domenica 28 dicembre 2014

Recensione Film: Sole a catinelle

Buona sera! Con la pancia piena di pandoro e panettone, sono pronta per una nuova recensione! (viva le rime!)
Come avete passato il Natale? Vi siete divertiti?
Io ho guardato qualche film, anche se aspetto ancora con ansia Mamma ho perso l'aereo, perché senza quello non può esserci aria natalizia!
Oggi vi propongo la recensione di un film che mi è capitato di vedere ieri sera, per puro caso.

Regia: Gennaro Nunziante
Cast: Checco Zalone, Robert Dancs, Miriam Dalmazio e molti altri...
Genere: Commedia
Durata: 90 minuti
Anno: 2013

TramaSe sarai promosso con tutti dieci papà ti regala una vacanza da sogno: è questa la promessa che Checco fa al figlio Nicolò. Fin qui tutto bene, il problema è che Checco, venditore di aspirapolvere in piena crisi sia con il fatturato che con la moglie, non può permettersi di regalare al figlio nemmeno un giorno al mare. E quando Nicolò riceve la pagella perfetta, la promessa va mantenuta. Fortuna che a Checco non manca l’ottimismo; partito con la speranza, delusa, di vendere qualche aspirapolvere ai suoi parenti in Molise, si ritrova a casa di Zoe, una ricchissima ragazza che ha un figlio proprio dell’età di Nicolò. Nasce un'amicizia tra i due bambini e Zoe "adotta" Checco e Nicolò e li fa entrare nel suo mondo: inviti a party esclusivi, bagni in piscine fantastiche e ancora yacht, cavalli, campi da golf, serate a Portofino.

RECENSIONE


Dopo aver schifato per un bel po' di tempo questo film, finalmente ho avuto occasione di guardarlo. Non sapevo niente della trama, sapevo solo che nel cast c'era Checco Zalone (so che è sbagliato giudicare dalla copertina, ma in questo caso è successo).
Inizio parlando della trama, che non mi sembra affatto adatta a un film. Non perché sia brutta, ma perché sembra che abbiano preso un film, tagliato inizio e fine e BAM!, ecco un nuovo film con solo la parte centrale. Come argomento trattato mi sembra anche un pochino povera, un semplice bambino che crede nelle promesse del padre e che alla fine, fortunatamente, ottiene ciò che desidera. 
Quello che mi sembra brutto, non solo nel film ma anche nella realtà, è che certe persone abbiano per forza bisogno del lusso per essere felici e godersi anche una semplice vacanza. Forse io sono una persona che si accontenta di poco, ma questo fatto messo su un bambino mi ha fatto riflettere. Viziare is not the way.
Apprezzo molto la comicità di Checco Zalone, che in certe scene mi ha fatto proprio ridere con le sue battute! Lo trovo una persona simpatica.
In conclusione, mi sono rilassata e ho riso con le battute all'interno del film, ma non mi è piaciuto molto.

Voto
★★✰✰✰

lunedì 22 dicembre 2014

Recensione: Cime Tempestose

Buon pomeriggio a tutti!
Finalmente ho terminato questo libro, ci ho impiegato un mese e forse più, ma il tempo libero a mia disposizione è stato veramente poco! Stanno per cominciare le vacanze di Natale e di certo avrò più tempo da dedicare alla lettura - o almeno spero.





Autore: Emily Brontë
Casa editrice: Newton Compton Editori
Genere: Tragedia
Numero pagine: 318
Formato: Cartaceo

Trama: La storia è narrata da Ellen (Nelly) Dean, la governante della famiglia, al signor Lockwood, il nuovo affittuario di Thrushcross Grange. A quest'ultimo viene raccontata la storia del signor Heathcliff, del suo amore per Catherine e di come questa passione li distrugga entrambi.
La conclusione della storia è ambientata nell'anno successivo, alla partenza del signor Lockwood.

RECENSIONE

So che la trama può risultare molto riassunta, ma non voglio svelare nulla a coloro che non hanno ancora letto questo romanzo.
Il libro all'inizio mi sembrava un po' lento e a tratti noioso, ma andando avanti a leggere mi intrigava e mi sentivo spettatrice delle vicende.
I personaggi che mi sono piaciuti di più sono stati Heathcliff, Catherine Earnshaw e Catherine (Cathy) Linton.
Heathcliff è il personaggio più vendicativo, cattivo e rozzo della vicenda. Il suo unico obiettivo, oltre l'amore di Catherine, è la distruzione di qualsiasi felicità altrui.
Catherine Earnshaw è la sorella adottiva di Heathcliff. La immagino come una donna giovane, bella, ma capricciosa. Secondo la mia opinione, Catherine è ingannevole nei confronti del fratello. Prima passa intere giornate con lui dimostrandosi affettuosa, poi lo rifiuta considerandolo troppo degradato per sposarlo, anche se continua ad amarlo.
Catherine (Cathy) Linton è un personaggio ingenuo, facendosi ingannare da Heathcliff, ma che alla fine si vendica con tutti, tramutando la gentilezza in odio e disprezzo.
Anche Ellen mi è piaciuta, con quel suo fare autoritario e la sua fermezza.

Come libro non penso possa entrare tra i miei preferiti, in quanto non mi ha coinvolta in modo travolgente, ma mi lascia un bel ricordo dentro e di sicuro lo rileggerei con piacere!


Voto
★★★★✰

venerdì 12 dicembre 2014

Recensione Film: Mean Girls

Buon pomeriggio a tutti! Il weekend è alle porte, finalmente!
Oggi vi propongo la recensione di un film non molto attuale, ma abbastanza conosciuto.
Si tratta di Mean Girls (2004), il cui sequel è Mean Girls 2 (2011).



Regia: Mark Waters
Cast: Lindsay Lohan, Rachel McAdams, Lacey Chabert, Amanda Seyfried e molti altri...
Genere: Commedia
Durata: 97 minuti
Anno: 2004

Trama: La quindicenne Cady Heron, cresciuta in Africa da genitori zoologi, pensa di essere in grado di cavarsela in qualsiasi situazione. Ma quando torna in America per frequentare il liceo, si trova a che fare con un mondo molto più difficile della giungla, dominato dalle Barbie - ovvero Regina, Gretchen e Karen, le tre ragazze più carine della scuola - che le rendono la vita impossibile...




RECENSIONE


Per puro caso, un giorno mi capitò di vedere Mean Girls 2 e, quando scoprii che esisteva il prequel, pensai subito che nel primo dovessero esserci le stesse attrici del due, logico no? Che stupida, ovviamente no!
Il due non mi è piaciuto tanto quanto il primo, devo ammetterlo. In entrambi le "Barbie" si comportano come tali, con atteggiamenti che non sopporterei minimamente nella vita reale, ma nel primo mi sono sembrate più "umane". Nel secondo mi sembravano solo delle ragazzine che tentavano di fingersi qualcuno ed essere popolari. 
E' abbastanza sconvolgente vedere come, per scherzo, Cady diventi così "Barbie". 
Ma poi, fortunatamente, tutto torna alla normalità.
Come film non rientra tra i miei preferiti, non è niente di originale o magnifico, ma per passare una serata tranquilla e sentirsi un po' adolescenti va benissimo!



Voto
★★★✰✰

martedì 9 dicembre 2014

Recensione Film: La maschera di cera

Buongiorno a tutti, cari lettori!
Oggi vi propongo una recensione, visto che è da tanto che non se ne vede una!
Parliamo di film, ma più precisamente di La maschera di cera.
Io ho visto quello del 2005, il cui titolo originale è House of Wax ed è il remake de La maschera di cera con Vincent Price, diretto da André De Toth (1953), a sua volta remake dell'omonimo film diretto da Michael Curtiz (1933).

Regia: Jaume Collet-Serra
Cast: Elisha Cuthbert, Chad Michael Murray, Paris Hilton, Jared Padalecki, Robert Ri'chard, Jon Abrahams e Brian Van Holt.
Genere: Horror
Durata: 108 minuti
Anno: 2005

Trama: Un viaggio in macchina verso una delle più importanti partite di football della stagione si trasforma in un incubo per Carly, Paige e i loro amici quando decidono di fermarsi per la notte. Tutto comincia con l'incontro con un misterioso camionista nel campeggio che li lascia piuttosto turbati, poi Carly deve occuparsi di ristabilire la pace tra il fratello Nick, una testa calda, e il suo ragazzo, Wade. La mattina dopo, al risveglio, i ragazzi scoprono che la loro automobile potrebbe essere stata manomessa di proposito. Rimasti a piedi, accettano un invito per andare ad Ambrose, l'unica cittadina dei dintorni, dove si recano a visitare la maggiore attrazione del posto, il Museo delle Cere di Trudy.

RECENSIONE


All'inizio mi sembrava uno di quei soliti film in cui un gruppo di ragazzi scappa dall'uomo nero e prima o poi finisce per essere ucciso in modo atroce.
Invece no! Andando avanti, la storia si è svolta in modo differente.
Alcuni personaggi mi sono piaciuti molto, avevano un'ottima interpretazione, mentre altri - potete immaginare - non mi sono piaciuti affatto.
L'idea su cui è stato fatto il film la trovo molto  bella, forse perché mi piacciono le cere e allo stesso tempo mi inquietano un sacco!
Mi è piaciuta l'idea di una cittadina viva, ma che in realtà non lo è e la storia che si apre facendo vedere allo spettatore la causa di tutto.
Devo ammettere che una volta finito tutto, sono andata a dormire con un po' d'ansia!
E' un film che mi ha sorpreso, tenuta sulle spine e mi ha reso ansiosa, anche se tutto quel terrore che ci si può aspettare da un film horror non c'è.


Voto
★★★✰✰

martedì 2 dicembre 2014

Novità cinematografiche - Dicembre 2014

Buon pomeriggio a tutti!
Siamo giunti alle novità dell'ultimo mese di questo 2014, come passa in fretta il tempo!
Il mese del Natale è sempre un po' speciale, non è così?
Ma non perdiamoci in chiacchiere e iniziamo subito!

01. Magic in the Moonlight

Regia: Woody Allen
Cast: Emma Stone, Colin Firth, Eileen Atkins, Marcia Gay Harden e molti altri...

TramaIl cinese Wei Ling Soo è più prestigioso mago degli anni Venti, ma in pochi sanno che si tratta di una maschera per Stanley Crawfor, un inglese scorbutico, arrogante e pieno di sé, che ha una particolare avversione per tutti coloro che sostengono di avere poteri paranormali. Persuaso dal vecchio amico Howard, Stanley parte alla volta della Costa Azzurra per verificare che la seducente e giovane veggente Sophie Baker, ospite con la madre in casa dei Catledge, non sia in realtà una ciarlatana.

Durata: 97 min
Genere: Commedia

Al cinema dal 4 dicembre.


02. Scemo & + scemo 2



Regia: Bobby Farrelly e Peter Farrelly
Cast: Jim Carrey, Jeff Daniels Kathleen Turner e molti altri...

TramaVent'anni dopo la loro prima stravagante avventura, Lloyd Christmas e Harry Dunne si ritrovano a formare un'improbabile coppia per mettersi sulle tracce della figlia a lungo perduta di uno dei due.

Durata: 110 min.
Genere: Commedia

Al cinema dal 3 dicembre.




03. La storia di Cino - Il bambino che attraversò la montagna

Regia: Carlo Alberto Pinelli
Cast: Giovanni Anzaldo, Stefano Marseglia e molti altri...

Trama: Nel Piemonte di fine Ottocento, il piccolo Cino viene affidato dai genitori montanari a un losco carrettiere francese per essere condotto in Francia per lavorare negli alpeggi estivi. Durante il viaggio, Cino stringe amicizia con la coetanea Catlin, una bimba che una volta colpita da polmonite viene abbandonata lungo il percorso. Giunto a destinazione, Cino subisce i maltrattamenti del suo padrone fino al momento in cui decide di scappare, ritrovando inaspettatamente Catlin. I due bambini partiranno per un viaggio di ritorno verso casa attraverso le Alpi, che si rivelerà pieno di sorprese, insidie e forze misteriose e oscure.

Durata: 85 min.
Genere: Drammatico

Al cinema dal 11 dicembre.


04. Cold in July

Regia: Jim Mickle 
Cast: Don Johnson, Sam Shepard, Michael C. Hall e molti altri...

TramaMentre cerca di capire da dove provengano alcuni strani rumori, durante una mite notte del 1989 in Texas, Richard Dane finisce con il piantare una pallottola in testa al ladro Freddy Russell. La piccola cittadina lo saluta come un piccolo eroe ma ben presto Dane si ritroverà a temere per la sicurezza della sua famiglia: Ben, il padre ex criminale di Freddy, è giunto nei paraggi con il desiderio di vendicarsi.

Durata: 109 min.
Genere: Drammatico

Al cinema dal 18 dicembre.



05. Gone Girl - L'amore bugiardo

Regia: David Fincher
Cast: Ben Affleck, Neil Patrick Harris, Kim Dickens e molti altri...

TramaDa poco trasferitisi in una piccola cittadina del Missouri da New York, Nick Dunne e la moglie Amy stanno attraversando un periodo difficile, con un matrimonio in crisi per via della difficoltà della donna ad abituarsi alla nuova esistenza. Il giorno del quinto anniversario di nozze, Amy scompare e il primo ad essere sospettato della sua scomparsa è Nick, ma la realtà è ben diversa da come appare a prima vista.

Durata: 150 min.
Genere: Thriller

Al cinema dal 18 dicembre.




06. Lo Hobbit - La Battaglia delle Cinque Armate



Regia: Peter Jackson

Cast: Ian McKellen, Martin Freeman e molti altri...

TramaDopo aver sconfitto il drago Smaug ed essersi riappropriato del proprio regno, Thorin Scudodiquercia è accecato dall'avidità e dalla paura di perdere ciò di cui è rientrato in possesso. Non rispettando alcune promesse fatte lungo il cammino, scatenerà l'ira dei suoi creditori e aprirà la strada a una battaglia senza precedenti nella Terra di Mezzo.

Durata: 144 min.
Genere: Fantasy

Al cinema dal 17 dicembre.




07. Un Natale stupefacente

Regia: Volfango De Biasi
Cast: Pasquale Petrolo, Claudio Gregori, Ambra Angiolini e molti altri...

Trama: Alla vigilia delle feste natalizie, zio Lillo e zio Greg sono improvvisamente costretti a prendersi cura del nipotino di 8 anni. I suoi genitori sono stati erroneamente arrestati per coltivazione di sostanze stupefacenti. I due zii sono molto diversi tra loro e inadeguati a tale compito. Greg, single rockettaro, cercherà l’aiuto di Genny. Lillo, appena lasciato dalla moglie e geloso del nuovo compagno di lei, un coatto tatuatore, approfitterà della situazione per riconquistarla. A complicare le cose, le visite a sorpresa di due zelanti ma bizzarri assistenti sociali alla "strana famiglia", per verificarne l’idoneità.

Genere: Commedia

Al cinema dal 18 dicembre.


08. Paddington

Regia: Paul King
Cast: Nicole Kidman, Peter Capaldi, Julie Walters e molti altri...

TramaUn giovane orso peruviano con la passione per tutto ciò che è inglese viaggia a Londra in cerca di una casa e di una vita migliore. Ritrovandosi sperduto e solo alla stazione di Paddington, comincia a rendersi conto che tutto ciò che aveva immaginato su Londra non corrisponde a realtà, fino a quando non incontra la gentile famiglia Brown, che gli offre un temporaneo rifugio. Nonostante la sua esistenza sembri prendere una piega fortunata, il suo essere un raro orso cattura presto le attenzioni di una tassidermista di un museo.

Durata: 97 min.
Genere: Commedia

Al cinema dal 25 dicembre.



lunedì 17 novembre 2014

Recensione Film: Ice Twisters

Buon lunedì!
Voglio iniziare la settimana bene, perciò dopo tanto tempo vi propongo finalmente la recensione di un film!
Ho avuto l'occasione di vederlo ieri sera, ecco di cosa si tratta...

Regia: Steven R. Monroe
Cast: Mark Moses, Camille Sullivan, Alex Zahara e tanti altri.
Genere: Fantascienza
Durata: 87 minuti
Anno: 2009

Trama: Charlie Price è uno scrittore di successo, specializzato in romanzi di fantascienza ambientati nel bel mezzo di catastrofi naturali. Durante un incontro per firmare autografi, una tempesta simile a quelle che ha descritto nei suoi libri si materializza davanti ai suoi occhi; un tornado di ghiaccio trascina con sé tutto ciò che trova sul suo cammino, per poi sparire così com'era arrivato. Due studiosi della Federal Science Foundation si interessano del fenomeno, ma Charlie scopre che la loro indagine è tutt'altro che casuale: hanno creato un marchingegno in grado di formare le nuvole, che è sfuggito al loro controllo ed è responsabile delle misteriose tempeste che si scatenano sul Paese...


Mi sono sempre piaciuti i film apocalittici, con catastrofi qua e là.
Non ne avevo mai sentito parlare prima, ma già dalla trama questo film mi ispirava.
Devo dire che è coinvolgente, ma niente di che.
Si vede la finzione in molte scene, non è realistico quanto mi aspettavo, ed è un punto che lo penalizza molto.
Se guardo un film di questo genere, sapendo che può essere pura funzione e i fatti non si verificheranno mai, devo avere l'impressione che sia vero, devo esserne impressionata. Ice Twisters non mi ha dato questa sensazione.
I personaggi sono bravi, l'interpretazione è buona (secondo il mio parere).
Tra i film rientranti in questo genere che ho visto, questo mi ha un po' delusa, ma non si possono avere sempre e solo recensioni positive, no?


Voto
★★✰✰✰

domenica 16 novembre 2014

Rubrica: My Wishlist #2

Buona domenica a tutti!
Ieri ho avuto un briciolo di tempo per andare in libreria e come non notare titoli interessanti?
Alcuni li avevo già adocchiati da qualche tempo, ma poi avevo lasciato perdere, mentre altri hanno catturato la mia attenzione.
Ho anche acquistato un libro in lingua inglese, Looking For Alaska di John Green (per leggere la recensione di Colpa delle Stelle clicca QUI) che spero di leggere presto!

Avviso che praticamente tutti i titoli sono già usciti da qualche tempo nelle librerie.

- Ruggine americana di Philipp Meyer

Casa editrice: Einaudi     Prezzo: 13,50     Pagine: 424

TramaA Buell, in Pennsylvania, il sogno americano prende la ruggine accanto alle fabbriche chiuse e alle acciaierie dimesse. Il lavoro che se ne va lascia dietro di sé una comunità in cui la fine del sogno di una nazione si ripete, ogni giorno, nei sogni infranti dei suoi abitanti. Come quelli di Isaac English: vent'anni, timido, insicuro, ha il cervello di un genio ma il college rimane un sogno da quando la madre si è suicidata e lui, qualche tempo dopo, ha tentato di imitarla. Sarebbe morto se non l'avesse salvato Billy Poe. Billy, da parte sua, non è molto sveglio, ma in compenso è grande e grosso: a scuola era un campione di football tanto da guadagnarsi una borsa di studio per l'università. Andarsene avrebbe significato stare alla larga dai guai ma ad abbandonare sua madre e la baracca in cui vivono non ce l'ha proprio fatta. Poi un giorno, dopo anni passati ad accudire il padre invalido, Isaac decide di scappare di casa e partire per la California. Appena fuori città si imbatte nell'amico Billy e quando scoppia un temporale decidono di ripararsi in un capannone abbandonato: l'incontro con tre senzatetto darà inizio a un'imprevedibile catena di eventi che segneranno per sempre le vite di Isaac, Billy e degli altri personaggi di cui Philipp Meyer ci racconta la storia e i pensieri. Selezionato da "The New Yorker" tra i migliori venti scrittori sotto i quaranta anni, Philipp Meyer è al suo primo romanzo del quale è in corso l'adattamento cinematografico per la regia di Walter Salles.

Dalla trama i due personaggi mi ricordano il libro "Uomini e topi", due amici uno il contrario dell'altro che si aiutano a vicenda. La trama non ha niente di troppo misterioso, ma mi ispira e spero di leggerlo! Magari mi capiterà di vedere prima il film...



- Il cavaliere d'inverno (Trilogia) di Paullina Simons

Casa editrice: Bur Rizzoli     Prezzo: 13,00 a libro    Pagine:700

TramaLeningrado, 1941. In una tranquilla sera d'estate Tatiana e Dasha, sorelle ma soprattutto grandi amiche, si stanno confidando i segreti del cuore, quando alla radio il generale Molotov annuncia che la Germania ha invaso la Russia. Uscita per fare scorta di cibo, Tatiana incontra Alexander, un giovane ufficiale dell'Armata Rossa che parla russo con un lieve accento. Tra loro scatta subito un'attrazione reciproca e irresistibile. Ma è un amore impossibile, che potrebbe distruggerli entrambi. Mentre un implacabile inverno e l'assedio nazista stringono la città in una morsa, riducendola allo stremo, Tatiana e Alexander trarranno la forza per affrontare mille avversità e sacrifici proprio dal legame segreto che li unisce.

Mi sembra un romanzo coinvolgente, ambientato in un periodo di grandi difficoltà (la seconda guerra mondiale mi coinvolge da sempre, ma anche le storie d'amore!).

Ho già letto in precedenza un libro ambientato in Russia e mi era piaciuto, ma a tratti.
Questo mi sembra diverso, in più me l'ha consigliato anche una mia amica che ha letto l'intera trilogia!
Spero entrerà presto nella mia libreria!



- Premessa -

Dopo aver letto e amato Norwegian Wood di Haruki Murakami (trovi la recensione QUI), sono curiosa di leggere le altre sue opere. 
Ho cercato nella libreria della mia città e fortunatamente ne avevano alcuni!
Ho però paura che quelli che mi attraggono maggiormente, mi deludano, il che sarebbe un brutto colpo per me, perché fino ad ora ho amato alla follia il modo di scrivere di questo autore.
Se li avete letti sono curiosa di sapere come li avete trovati, se vi sono piaciuti o meno e se li consigliereste!

- 1Q84 (Trilogia)

Casa editrice: Einaudi              Prezzo: 26,00 per i tre volumi messi insieme

Cofanetto
Trama: 1984, Tokyo. Aomame è bloccata in un taxi nel traffico. L’autista le suggerisce di uscire dalla tangenziale utilizzando una scala di emergenza. Ma aggiunge: «Non si lasci ingannare dalle apparenze. La realtà è sempre una sola». Negli stessi giorni Tengo, uno scrittore, riceve uno strano incarico: un editor gli chiede di riscrivere il romanzo di una diciassettenne così da candidarlo a un premio letterario. Ma La crisalide d’aria è un romanzo fantastico tanto ricco di immaginazione quanto inquietante: la descrizione della realtà parallela alla nostra e di piccole creature che si nascondono nel corpo umano come parassiti turbano profondamente Tengo. Intanto Aomame osserva perplessa il mondo che la circonda, finché un giorno non vede comparire in cielo una seconda luna e sospetta di essere l’unica persona in grado di attraversare la sottile barriera che divide il 1984 dal 1Q84. Ma capisce anche un’altra cosa: che quella barriera sta per infrangersi.             

Forse è un po' diverso come argomento da Norwegian Wood, ma provare qualcosa di diverso non costa nulla!


- La ragazza dello Sputnik



Casa editrice: Einaudi     Prezzo: 12,00     Pagine: 236

TramaLa storia ce la racconta un giovane senza nome, prima studente, poi maestro elementare. È innamorato di una sua coetanea, Sumire, una ragazza con il mito di Kerouac e della generazione beat. Sumire però non lo ricambia: lo accetta come amico e confidente, ma niente sesso. Lei è invece innamorata di un'altra donna: Myu, una bellissima imprenditrice quarantenne di origine coreana. Solo che anche Myu, pur attratta da Sumire, non vuole concretizzare in amore il loro sentimento. Non vuole o non può: c'è qualcosa di misterioso nel suo passato che le impedisce di amare, che la separa dal mondo. E così i destini dei tre protagonisti si inseguono senza mai congiungersi, vagano nello spazio e nel tempo come un satellite alla deriva.





- A sud del confine, a ovest del sole

Casa editrice: Einaudi     Prezzo: 20,00     Pagine: 216

TramaFino ad allora Hajime aveva vissuto in un universo abitato solo da lui: figlio unico quando, nel Giappone degli anni Cinquanta, era rarissimo non avere fratelli o sorelle, aveva fatto della propria eccezionalità una fortezza in cui nascondersi, un modo per zittire quella sensazione costante di non essere mai lì dove si vorrebbe veramente. Invece un giorno scopre che la solitudine è solo un'abitudine, non un destino: lo capisce quando, a dodici anni, stringe la mano di Shimamoto, una compagna di classe sola quanto lui, forse di più: a distinguerla non c'è solo la condizione di figlia unica, ma anche il suo incedere zoppicante, come se in quel passo faticoso e incerto ci fosse tutta la sua difficoltà a essere una creatura di questo mondo. Quando capisci che non sei destinato alla solitudine, che il tuo posto nel mondo è solo là dove è lei, capisci anche un'altra cosa: che sei innamorato. Ma Hajime se ne rende conto troppo tardi - è uno di quegli insegnamenti che si imparano solo con l'esperienza - quando ormai la vita l'ha separato da lei. Come il dolore di un arto fantasma, come una leggera zoppia esistenziale, Hajime diventerà uomo e accumulerà amori, esperienze, dolori, errori, ma sempre con la consapevolezza che la vita, la vita vera, non è quella che sta dissipando, ma quell'altra, quella che sarebbe potuta essere con Shimamoto, quella in un altrove indefinito, a sud del confine, a ovest del sole. Una vita che forse, venticinque anni dopo, quando lei riappare dal nulla, diventerà realtà.





mercoledì 12 novembre 2014

Novità cinematografiche - Novembre 2014

Buona sera, miei cari lettori!
Oggi vi propongo le novità in fatto di cinema di questo mese, sperando in qualcosa di accattivante e interessante.
Let's go!

01. Interstellar

Regia: Christopher Nolan
Cast: Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Michael Caine e molti altri.

TramaIn un futuro imprecisato, un drastico cambiamento climatico ha colpito duramente l'agricoltura. Un gruppo di scienziati, sfruttando un "whormhole" per superare le limitazioni fisiche del viaggio spaziale e coprire le immense distanze del viaggio interstellare, cercano di esplorare nuove dimensioni. Il granturco è l'unica coltivazione ancora in grado di crescere e loro sono intenzionati a trovare nuovi luoghi adatti a coltivarlo per il bene dell'umanità.

Durata: 169 min
Genere: Fantascienza

Al cinema dal 6 novembre.


02. Il mio amico Nanuk

Regia: Brando Quilici
Cast: Dakota Goyo, Goran Visnjic, Bridget Moynahan e molti altri.

Trama: Tra i ghiacci del Canada settentrionale, il piccolo Luke scopre che un giovane cucciolo di orso polare è stato separato dalla madre. Ponendosi come obiettivo quello di trovare un modo per ricongiungere i due, Luke trova l'aiuto di Muktuk, mezzo Inuit e mezzo canadese, che conosce bene il territorio dove vivono gli orsi polari. Per portare a termine la missione, Luke dovrà imparare a proteggere se stesso e il cucciolo dai pericoli che la natura selvaggia offre.

Durata: 98 min
Genere: Avventura


Al cinema dal 13 novembre.

03. La foresta di ghiaccio

Regia: Claudio Noce
Cast: Emir Kusturica, Domenico Diele, Adriano Giannini e molti altri.

TramaConfine Italia-Slovenia, 1994. Un bambino fugge da un gruppo di profughi vessati da un violento capobanda. Profondo nord italiano, oggi. Un tecnico specializzato, Pietro, viene chiamato a riparare una centrale elettrica con annessa diga che subisce frequenti guasti. A dare una mano a Pietro è Lorenzo, uno strano tipo coinvolto in traffici più o meno leciti e innamorato di Rio de Janeiro, la cui vocazione di morituro è preannunciata dalla sua abitudine ad allargare le braccia come il Cristo Redentore. Il paesino montano è popolato da molte brutte facce e l'assenza di corrente non è sempre casuale. In paese si aggira anche la zoologa Lana che, malgrado i rischi per la sua incolumità, procura da mangiare a un orso non dissimile dal fratellastro di Lorenzo, Secondo, che vive seminascosto dentro la centrale.

Durata: 100 min
Genere: Thriller

Al cinema dal 13 novembre.


04. Lo sciacallo

Regia: Dan Gilroy
Cast: Jake Gyllenhaal, Rene Russo, Bill Paxton e molti altri.

TramaLou non riesce a trovare lavoro. Un giorno assiste per caso a un incidente stradale e ha un'illuminazione: si procura una videocamera e da quel momento passa le notti correndo sui luoghi delle emergenze, per riprendere le scene più cruente e vendere il materiale ai network televisivi. La sua scalata al successo lo rende sempre più spietato finché, pur di mettere a segno uno scoop sensazionale, arriva a interferire pericolosamente con l'arresto di due assassini...

Durata: 117 min
Genere: Thriller/Drammatico

Al cinema dal 13 novembre.


05. Clown

Regia: Jon Watts
Cast: Andy Powers, Laura Allen, Peter Stormare e molti altri.

TramaUn padre si traveste da clown per animare il sesto compleanno del figlio, ma a fine giornata scopre con orrore di non riuscire più a togliersi il vestito, la parrucca e il naso finto. Inoltre, il polveroso costume trovato in soffitta sta cambiando radicalmente la personalità dell'uomo.Per rompere la maledizione, il padre dovrà prendere delle decisioni sinistre che metteranno in pericolo la sua famiglia.

Durata: 99 min
Genere: Horror

Al cinema dal 13 novembre.



lunedì 10 novembre 2014

Novità letterarie - Novembre 2014

Scusate l'enorme ritardo con cui pubblico questo post, ma davvero mi è mancato anche solo un briciolo di tempo per dedicarmi al blog!
Oggi vi propongo le novità di novembre riguardanti i libri.
Come sempre ricordo che i titoli sono messi in ordine casuale.

01. La caduta 

Autore: Michael Connelly
Casa editrice: Piemme
Genere: Thriller

TramaUna nuova avventura per Harry Bosch, anzi due. Harry sa che nel giro di tre anni dovrà andare in pensione e questo lo rende inquieto, desideroso di concentrarsi al massimo sul lavoro.
Il primo caso riguarda un maniaco sessuale di 29 anni il cui dna combacia con quello ritrovato sul cadavere di una ragazza uccisa ventun anni prima, quando lui di anni ne aveva solo 8. Dov'è l'errore?Quella stessa mattina, Bosch e il suo partner vengono convocati dal capo della polizia su una nuova scena del crimine: il figlio di un uomo politico è stato trovato morto sul marciapiede sottostante uno dei più famosi alberghi di Los Angeles, lo Chateau Marmont. Suicidio o omicidio? Nel corso delle indagini Bosch scoprirà che i due casi sono strettamente legati, come la doppia elica del dna, e che, sotto una superficie già di per sé allarmante, si nascondono risvolti impensabili e agghiaccianti.
L'uscita è prevista per il 18 novembre.

02. La verità non basta


Autore: Lee Child
Casa editrice: Longanesi
Genere: Thriller

TramaCarter Crossing, Mississippi, marzo 1997. La ragazza è bellissima, vestita di bianco e con la gola tagliata. La cittadina è piccola e non conterebbe nulla se nelle vicinanze non sorgesse Fort Kelham, un'importante base dell'esercito, in cui sono di stanza due compagnie di Ranger, una delle quali è comandata dal capitano Riley, figlio del senatore che presiede la Commissione sui servizi armati. La vittima era uscita con Riley, ma non solo. Altre due ragazze sono state uccise tempo prima nello stesso modo. Ed entrambe avevano avuto rapporti con Riley. Le indagini vengono affidate, sotto copertura, a Jack Reacher, maggiore della polizia militare. Per Reacher è la scelta più difficile: nascondere la verità vuol dire non riuscire più a vivere con se stesso. Ma denunciarla vuol dire non riuscire più a vivere dentro l'esercito...

L'uscita è prevista per il 13 novembre.


03. La regola dell'equilibrio

Autore: Gianrico Carofiglio
Casa editrice: Einaudi
Genere: Narrativa

TramaUn magistrato nel pieno di una prestigiosa carriera si ritrova indagato in seguito alle dichiarazioni di un pentito. L'accusa è di corruzione. Per la propria difesa, il magistrato decide di rivolgersi a un vecchio amico, l'avvocato Guido Guerrieri. L'indagine difensiva mette in moto un meccanismo di ricordi, ma nel suo imprevedibile sviluppo pone Guerrieri di fronte a dolorosi dilemmi. Perché ciascuno può sbagliare, ma giustificare i propri errori davanti a sé stessi significa divorziare dalla verità. Significa perdere l'equilibrio.

L'uscita è prevista per l'11 novembre.




04. Una lacrima color turchese

Autore: Mauro Corona
Casa editrice: Mondadori
Genere: Narrativa

TramaIl giorno di Natale, in uno sperduto paesino di montagna sommerso come ogni anno da una fitta coltre di neve, accade un fatto sconvolgente: mentre la gente si dispone a mettere da parte i rancori, cercando di essere più buona almeno per le festività, le statuine di Gesù Bambino scompaiono misteriosamente da tutti i presepi. Le prime ad accorgersene sono tre madri di famiglia che, indignate, accusano i figli del furto. Quando però si sparge la voce che l'inquietante fatto non ha colpito solo quel borgo ma addirittura il mondo intero, la rabbia cede il posto al panico. Cosa può nascondersi dietro a un evento così assurdo e angosciante? L'umanità ha disperatamente bisogno di risposte. Teologi e satanisti, esperti e millantatori si lanciano in teorie e ipotesi. Non si arrendono di fronte a nulla, l'importante è individuare un colpevole. Ma la ricerca sembra essere destinata a non avere fine. Eppure basterebbe sottrarsi alla frenesia e riflettere per un momento in silenzio per rendersi conto che quel mistero ci coinvolge tutti. Se solo avessimo il coraggio di guardare dentro ai nostri cuori e interrogare le nostre coscienze...

L'uscita è prevista per il 4 novembre.

05. Avrò cura di te

Autore: Massimo Gramellini e Chiara Gamberale
Casa editrice: Longanesi
Genere: Narrativa

TramaGioconda detta Giò ha trentacinque anni, una storia familiare complicata alle spalle, un’anima inquieta per vocazione o forse per necessità e un unico, grande amore: Leonardo. Che però l’ha abbandonata. Smarrita e disperata, si ritrova a vivere a casa dei suoi nonni, morti a distanza di pochi giorni e simbolo di un amore perfetto, capace di fare vincere la passione sul tempo che passa: proprio quello che non è riuscito al ma­trimonio di Giò.

La notte di San Valentino, festa che lei ha sempre ignorato, Giò trova un biglietto che sua nonna aveva scritto all’angelo custode, per ringraziarlo. Con lo sconforto, ma anche il coraggio, di chi non ha niente da perdere, Giò ci prova: scrive anche lei al suo angelo. Che, incredibilmente, le risponde. E le fa una promessa: avrò cura di te. Poi rilancia. L’angelo non solo ha una fortissima personalità, ma ha un nome: Filemone, ha una storia. Soprattutto ha la capacità di comprendere Giò come Giò non si è mai compresa. Di ascoltarla come non si è mai ascoltata. Nasce così uno scambio intenso, divertente, divertito, commovente, che coinvolge anche le persone che circondano Giò: il puntiglioso ex marito, la madre fricchettona, l’a­mica intrappolata in una relazione extraconiugale, una deflagrante guida turistica argentina, un ragazzino che vuole rinchiudersi in una Comune... Uno scambio che indaga non solo le mancate ragioni di Giò: ma le mancate ragioni di ognuno di loro. Perché a ognuno di loro, grazie a Filemone, voce dell’interiorità prima che dell’aldilà, sia possibile silenziare la testa e l’istinto. Per ascoltare il cuore. Anche e soprattutto quando è chiamato a rispondere a prove complicate, come quella a cui sarà messa davanti Giò proprio dal suo fedele Filemone, in un finale sorprendente che sembrerà confondere tutto. Ma a tutto darà un senso.

L'uscita è prevista per il 17 novembre.

lunedì 3 novembre 2014

Rubrica: Book VS Film #2

Buon pomeriggio a tutti! So di essere sparita per un po' troppi giorni, ma gli impegni erano davvero troppi! Ora finalmente sono riuscita a ritagliare uno spazio di tempo per aggiornare il blog. Oggi vi propongo un Book VS Film, iniziamo subito!

Book VS Film: Noi siamo infinito

Il libro


Autore: Stephen Chbosky     Genere: Romanzo

Il libro è conosciuto anche come "Ragazzo da parete".

Trama: Fra un tema su Kerouac e uno sul Giovane Holden, tra una citazione da L'attimo fuggente e una canzone degli Smiths, scorrono i giorni di un adolescente per niente ordinario. L'ingresso nelle scuole superiori lo lancia in un vortice di prime volte: la prima festa, la prima rissa, il primo amore - per la bellissima ragazza con gli occhi verdi che quando lo guarda fa tremare il mondo.
Il primo bacio, e lei gli dice: per te sono troppo grande, però possiamo essere amici. Per compensare, Charlie trova una che non gli piace e parla troppo: a sedici anni fa il primo sesso, e non sa neanche perché.
Allora lui, più portato alla riflessione che all'azione, affida emozioni, trasgressioni e turbamenti a una lunga serie di lettere indirizzate a un amico, al quale racconta ciò che vive, che sente, che ha intorno.
Dotato di un'innata gentilezza d'animo e di un dono speciale per la poesia, il ragazzo è il confidente perfetto di tutti, quello che non dimentica mai un compleanno, quello che non tradisce mai e poi mai un segreto.
Peccato che quello più grande, fosco e lontano, sia nascosto proprio dentro di lui.

Trama diversa dalle solite, con un sapore dolceamaro che la caratterizza. 
Charlie è un personaggio che chi legge sente molto vicino, quasi come stesse parlando con lui.
Anche se è scritto in forma di lettere, tutte senza risposta, non è un libro da sottovalutare!
Si possono perfettamente interpretare le emozioni che l'inchiostro ha impresso sulle pagine.

Il film


Regia: Stephen Chbosky     Genere; Drammatico/Sentimentale     Durata: 102 minuti

La trama è la stessa, ma qui il filone è unico e non ci sono lettere, eccetto per la voce narrante che racconta di tanto in tanto.

Differenze?
Il libro personalmente mi è piaciuto di meno, in quanto mi sono dovuta immaginare la maggior parte delle cose. Nel film invece è tutto molto ben trattato, niente lasciato al caso.
Il film lo descriverei come qualcosa di spettacolare: dalle canzoni degli Smiths alla canzone finale di David Bowie.
All'interno di questi due estremi si trovano emozioni travolgenti, che fanno sorridere e un po' piangere.
I personaggi sono interpretati benissimo, specialmente Charlie (interpretato da Logan Lerman).
Il tutto è ambientato nel 1991.

Curiosità:
- I nomi di alcuni personaggi non sono precisati nel libro perché essendo Charlie che scrive e vuole restare anonimo i nomi della sua famiglia (esclusa sua zia Helen) non sono precisati.
Nel libro Candace è incinta e insieme a Charlie va ad abortire. Nel film questa scena è stata tagliata ed è presente nei contenuti inediti del DVD.
Nel film è stata omessa la parte del pranzo con Sam, Patrick e Mary Elizabeth.
Il nome del fast food nel libro è "big boy", invece nel film viene chiamato "il kings".
Nel film sono state tagliate molte delle allucinazioni di Charlie.
- Nel libro Charlie fuma.
Nel film l'insegnante di Charlie viene chiamato signor Anderson,nel libro invece Bill.
- Nel libro Charlie sa guidare, nel film no.

Copertina libro e film:







sabato 25 ottobre 2014

Recensione: L'estate del coniglio nero

Buon pomeriggio a tutti! Perdonate la mia assenza, ma ho avuto davvero poco tempo tra lo studio e cose varie. Sono riuscita però a finire di leggere L'estate del coniglio nero, perciò oggi vi propongo la recensione!

Autore: Kevin Brooks
Casa editrice: Piemme
Genere: Romanzo
Numero pagine: 427
Formato: Cartaceo


Trama: E' un'estate torrida e Pete ha già passato diverse settimane senza fare altro che ciondolare in casa.

Fino a quando una telefonata gli cambia la vita per sempre.
E' Nicole, gli chiede di vedersi. Presto si separeranno, ognuno per la propria strada, il college, Parigi...
Sarebbe bello incontrarsi per l'ultima volta con il gruppo dei vecchi amici, solo loro quattro: Pete, Nicole, Eric e Pauly.
Pete le chiede di Raymond, anche lui è un vecchio amico, fa parte del gruppo. E' vero, è un tipo strano, sembra vivere in un mondo tutto suo al cui centro c'è un coniglio nero; ma Pete gli è molto legato e vuole che sia con loro.
Quella notte, però, quando si trovano al luna park, Raymond scompare. E anche Stella Ross, una ragazza del loro liceo diventata famosa. Tutti pensano che i due eventi siano collegati, che Raymond lo strano sia il colpevole. Pete vuole dimostrare a ogni costo che si sbagliano, ma quando segreti, rancori e vecchie gelosie mettono gli amici uno contro l'altro, anche le sue certezze cominciano a incrinarsi...

RECENSIONE


Questo libro l'avevo adocchiato in libreria tempo fa e, dopo qualche mese, finalmente sono riuscita ad averlo! (Grazie alle mie amiche che me l'hanno regalato)
La trama mi ispirava davvero tanto, ma anche ciò che è scritto all'interno della copertina:

"Allora eravamo amici.
C'erano legami tra noi.
Ma allora le cose erano diverse. Noi eravamo diversi. 
Eravamo bambini. Poi a poco a poco tutto era cambiato. 
Il mondo diventa più grande, ci si perde di vista, gli amici di infanzia diventano
"amici che conoscevi". 
Sì, li conosci ancora, li vedi a scuola tutti i giorni, ma non sono più quelli che erano.
Non tutto cambia, però.
Raymond e io non eravamo mai cambiati.
Il nostro mondo non era mai diventato più grande.
Noi eravamo sempre rimasti amici.
Lo eravamo stati prima degli altri, con gli altri e senza gli altri.
E per tanti versi lo eravamo nonostante gli altri."

Non so perché ma queste introduzioni in prima persona mi affascinano!
Il libro mi ha coinvolta moltissimo: dalla sera al luna park tra amici alla scoperta dei colpevoli delle scomparse il passo è molto breve. Le pagine continuavano a girare e in poco tempo mi sono ritrovata alla fine! E' uno dei pochi libri che davvero si legge tutto d'un fiato! La narrazione è scorrevole, senza mai risultare noiosa. Riguardo al finale mi aspettavo sia il colpo di scena (che c'è), sia il ritrovamento di entrambe le persone, ma ahimè se ne ritrova solo una.
Qui il narratore (Pete) parla cosa è successo dopo il colpo di scena, accaduto mesi prima.
Come conclusione è stata buona, direi! Naturalmente una volta iniziato il capitolo in cui le cose pian piano vengono a galla, non mi sono più fermata!
Questo libro è entrato senza difficoltà tra i miei preferiti! Un punto a suo favore, oltre al contenuto, è anche la copertina, che trovo meravigliosa! Se vi capita di averlo tra le mani, datemi ascolto, leggetelo! 


Voto
★★★★★

domenica 19 ottobre 2014

Recensione Film: Buongiorno papà

Buona domenica a tutti!
Oggi vi propongo la recensione di un film che ho visto recentemente, anche se non è recentissimo.
Iniziamo subito!

Regia: Edoardo Leo
Cast: Raoul Bova, Marco Giallini, Rosabell Laurenti Sellers e tanti altri.
Genere: Commedia
Durata: 109 minuti
Anno: 2013


Trama: Andrea è un quarantenne single dedito alla carriera ed alle avventure passeggere con le innumerevoli ragazze che gli girano intorno.
Lavora nel mondo del cinema, fa il product placement, è molto apprezzato nel suo lavoro ed è anche ricco: ha una Porsche e vive in un bel loft nella capitale. Divide l'appartamento con il suo amico Paolo, un tipo molto diverso da lui.Paolo è un ragazzo educato e profondo, ma sfortunato nel lavoro e con le donne.Un bel giorno, nella vita di Andrea irrompe Layla, una ragazza di 17 anni che dice di essere sua figlia. Layla cerca il padre proprio ora dato che la madre è morta da tre mesi.Andrea, che non ha mai saputo nulla di questa figlia, vede crollare tutto il suo mondo, e non sa come reagire alla novità. Dopo la prova del DNA, Andrea si trova in casa la ragazza e suo nonno Enzo.Andrea, assieme a questa nuova famiglia allargata e ad una energica insegnante di educazione fisica, Lorenza, si troverà in una vita nuova e completamente diversa, dove instaura rapporti più profondi con le persone a lui care.

RECENSIONE


Inizialmente ero molto dubbiosa riguardo a questo film, se vederlo o meno, dato che a me i film italiani non fanno impazzire. Ma ho fatto questa prova e devo dire che mi è piaciuto!
Ho adorato nonno Enzo, la determinazione e il carattere in generale di Layla e il cambiamento di Andrea.
Non è assolutamente uno di quei film drammatici o simili, in cui la figlia cerca il padre e si dispera se viene rifiutata. Tutto il contrario!
C'è anche il lato comico del film, se così si può definire, e il lato più commovente.
Il film rappresenta un viaggio verso l'unione di due persone, padre e figlia, che poco prima erano estranei. Certo che deve essere sconvolgente scoprire all'improvviso di avere una figlia di 17 anni, nata da una ragazza che nemmeno si ricorda tanto.
Devo dire che mi ha fatto ricredere questo film, mi è piaciuto, ma non così tanto da entrare tra i miei preferiti! 

Voto
★★★✰✰