi le feste senza mal di gola o febbre!
Oggi, per distrarmi e non pensare al mio malessere, ho deciso di proporvi la recensione della mia ultima lettura, Vietato leggere all'Inferno di Roberto Gerilli, che vi avevo già presentato nella scorsa Segnalazione Librosa.
Da qualche settimana avevo voglia di riavvicinarmi al genere distopico e questa lettura, che mi è stata gentilmente proposta da Speechless Books, è arrivata al momento giusto. La trama mi ha incuriosita sin dalle prime righe, ma quale sarà la mia opinione riguardo al libro?

Autore: Roberto Gerilli 
Casa editrice: Speechless Books
Genere: Distopico
Formato: Ebook
Numero pagine: 412

Trama: Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall'età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L'isola del tesoro e non ho più smesso. Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l'ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradosso, pennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza. Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora. La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell'editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse. Vietato leggere all'Inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona.

RECENSIONE


Amleto Orciani è un uomo di trentacinque anni, lavora come inserviente in un negozio di bricolage e non rinuncerebbe mai alla lettura. Nell'Italia in cui vive, la letteratura è vietata. E' considerata illegale dal 23 aprile 2000, data in cui è stata proclamata la legge Montag, che considera illegale la letteratura al pari di qualsiasi droga o sostanza stupefacente. Amleto, il cui nome non è stato scelto a caso, dato che è nato e cresciuto con due genitori libromani che non l'hanno mai rimproverato se si faceva qualche paragrafo o un libro intero, un giorno fa la conoscenza di Eleonora, una ragazza forte e determinata che gli propone di aiutarla a realizzare il suo folle piano: cambiare il mondo dell'editoria, proponendo ai lettori il romanzo che salverà i romanzi, un libro che riavvicinerà i lettori ai libri veri, non a quelle storielle senza un vero messaggio, pubblicate da editori come il Bibliotecario o il Nordico solo per accontentare la fame di lettura dei libromani. Amleto accetta, forse più spinto dall'ingente somma di denaro promessa da Eleonora, che dalla convinzione che il piano funzionerà, e, per essere più tranquillo, chiede alla sua migliore amica Caterina di guardargli le spalle. 
La loro avventura inizia e, dopo la stesura del romanzo, dovranno ottenere il permesso per presentarlo alla London Book Fair, una specie di rave party dedicato agli amanti della lettura. Ma portare a termine il progetto non sarà così facile e Amleto, Eleonora e Caterina dovranno lottare un bel po' per riuscirci. 

Vietato leggere all'Inferno, narrato in prima persona da Amleto Orciani, non è il solito romanzo distopico. Non c'è nessun mondo parallelo in cui la tecnologia ha superato ogni aspettativa, né alcun sistema totalitario che nega la libertà alle persone. Roberto Gerilli ha creato una storia originale, ambientata in un'Italia molto simile a quella che conosciamo, ma con un piccolo particolare: la letteratura è vietata. Gli studenti non studiano più i grandi autori italiani, né possono leggere i capolavori della letteratura. Amleto non rinuncia alla lettura e, per non farsi smascherare dalle persone normali, compie degli studi davvero particolari: guarda i programmi TV e cerca di impararne il linguaggio, in modo che, durante una conversazione, non si faccia sfuggire parole troppo elevate, rischiando di essere scoperto.
Pur essendo il protagonista principale di questo romanzo, non bisogna dimenticare che senza Eleonora, la ragazza dal folle piano, non sarebbe iniziata nessuna avventura e che, senza Caterina, le loro vite sarebbero state più in pericolo di quanto non lo fossero già.
Grazie allo stile semplice e coinvolgente di Gerilli, il lettore viene trasportato all'interno della storia già dalle prime pagine, stupendosi per i numerosi colpi di scena e sorridendo per l'ironia e il sarcasmo di Amleto. 
Questo romanzo è sì un distopico, ma allo stesso tempo ricco di azione e con un pizzico di thriller, e devo ammettere che questo mix mi ha conquistata.
Vietato leggere all'Inferno è un gioiellino che nessun amante della lettura dovrebbe farsi mancare, ottimo spunto di riflessione per quanto riguarda il mondo dell'editoria attuale e il cambiamento imposto da una legge irreale che purtroppo non ha colpito solo l'Italia.

E tu, rinunceresti a leggere per sopravvivere?


Voto
★★★★★

venerdì 16 dicembre 2016

Speciale How To: Come fare il regalo perfetto ad un lettore

Buon pomeriggio e buon venerdì, miei amati lettori!
Il Natale si avvicina e state già facendo i salti mortali per trovare il regalo perfetto per un amico o un parente che magari, tra le altre cose, ama la lettura?
Lo so, il tempo scorre, ma non c'è motivo di farsi prendere dal panico. Io quest'anno sono partita con largo anticipo, forse un po' troppo, ma è stato meglio così, visto che le Poste in questo periodo sono piene di pacchi e pacchetti da spedire in giro per l'Italia e trovare il regalo perfetto non è sempre facile.
Dunque, cari miei lettori, capite anche voi quanto sia difficile per un non-lettore sapere cosa regalare a noi bibliofili, ma ogni tanto capita anche a noi di trovarci in difficoltà, perciò ho pensato che vi potesse essere utile una piccola guida, tre consigli che sento di dare a chi è alla ricerca di un pensierino di Natale e non vuole commettere un errore. Ecco come fare il regalo perfetto ad un lettore.

Se siete lontani dal mondo di noi lettori, allora questa guida all'acquisto risulterà più utile a voi che a coloro che, invece, ne sanno già qualcosa. Un libro, un gadget della saga tanto amata o un semplice segnalibro renderanno felici il vostro destinatario. In fondo, a noi lettori basta qualcosa che rientri nel mondo letterario e non potremmo essere più felici. Ma come scoprire cosa desideriamo di più?
Ecco tre linee guida per scoprire facilmente cosa desidera un lettore e fargli il regalo perfetto - o almeno così si spera!


1. Approfondite la conoscenza dei suoi gusti letterari

Dove volete andare, se non sapete nemmeno cosa gli piace? Magari adora i thriller e detesta i romanzi rosa e voi, convinti del contrario, gli regalate un bel romanzo di Sparks. Questo come minimo ve lo tira in faccia il libro, altro che sorriso finto!
Quindi, miei cari, armatevi di pazienza e indagate. Parlate con il vostro lettore, interessatevi alle sue letture e scoprite più che potete i suoi gusti letterari. Magari è un onnivoro, spazia tra vari generi, ma ogni lettore ha un genere che da sempre detesta o scansa con estrema facilità, perciò fate in modo di scoprirlo. 

2. Curiosate nelle sue Wishlist

Gli manca l'ultimo volume della saga che tanto ama? Sta collezionando una serie di libri o semplicemente è attirato da un titolo in particolare? Anche in questo caso, dovrete essere dei piccoli Sherlock Holmes e scoprirlo.
Esistono diversi social network che permettono agli utenti di inserire in una lista dei desideri i titoli di libri o gli oggetti che più li hanno colpiti e che desiderano avere. Se siete alle prese con un lettore, alcuni siti che offrono questa opzione sono Goodreads e Anobii, ma potete chiedere - naturalmente senza farvi smascherare in un nanosecondo - a quali di questi sono iscritti. Magari il soggetto in questione, chiacchierando con voi, parlerà di sua spontanea volontà di uno di questi social o addirittura vi dirà lui stesso, anche se non troppo esplicitamente, cosa desidera per Natale.
Ma ritornando alla Wishlist, vi basterà trovarla e consultarla. Toccherà poi a voi scegliere cosa regalare tra tutte le voci della lista.

3. Andate con il vostro lettore in libreria 

Se siete lettori anche voi, questo punto vi piacerà molto. In caso contrario, se avete deciso di regalare un libro sappiate che questo piccolo sacrificio risolverà il vostro problema, perciò armatevi di coraggio e pazienza e andate! 
Una volta entrati in libreria, dovete prestare la massima attenzione e concentrare vista e udito sul vostro lettore. Non sono ammesse distrazioni, potrebbe essere fatale!
Accompagnate il vostro lettore durante la visita, state attenti - super attenti! - ai titoli che osserva, a quelli che prende in mano e quelli su cui si sofferma. Lo scopo di questo punto è capire esattamente cosa vuole, quale libro sogna la notte. La cosa che accadrà quasi sicuramente e che vi farà accendere la lampadina, facendovi capire che QUELLO E' IL LIBRO sarà l'inizio di una lunga, lunga, lunga discussione. Vi parlerà di quel libro, di ogni suo aspetto e di tutto ciò che sa a riguardo. Potrebbe anche farsi sfuggire, quasi per caso, la fatidica frase Quanto vorrei leggerlo e allora BAM, avrete fatto centro. 
Nel caso in cui il vostro lettore vi parlasse e mostrasse grande interesse per più titoli, osservate attentamente, perché quasi sicuramente darà più risalto ad uno rispetto agli altri.
Se, invece, non riuscite a distinguere il livello di interesse e vi sembra che tutti abbiano totalmente catturato la sua attenzione, starà a voi scegliere. In questo caso vi consiglio di pensare ai suoi gusti e optare per quello più vicino ad essi.

🔖🔖🔖

Anche nel caso in cui optaste per dei gadget legati al mondo letterario dovete fare attenzione. Ha già quella tazza di Harry Potter? Gli piacerebbe un ciondolo di Shadowhunters? 
Anche per questo tipo di regalo bisogna prestare attenzione e informarsi prima di regalare un doppione - che non si butta via, ma lascia sempre quel velo di delusione.
Per quanto riguarda i segnalibri, ne esistono davvero migliaia e tutti diversi, perciò avete l'imbarazzo della scelta. Potreste crearne uno voi, personalizzarlo e renderlo unico, magari con la sua citazione preferita. Siate creativi, fate sentire il vostro lettore ascoltato e compreso e vedrete che il vostro regalo sarà più che ben accetto.


Eccoci giunti al termine di questo speciale di Natale. Solitamente questa rubrica è in pausa, ma dato che il periodo e l'atmosfera natalizia hanno coinvolto tutta la blogosfera, non potevo non darvi qualche consiglio da amante dei libri quale sono. Ogni tanto anche io mi trovo in difficoltà se devo fare un regalo e questi sono i punti fissi che seguo per fare la mia scelta. L'ultimo regalo che ho fatto è stato un successo, perciò penso di aver affinato abbastanza la tecnica per consigliarla anche a voi. Non posso lasciarvi senza dirvi da chi è stato inventato il punto 3, altrimenti rischio di non ricevere nessun regalo per gli anni a venire! Ebbene, il punto 3 è stato ideato, messo a punto e suggeritomi dalla mia cara amica Lily, che ha sempre azzeccato ogni regalo che mi ha fatto da quando ci conosciamo e che non posso non ringraziare infinitamente 
Dopo questa conclusione stile pagina dei ringraziamenti di un romanzo, spero che il post vi sia piaciuto, che vi sia stato utile in qualche modo e che vi permetta di fare il regalo perfetto ai vostri amici lettori. Non dimenticatevi di farmi sapere quali tecniche utilizzate voi per scegliere il regalo perfetto in un commento!

giovedì 15 dicembre 2016

Cover Reveal: Nikolaj di Kristen Kyle

Buongiorno e buon giovedì, lettori!
Stamattina sono più stanca del solito, forse non dovevo fare le ore piccole per finire la lettura, ma sapete com'è, quando si è curiosi bisogna leggere fino alla fine. Perciò tenetevi pronti, perché presto arriverà la recensione!
Oggi, invece, ho il piacere di ospitare un nuovo Cover Reveal con protagonista il romanzo d'esordio di Kristen Kyle, Nikolaj, la cui cover è stata realizzata da Lovely Covers - Graphic Design



Titolo: Nicolaj 
Autore: Kristen Kyle
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Mafia Romance
Serie di appartenenza: Man Of Honor #1
Formato: Ebook
Prezzo: 1.99€ (prezzo lancio per la prima settimana 0.99€)
Data di pubblicazione: 15 gennaio 2017

Trama: Le mie origini mi perseguitano.
Le mie mani sono sporche del sangue dei miei nemici.
Ho lottato per essere libero.
Ho combattuto per conquistare il mio posto nel mondo.
L’ambizione e il successo hanno sempre placato il mio desiderio di riscatto.
Ma non i miei incubi.
Ora finalmente sono sul punto di raggiungere tutti i miei obiettivi e dimenticare il passato.
Sulla mia strada, però, c'è un ostacolo: Anthony Calabrese.
Il boss della mafia italiana mi ha fatto una proposta che non posso accettare.
La guerra è inevitabile, tuttavia non ho bisogno di un esercito.
Isabella Calabrese sarà la mia arma.
La principessa scoprirà che con i russi non si scherza.
Suo padre dovrà scegliere tra il vivere senza il suo cuore o arrendersi a me.
C'è solo un problema.
Gli occhi di Isabella mi scavano dentro, leggono la mia anima corrotta, si insinuano nella mia mente disturbata.
Riuscirò a piegarla prima che lei distrugga me?

Serie Man Of Honor 
- Nicolaj
- Vincent




Booktrailer



L'autrice


Kristen Kyle ama la lettura, i gatti e il vino caldo. È cresciuta guardando Il Padrino e Scarface e ha sempre saputo che prima o poi avrebbe scritto un Mafia Romance.
Che gusto c'è nel descrivere un "man of honor" senza parlare del suo cuore?
Nikolaj è il suo romanzo d’esordio.
Segui l'autrice su Facebook / Goodreads / Instagram

mercoledì 14 dicembre 2016

Prepariamoci al film: Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali

Buongiorno e ben trovati, lettori!
Come state? Come procedono le vostre letture? Io ho quasi terminato il libro che ho in lettura e so già quale sarà il prossimo - strano ma vero!
Oggi voglio proporvi un nuovo appuntamento con la rubrica Prepariamoci al Film e quale titolo avrò mai scelto? Come sapete, la trilogia di Ransom Riggs è una delle mie preferite e attendo con ansia la trasposizione cinematografica, curiosa di scoprire quale capolavoro avrà sfornato Tim Burton, perciò non potevo non parlarvi e prepararmi con voi, anche solo in parte, a ciò che ci aspetta al cinema da domani, 15 dicembre.


TRAMA

Jacob Portman è un normale adolescente che vive in Florida ed è molto legato a nonno Abe, che fin da piccolo gli racconta delle strane storie che lui pensa essere solo frutto della sua immaginazione. Un giorno, però, nonno Abe muore in circostanze tutt'altro che ordinarie e Jacob inizia a pensare che le sue storie nascondano qualcosa di vero e, dopo aver trovato degli indizi che rafforzano questa sua ipotesi, decide di andare insieme al padre su un'isola del Galles per saperne di più. Durante una passeggiata, Jacob trova un passaggio che lo trasporta in una realtà parallela, stesso luogo ma periodo storico diverso. Si ritrova, infatti, nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale e ad accoglierlo è una ragazzina di nome Emma, da cui resta subito affascinato. Grazie a lei trova la strada per la casa in cui vivono Miss Peregrine e gli altri bambini speciali, ma ancora è all'oscuro di ciò che lo aspetta. Le avventure di Jacob sono solo all'inizio.


LOCATION

Le riprese restano fedeli alla storia narrata dall'autore, svolgendosi in un primo tempo in Florida, per poi spostarsi nel Regno Unito e anche in Belgio. Leggendo i romanzi ho immaginato scene e ambienti molto diversi tra loro, spero che Burton abbia colto tutti gli aspetti fondamentali e che riesca a stupirci come sempre.

CAST

Passiamo ora agli attori principali che sono stati scelti per interpretare i vari ruoli.

Eva Green - Miss Peregrine


Attrice famosa che ho già conosciuto e avuto modo di apprezzare in altri film, come Womb e Dark Shadows, la trovo assolutamente perfetta per questo ruolo. E' esattamente come l'avevo immaginata e non vedo l'ora di vederla sul grande schermo. L'aspetto è molto simile a quello della Miss Peregrine descritta da Riggs, aiutato dalle immagini che costellano i romanzi, e io sono molto soddisfatta della scelta.

Asa Butterfield - Jacob Portman


Anche questo è un attore che ho già conosciuto e apprezzato nel famoso film Il bambino con il pigiama a righe e che ora troviamo cresciuto e nei panni di un adolescente con uno strano potere. Sinceramente non avevo immaginato Jacob in modo chiaro e nitido come è stato per Miss Peregrine, ma sono felice che la scelta sia ricaduta su Asa Butterfield.


Ella Purnell - Emma Bloom


La trovo perfetta e molto simile a come avevo immaginato la Emma Bloom del romanzo. Anche questa attrice non mi è sconosciuta, ha interpretato in uno dei miei film preferiti, Non lasciarmi, e Maleficent. Riveste un ruolo importante, sia per la storia, sia per Jacob stesso, perciò spero non deluda le mie aspettative.


Samuel L. Jackson - Sig. Barron


Ultimo attore che vi presento e che non poteva mancare, data la sua bravura e la sua popolarità. Per chi di voi non lo conoscesse ancora, ha interpretato in numerose pellicole, come Pulp Fiction, Die Hard - Duri a morire e Django Unchained. Interpreterà uno dei maggiori cattivi della storia, ma sono sicura che ne sarà all'altezza.


MODIFICHE APPORTATE ALLA STORIA

Sono stati apportati alcuni cambiamenti alla storia, ma l'autore Ransom Riggs ha fiducia nel regista Tim Burton e pensa che non potrebbe aver fatto lavoro migliore. Ci dobbiamo perciò fidare e sperare che le modifiche apportate non stravolgano la storia. Vediamo quali sono.

- Il nome di Jacob Portman è Jake
Cambiamento quasi impercettibile, probabile diminutivo di Jacob. Si può notare già dal trailer, ma non mi dispiace, forse Jacob alla lunga avrebbe stancato. 

- I poteri di Emma e Olive sono stati scambiati
Nel romanzo Emma ha il potere del fuoco e Olive quello dell'aria. E' infatti la bambina più leggera ed è costretta ad indossare pesanti scarpe per non volare via. Anche questo cambiamento si può notare nel trailer, infatti nel film questi poteri sono invertiti, speriamo però che non cambino il corso della storia.

- Il ritorno all'età originaria è simboleggiato da una rosa
Se avete letto la trilogia, saprete che se si passa troppo tempo fuori dall'anello temporale si raggiunge in breve tempo l'età originale, ovvero quella che si avrebbe nella realtà. Questo concetto era rappresentato nel libro da una mela, mentre nel film hanno scelto come simbolo la rosa, preferendo evidenziare la relazione tra Jacob ed Emma.

- Gli Spiriti Vacui hanno accesso agli anelli temporali
Nel libro questo non avviene, gli Spiriti Vacui o Hollows, acerrimi nemici degli Speciali e delle ymbryne, non possono entrare negli anelli temporali, caratteristica cambiata nella trasposizione cinematografica. Che sia stata cambiata per dare più azione alla storia? 


____________________________________________________________________


Eccoci giunti al termine di questo speciale appuntamento di Prepariamoci al Film.
Io sono davvero emozionata e non vedo l'ora di vedere sul grande schermo questa trasposizione cinematografica, che spero soddisfi le mie aspettative e mi coinvolga tanto quanto i romanzi. Prima della visione leggerò I racconti degli Speciali, giusto per non farmi mancare nulla.
Voi cosa ne pensate? Apprezzate i cambiamenti o avreste preferito una trasposizione più fedele? 

sabato 10 dicembre 2016

3 trilogie che ho amato

Buongiorno e buon sabato a tutti, miei cari lettori!
So che solitamente non pubblico nel fine settimana, ma ho pensato a quale giorno scegliere come scadenza per questa rubrica mensile e quello più adatto mi sembrava il 10, perciò eccomi qui.
Come potete intuire dal titolo, Bookish Advice è una rubrica di consigli letterari in cui vi parlerò e, naturalmente, consiglierò libri che ho letto e ho amato.
Per questo primo appuntamento ho deciso di fare le cose in grande, proponendovi non un libro, bensì tre trilogie che ho letto, adorato e che, inevitabilmente, sono anche le mie preferite. Forse, anzi, quasi sicuramente le conoscerete già, ma colgo l'occasione per parlarvene in maniera più approfondita e per far uscire la fangirl che è in me. Iniziamo subito!

IL CAVALIERE D'INVERNO - PAULLINA SIMONS

Questa trilogia, che prende il nome dal primo libro, pubblicato nel 2000, è molto famosa e amata dai lettori. Racconta la storia di Tatiana e Alexander, due giovani che si incontrano per strada, più precisamente alla fermata dell'autobus, il 22 giugno 1941, giorno in cui la Germania invade la Russia. Leningrado è una grande città, ma Tatiana si innamora subito di quel giovane soldato dell'Armata Rossa. Il loro amore non sarà affatto facile: in un primo tempo tenuto segreto, sarà poi tempestato da mille difficoltà, anni di lontananza e cambiamenti continui. La guerra porterà numerose perdite, carestia e povertà, ma i due innamorati non si perderanno d'animo nemmeno una volta. 
Composta da Il cavaliere d'inverno, Tatiana & Alexander e Il giardino d'estate, questa trilogia della bravissima autrice Paullina Simons permette al lettore di entrare nella storia e vivere ogni vicenda al fianco di Tatiana, una giovane donna forte e determinata, e di conoscere meglio un periodo storico, una città che viene distrutta, per poi volare dall'altra parte dell'oceano. La scena si sposta più volte nell'arco della narrazione, ma il lettore non potrà fare a meno di emozionarsi, lottare insieme a Tatiana e Alexander per la famiglia, per la propria vita, per l'amore.
Sono certa che vi catturerà già dalle prime pagine, coinvolgendovi a tal punto che lo porterete nel cuore una volta terminata la lettura.

MISS PEREGRINE E LA CASA PER BAMBINI SPECIALI - RANSOM RIGGS


Una trilogia fantasy che non ha potuto non attirare la mia attenzione. Racconta la storia di Jacob Portman, un adolescente che fin da piccolo ama ascoltare le storie bizzarre che il nonno gli racconta. Dopo la morte non del tutto ordinaria del nonno, Jacob inizia a credere che quelle strambe storie nascondano un velo di verità. Inizia quindi la ricerca di indizi che gli permettano di verificare le sue ipotesi, quando un giorno, arrivato su un'isola del Galles, trova un passaggio che lo catapulta nello stesso posto, ma in un periodo storico diverso. Si ritrova, infatti, nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale, ma quel che non sa ancora è che lo stesso giorno di ripete senza sosta. Ciò avviene grazie a Miss Peregrine, la ymbryne di cui fa la conoscenza dopo aver incontrato Emma, che lo porta alla casa in cui tutti i bambini speciali vivono. Le avventure di Jacob sono solo all'inizio, ha ancora tante cose da scoprire, come per esempio il suo potere che lo rende un ragazzo speciale a sua volta, e mille peripezie da affrontare, tra Vacui e Spettri in diversi anelli temporali.
Ransom Riggs ha saputo costruire una storia molto coinvolgente, ancora più particolare grazie alle fotografie d'epoca inserite nelle pagine dei romanzi. Dopo essere stato letto e amato, hanno deciso di farne la trasposizione cinematografica, diretta da Tim Burton, in uscita nelle sale il 15 dicembre. 


TRILOGIA DEGLI IREMONGER - EDWARD CAREY

E' la trilogia più recente che io abbia letto, terminata proprio qualche settimana fa. Edward Carey ci racconta una storia originale e particolare, costellata dalle sue magnifiche illustrazioni. Clodius Iremonger vive con la sua grande famiglia a Heap House, vicino a Londra. La sua famiglia è diventata potente grazie alla sua maestria nell'occuparsi dei rifiuti, che da tempo ha il controllo di Foulsham. Clod è un adolescente che sin dalla nascita ha la capacità di sentire le voci degli oggetti natali dei suoi parenti. Un giorno arriva una nuova domestica, Lucy Pennant, ma non è come tutte le altre domestiche della casa. E' sveglia, attenta e presto scoprirà con che razza di persone ha a che fare. I due si incontrano per caso e decidono di infrangere le regole della casa parlandosi. Da quel momento, le loro vite verranno continuamente stravolte, entrambi dovranno fare i conti con il potere degli Iremonger e affrontare continui problemi, dandosi alla fuga e combattendo fino alla fine.
Ne I segreti di Heap House facciamo la conoscenza di alcuni membri della famiglia, le loro bizzarre tradizioni e conosciamo meglio Clod e Lucy. Dal secondo volume, Foulsham, inizia l'azione, che raggiunge il suo apice nell'ultimo capitolo, Lombra.
Se siete alla ricerca di una storia che vi coinvolga e vi faccia conoscere personaggi fuori dall'ordinario, questa è perfetta per voi. Dopo la lettura dell'ultimo capitolo, ho ringraziato Carey per la storia originale e le meravigliose illustrazioni, perché a mio parere ha creato un gioiellino e voi non dovreste perdervelo!


Eccoci arrivati alla fine di questo primo appuntamento con questa nuova rubrica. Fatemi sapere cosa ne pensate, se avete letto una di queste trilogie e qual è il vostro parere in merito. Mi sono divertita e mi ha fatto molto piacere condividere con voi l'amore per queste storie, spero di avervi incuriositi e di poterne parlare ancora nei commenti qui sotto! Non mi resta che salutarvi, augurarvi un buon weekend e darvi appuntamento al prossimo mese con altri consigli letterari. Stay tuned!

giovedì 8 dicembre 2016

Cover Reveal: Loving the demon di Nicole Teso

Buongiorno, lettori!
In questa giornata di festa, in cui si iniziano a tirare fuori luci e addobbi per l'albero di Natale, 
ho il piacere di ospitare il Cover Reveal del romanzo di una nuova autrice emergente, Loving the demon di Nicole Teso, realizzata dalla bravissima Pamela Fattorelli/Catnip Design.
Scopriamo insieme tutte le informazioni, la trama e la copertina!



Titolo: Loving the demon
Autore: Nicole Teso
Casa editrice: Autopubblicato
Genere: Dark Romance
Formati disponibili: Cartaceo / Ebook
Data di pubblicazione: 30 gennaio 2017

Trama: Las Vegas era l’occasione per iniziare una nuova vita e seppellirmi il passato alle spalle.
Non avrei mai potuto immaginare che sarei stata rapita e rinchiusa in una cella buia, pronta a diventare una schiava del piacere.
Jake Evans mi distruggerà, piegandomi ai suoi desideri e consumando la mia anima.
Lui è la mia condanna a morte.
Lei avrebbe dovuto essere una prigioniera come tutte le altre, pronta a soddisfare i desideri dei miei clienti.
Non avrei mai potuto immaginare che mi avrebbe dato così tanto filo da torcere.
Brittany Moore sta sfondando le barriere nella mia testa, facendomi crollare e riportando a galla un passato che credevo sepolto.
I demoni mi stanno reclamando…
Lei è il mio tormento.

Booktrailer ufficiale

video


L'autrice

  
Nicole Teso nasce il 10 novembre 1996 a San Donà di Piave, una città in provincia di Venezia.
Parrucchiera di giorno e lettrice compulsiva di notte, è amministratrice di un blog letterario e ama la scrittura fin dalla tenera età.
Le sue storie preferite sono popolate da protagonisti oscuri e devastati.
Loving the demon è il suo primo romanzo.
Per essere sempre aggiornato sulle novità, clicca "mi piace" alla pagina ufficiale.

mercoledì 7 dicembre 2016

Recensione: Lombra

Buon pomeriggio, lettori!
La nebbia sta lentamente avanzando verso casa mia e penso sia il momento adatto per parlarvi della mia ultima lettura, Lombra di Edward Carey, terzo ed ultimo libro della trilogia degli Iremonger. Chi di voi mi segue su Instagram ha potuto notare che recentemente ho pubblicato praticamente solo foto di questi libri, ma mi piacciono troppo e non posso non condividere con voi lettori la bellezza di questi volumi. Nel caso qualcuno si stesse chiedendo se ho sbagliato a scrivere il titolo o se ho tralasciato un apostrofo, no, il libro si chiama proprio Lombra e tra poco scoprirete perché. Come sempre vi consiglio di dare un'occhiata alle recensioni dei volumi uno e due, per conoscere la storia e capire come siamo arrivati qui.

Autore: Edward Carey 
Casa editrice: Bompiani
Genere: Romanzo
Formato: Cartaceo
Numero pagine: 485

Trama: Dopo essersi lasciati alle spalle i resti ancora fumanti di Foulsham, gli Iremonger si sono dispersi per tutta Londra. Hanno bisogno di una nuova casa e sono determinati a trovarla. Strane cose cominciano ad accadere in tutta la città: persone care che spariscono nel nulla, oggetti bizzarri mai visti prima e un'inquietante oscurità che sembra volersi ingoiare la luce del giorno. La Polizia ha spiegato le forze, ma saprà fronteggiare i temuti Iremonger? E quale sarà il ruolo di Clod: ribelle o figliol prodigo? La storia della dinastia Iremonger, edificata sui rifiuti, sta per concludersi.

RECENSIONE


Foulsham è stata distrutta dall'incendio, i suoi cittadini hanno cercato rifugio nella grande dimora degli Iremonger ma invano, ed ora anche la famiglia è costretta a fuggire. Si recano tutti a Londra, la grande e potente città in cui gli Iremonger vogliono trovare una nuova casa. Dopo il loro arrivo, però, iniziano ad accadere cose strane ed inspiegabili: le persone scompaiono, vengono trovati oggetti fuori luogo, il sole si spegne e nessuno ha una risposta per questi bizzarri avvenimenti. Solo una bambina di tredici anni, Eleanor Cranwell, che abita nella casa di fronte a quella che la famiglia utilizza come rifugio e nascondiglio, vede con i propri occhi ciò che accade alla sua Tata, dopo che questa ha cercato di avvicinarsi ad uno di loro: è stata trasformata in un leggio. Eleanor stenta a credere a ciò che ha appena visto, ma mettendolo per iscritto riesce a convincersi che è reale. Questa sorte toccherà a molte altre persone di Londra, ma nel frattempo Lucy e Clod continuano ancora a cercarsi. Clod è ritornato a casa, in mezzo ai suoi famigliari, ma non sa ancora con certezza come comportarsi. Da quando gli è giunta la notizia della morte della sua amata Lucy, ha praticamente perso la testa, distruggendo ogni cosa a portata di mano e scoprendo, allo stesso tempo, nuovi aspetti del suo potere. Ma Lucy è viva e, dopo essere sopravvissuta all'incendio di Foulsham, porta in salvo i bambini che sono ancora vivi, sotto le macerie con lei, e si recano tutti nella grande città. La polizia è alle loro calcagna, devono trovare in fretta un nascondiglio ed evitare la contagiosa "malattia". Clod, invece, dovrà fare i conti con la propria famiglia, scegliendo se fare qualcosa per meritarsi i pantaloni oppure tradire i propri cari.

Lombra, nuovo nome con cui gli Iremonger chiamano la grande città di Londra, sarà un vero e proprio campo di battaglia. Le vicende sono, come sempre, narrate dai diversi personaggi, ma se ne possono individuare tre che rispecchiano il ruolo di protagonisti: Clod, Lucy ed Eleanor. 
Tre ragazzini diversi, cresciuti in realtà differenti, che nel corso della storia si incontrano e si perdono, collaborano e si tradiscono. Tra i membri della famiglia Iremonger, sebbene siano numerosi, spiccano le figure più potenti e caratteristiche, che contribuiscono più volte a dare una svolta inaspettata alla storia. 
La narrazione mantiene più punti di vista, risultando allo stesso tempo scorrevole e coinvolgente. Le illustrazioni che costellano l'intera storia sono sempre magnifiche, un elemento che ho apprezzato davvero molto.
Questa trilogia, che racchiude una storia bizzarra e senza dubbio originale, non ha lo stesso livello di coinvolgimento in tutti e tre i volumi. Ho trovato il primo abbastanza confusionario e calmo, quasi fosse una presentazione dei personaggi e delle loro vite, con l'intromissione di una ragazzina estranea alla famiglia come unico sconvolgimento. 
In Foulsham l'azione inizia ad essere più presente, i due protagonisti sono divisi e il lettore può seguire le rispettive vicende, tutt'altro che ordinarie.
Lombra, invece, è l'apice dell'azione in questa storia. Le vicende si susseguono senza sosta, le pagine scivolano via ed è come una continua corsa, una fuga inarrestabile prima dell'inevitabile.
Si ha quindi un crescendo di azione e coinvolgimento, per poi terminare con un lieto fine, a mio parere, molto azzeccato, in linea con il resto della storia.

Se siete incuriositi dalla famiglia Iremonger e dalla storia che Carey ha deciso di raccontare, vi consiglio vivamente di leggere questi tre volumi. Non fatevi abbattere dal primo, nel caso in cui non vi convincesse o lo trovaste confusionario, vi assicuro che i due successivi vi sorprenderanno!


Voto
★★★★★

martedì 6 dicembre 2016

Segnalazione librosa: Vietato leggere all'Inferno

Salve a tutti, miei amati lettori!
Oggi vi presento un libro che ha attirato la mia attenzione, rientrando nel genere che ho deciso di riprendere a leggere e sì, è proprio il libro che ho in lettura. Mi ha incuriosita così tanto che non ho potuto lasciarmelo scappare. L'ho iniziato domenica sera e già mi ha conquistata, ve ne parlerò presto in una recensione, ma ora passiamo alla presentazione vera e propria di Vietato leggere all'Inferno di Roberto Gerilli.

Autore: Roberto Gerilli  
Casa editrice: Speechless Books
Genere: Distopico
Formato: Cartaceo / Ebook
Numero pagine: 412
Prezzo: Cartaceo: 15.90
               Ebook: free

Trama: Mi chiamo Amleto Orciani e sono un libromane. Ho trentacinque anni e mi faccio dall'età di dodici, quando la lettura era ancora legale. Ho iniziato per scherzo con L'isola del tesoro e non ho più smesso. Leggere è la prima cosa a cui penso quando mi sveglio e l'ultima prima di andare a dormire. Sono talmente assuefatto da conoscere il significato di parole come paradosso, pennivendolo e opulenza. Insomma, uno sniffa-inchiostro senza speranza. Vivo vicino ad Ancona, lavoro come inserviente in un discount di bricolage e arrotondo spacciando romanzi alla gente della zona. La mia vita non è un granché, ma mi ci trovo. Il problema è che vorrei avere più soldi, per questo accetto di aiutare Eleonora. La ragazza è brava, ma così folle da voler cambiare il mondo dell'editoria da sola. Per seguirla mi tocca coinvolgere amici discutibili e incontrare gente che preferirebbe vedermi morto (il Bibliotecario ti dice niente?). Meno male che ho dalla mia Caterina, una camgirl con un secondo lavoro ancora meno presentabile del primo, però non sono sicuro mi possa salvare il culo, stavolta. Se ne esco vivo, giuro che smetto di leggere. Forse.

Vietato leggere all'Inferno racconta la mia storia. Non insegna qualcosa che vale la pena conoscere, non ci sono buoni sentimenti o altre cazzate ma per sballarsi con gli amici è perfetto. Provalo, e fammi sapere se funziona.


L'autore

Roberto Gerilli è un lettore anconetano di trentasei anni. Non esce mai da una libreria senza aver comprato almeno un libro, riconosce gli editori dall'odore della loro stampa e vive in una casa in cui ci sono più librerie che armadi. È talmente dipendente dalla lettura che ha cominciato a scrivere. E ha scritto un libro sui libri.
Nel 2014 ha pubblicato il suo romanzo d'esordio, Città Senza Eroi, per UteLibri, mentre nel 2015 e nel 2016 sono usciti Questo non è un romanzo fantasy! e Apocalypse Nerd, entrambi editi da Plesio.

L'editore

Realtà editoriale no profit nata nel 2012, Speechless Books ha esordito con una rivista letteraria da venti milioni di lettori, Speechless Magazine. Successivamente, ha pubblicato il romanzo urban fantasy / young adult di Emanuela Valentini da più di duecentomila download, La bambina senza cuore, e un alcuni racconti di Eleonora C. Caruso (Col nostro sangue hanno dipinto il cielo), Andrea G. Colombo (La lapide di ardesia) e Chiara Palazzolo (Damasco e dintorni). Oltre ai progetti per il sociale Diari dal sottosuolo e What women don't want – Il web contro la violenza sulle donne, Speechless coltiva belle storie e autori di talento, spesso ancora poco conosciuti. Gli e-book sono gratuiti e scaricabili dal sito ufficiale www.speechlessmagazine.com e dagli store online.
Segui Speechless Magazine anche su Facebook

lunedì 5 dicembre 2016

Novità cinematografiche - Dicembre 2016

01. Sully

Regia: Clint Eastwood
Cast: Tom Hanks, Aaron Eckhart, Laura Linney e molti altri...

Trama: Il 15 gennaio 2009 un aereo della US Airways decolla dall'aeroporto di LaGuardia con 155 persone a bordo. L'airbus è pilotato da Chesley Sullenberger, ex pilota dell'Air Force che ha accumulato esperienza e macinato ore di volo. Due minuti dopo il decollo uno stormo di oche colpisce l'aereo e compromette irrimediabilmente i due motori. Sully, diminutivo affettivo, ha poco tempo per decidere e trovare una soluzione. Impossibile raggiungere il primo aeroporto utile, impossibile tornare indietro. Il capitano segue l'istinto e tenta un ammarraggio nell'Hudson. L'impresa riesce, equipaggio e passeggeri sono salvi. Eroe per l'opinione pubblica, tuttavia Sully deve rispondere dell'ammaraggio davanti al National Transportation Safety Board. Oggetto di un'attenzione mediatica morbosa, rischia posto e pensione. Tra udienze federali e confronti sindacali, stress post-traumatico e conversazioni coniugali, accuse e miracoli, Sully cerca un nuovo equilibrio privato e professionale.

Genere: Biografico
Durata: 95 minuti

Al cinema dall' 1 dicembre.

02. Free State Of Jones

Regia: Gary Ross
Cast: Matthew McConaughey, Gugu Mbatha Raw, Mahershala Ali e molti altri...

Trama: 1862. Guerra civile americana. L'infermiere dell'esercito sudista Newt Knight, avendo assistito a troppe ingiustizie, decide di disertare per riportare a casa il cadavere del giovane nipote a cui non è stato prestato soccorso dopo che era stato ferito. Giunto a casa è testimone di altri soprusi commessi dai soldati confederati nei confronti della popolazione. Da quel momento Knight comincia a raccogliere intorno a sé uomini e donne di razza bianca e nera pronti ad opporsi alla prepotenza militare. Accade così che la contea Jones del Mississippi si costituisce in uno Stato Libero sotto la guida di Knight che non è intenzionato ad arrendersi. 

Genere: Azione
Durata: 139 minuti

Al cinema dall' 1 dicembre.

03. Amore e inganni

Regia: Whit Stillman
Cast: Kate Beckinsale, Xavier Samuel, Morfydd Clark e molti altri...

Trama: Langford, Regno Unito, fine XVIII secolo. Lady Susan è rimasta vedova per l'improvvisa morte del marito. Lascia quindi la residenza di Langford insieme alla figlia Frederica per stabilirsi a Churchill, dai parenti del defunto consorte. La cognata Catherine diffida fortemente di Lady Susan, ma sembra non potere nulla contro lo schema della fascinosa vedova, che intende sedurre il fratello di Catherine, Reginald, e maritare la figlia con il ricchissimo ma ebete Sir James Martin. 

Genere: Commedia
Durata: 94 minuti

Al cinema dall' 1 dicembre.


04. Captain Fantastic

Regia: Matt Ross
Cast: Viggo Mortensen, George MacKay, Samantha Isler e molti altri...

Trama: Ben e la moglie hanno scelto di crescere i loro sei figli lontano dalla città e dalla società, nel cuore di una foresta del Nord America. Sotto la guida costante del padre, i ragazzi, tra i cinque e i diciassette anni, passano le giornate allenandosi fisicamente e intellettualmente: cacciano per procurarsi il cibo, studiano le scienze e le lingue straniere, si confrontano in democratici dibattiti sui capolavori della letteratura e sulle conquiste della Storia. Suonano, cantano, festeggiano il compleanno di Noam Chomsky e rifiutano il Natale e la società dei consumi. La morte della madre, da tempo malata, li costringe a intraprendere un viaggio nel mondo sconosciuto della cosiddetta normalità: viaggio che farà emergere dissidi e sofferenze e obbligherà Ben e mettere in discussione la sua idea educativa. 

Genere: Drammatico
Durata: 120 minuti

Al cinema dal 7 dicembre.

05. E' solo la fine del mondo

Regia: Xavier Dolan
Cast: Gaspard Ulliel, Nathalie Baye, Léa Seydoux e molti altri...

Trama: Da dodici anni Louis, drammaturgo affermato, è lontano da casa. Si è chiuso la porta alle spalle e non è si più voltato indietro. Ma adesso Louis sta morendo e a casa ci vuole tornare. Imbarcato sul primo aereo, rientra in seno alla famiglia che lo attende tra premurosità e isteria. Sulla soglia lo accoglie l'abbraccio di Suzanne, la sorella minore che non ha mai visto crescere, Antoine, il fratello maggiore che si sente minacciato dal ritorno del fratello che aveva monopolizzato l'attenzione dei genitori durante tutta la sua infanzia, Catherine, la cognata insicura e mai conosciuta che esprime le sue verità balbettando, la madre, affatto preparata al ritorno di un figlio mai compreso. Adesso che Louis è tornato lei vorrebbe tanto che le cose funzionassero, che i suoi figli trovassero le parole per dirsi ma nessuno dice e tutti sentenziano. Nessuno sa più niente dell'altro, la morte si appressa e la voce per annunciarla si spegne su un indice che chiede il silenzio. 

Genere: Drammatico
Durata: 95 minuti

Al cinema dal 7 dicembre.

06. Shut In

Regia:  Farren Blackburn
Cast: Naomi Watts, Oliver Platt, Charlie Heaton e molti altri...

Trama: Maine. In un grave incidente d'auto perde la vita il marito della psicologa dell'infanzia Mary Portman e rimane paralizzato il di lei figlioccio Stephen. Mary sceglie di occuparsi di Stephen e di proseguire con la propria professione, isolandosi sempre più dal mondo esterno. Si interessa particolarmente al caso di un paziente, Tom, ragazzino dotato e dall'infanzia difficile. Tom si presenta a casa di Mary ma poi scompare nel nulla. Da quel giorno la dottoressa è tormentata dagli incubi e dalle visioni. 

Genere: Drammatico / Thriller
Durata: 91 minuti

Al cinema dal 7 dicembre.


07. Rogue One - A Star Wars Story

Regia: Gareth Edwards
Cast: Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn e molti altri...

Trama: Il primo capitolo di una nuova avventurosa serie cinematografica che esplora i personaggi e gli eventi che ruotano intorno alla saga di Star Wars. Diretto da Gareth Edwards e prodotto da Kathleen Kennedy, Rogue One racconta la storia di un gruppo di combattenti della resistenza intenzionati a sottrarre i piani per la costruzione della temutissima Morte Nera.

Genere: Fantascienza
Durata: 133 minuti

Al cinema dal 15 dicembre.

08. Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali

Regia: Tim Burton
Cast: Eva Green, Asa Butterfield, Samuel L. Jackson e molti altri...

Trama: La storia del sedicenne Jacob, a cui il nonno raccontava le storie avvenute in un orfanotrofio che ospitava ragazzi molto particolari e dotati di strani poteri. Alla morte del nonno, il ragazzo si reca nella dimora che l'anziano aveva in Galles, per scoprire i resti della tanto chiacchierata casa per bambini speciali della signora Peregrine. Jacob capisce così che dietro l'istituto si nascondono misteri inquietanti e ha la sensazione che i suoi ospiti ormai defunti siano ancora nei dintorni.

Genere: Avventura
Durata: 127 minuti

Al cinema dal 15 dicembre.

09. Il GGG - Il Grande Gigante Gentile

Regia: Steven Spielberg
Cast: Mark Rylance, Ruby Barnhill, Bill Hader e molti altri...

Trama: Il GGG è un gigante, un Grande Gigante Gentile, molto diverso dagli altri abitanti del Paese dei Giganti che come San-Guinario e Inghiotticicciaviva si nutrono di esseri umani, preferibilmente bambini. E così una notte il GGG - che è vegetariano e si ciba soltanto di Cetrionzoli e Sciroppio - rapisce Sophie, una bambina che vive a Londra e la porta nella sua caverna. Inizialmente spaventata dal misterioso gigante, Sophie ben presto si rende conto che il GGG è in realtà dolce, amichevole e può insegnarle cose meravigliose. Il GGG porta infatti Sophie nel Paese dei Sogni, dove cattura i sogni che manda di notte ai bambini e le spiega tutto sulla magia e il mistero dei sogni. L'affetto e la complicità tra i due cresce rapidamente, e quando gli altri giganti sono pronti a nuova strage, il GGG e Sophie decidono di avvisare nientemeno che la Regina d'Inghilterra dell'imminente minaccia, e tutti insieme concepiranno un piano per sbarazzarsi dei giganti una volta per tutte. 

Genere: Avventura
Durata: 117 minuti

Al cinema dal 30 dicembre.

10. Passengers

Regia: Morten Tyldum
Cast: Jennifer Lawrence, Chris Pratt, Michael Sheen e molti altri...

Trama: Su una nave colonia che trasporta 5000 passeggeri addormentati in un nuovo mondo, un malfunzionamento risveglia il passeggero Jim Preston 90 anni prima. Incapace di tornare in letargo, Jim è condannato a vivere la sua vita da solo sull'enorme nave. Dopo aver cercato con ogni mezzo di salvarsi, ed aver esaurito i divertimenti della nave, Jim cerca conforto tra i passeggeri in letargo. Lì vede l'addormentata Aurora, una bella scrittrice e trova le sue opere nella biblioteca della nave. Jim scopre di essersi innamorato - e gli si presenta una terribile possibilità: potrebbe svegliare Aurora. Jim resiste alla tentazione per quasi un anno, ma alla fine commette l'imperdonabile atto. Sveglia Aurora - condannandola, come lui, a trascorrere il resto della sua vita bloccata sulla nave stellare.


Genere: Avventura
Durata: 116 minuti

Al cinema dal 30 dicembre.